Pendolari rovatesi: in arrivo una riduzione dei treni sulla “direttrice 17″ per Milano, Brescia, Verona, Padova e Venezia

Lato campagna del Fabbricato Viaggiatori della stazione di RovatoBrutte notizie per i pendolari rovatesi e per tutti quelli che, dal resto della Franciacorta, usano la stazione di Rovato per andare a scuola o al lavoro.

Oltre ai ritardi cronici, alla sporcizia dei vagoni ed al sovraffollamento nelle ore di punta, questa volta a tirare un colpo mancino è stata la Regione Veneto.

La regione guidata da Luca Zaia ha annunciato infatti unilateralmente la sopressione di 4 coppie di treni interregionali che collegano Milano e Venezia e che, fermando anche a Rovato, sono tra i più utilizzati dai pendolari rovatesi e franciacortini.

I treni con partenza Venezia e destinazione Milano che verranno soppressi sono i 2090, 2098, 2106 e 2110 (partenze da Rovato rispettivamente alle ore 13:37, 17:37 e 19:37. Il treno 2090 non ferma a Rovato). I treni invece con partenza da Milano e diretti a Venezia (molto utilizzati per raggiungere anche Brescia, Verona e Padova) che saranno presto tagliati sono i 2089, 2095, 2107 e 2113 (partenza da Rovato alle ore 8:20, 12:20, 18:20 e 21:20).

La Regione Veneto, comunicando alla Regione Lombardia la propria scelta, si è detta disponibile a valutare possibili soluzioni, “purchè queste non comportino alcun esborso per la Regione Veneto stessa”.

Intanto, per i pendolari, a Rovato e non solo, la vita di tutti i giorni si fa sempre più dura.

RSS Feed for This Post42 Comment(s)

  1. Bond | lug 15, 2013 | Reply

    Per fortuna che abbiamo la maxi-regione del nord che avrebbe portato solo benefici…alla faccia!!!!!

    Hot debate. What do you think? Thumb up 19 Thumb down 13

  2. Angelo | lug 15, 2013 | Reply

    Primi risultati della macroregione del Nord!

    Hot debate. What do you think? Thumb up 21 Thumb down 13

  3. Capotreno | lug 15, 2013 | Reply

    Era ora. Si tolgano treni mezzi vuoti o pieni di scrocconi e si potenzi e si migliori il trasporto regionale. Voi sinistroidi fate RIDERE. I treni regionali lombardi e veneti non sono toccati ma vengono soppressi treni interregionali doppioni inutili peraltro con orari incompatibili con gli orari d’ufficio o di fabbrica, anche per le lezioni universitarie pomeridiane a Brescia il problema non si pone, la differenza tra regionale e interreionale è la fermata in più a Ospitaletto. 5 minuti!!! Sono stati tolti treni che partono da Rovato a orari pomeridiani e serali. MA QUALI PENDOLARI PARTONO DA ROVATO VERSO BRESCIA ALLE NOVE DI SERA??? Sono treni pieni di stranieri spesso portoghesi, ossia senza biglietto. Non mi pare che si taglino i treni negli orari dei veri pendolari (prima delle 7:30). Ad ogni modo scuolabus, treni, asili, servizi, pargeggi anni ed anni di sprechi e regalìe a cani e porci, i risultati sono questi: o si tagliano gli sprechi o si chiude baracca e burattini.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 14 Thumb down 31

  4. Tristhan | lug 15, 2013 | Reply

    “La Regione Veneto si è detta disponibile a valutare possibili soluzioni purchè non comportino alcun esborso per la Regione.”

    Io ne propongo una, completamente gratis : Alle prossime elezioni decidiamo bene per chi votare.

    Sono assai curioso di sapere dai leghisti rovatesi (che da esperti conoscitori della regione veneta non tarderanno a motivare la scelta) quali scuse addurranno, sicuramente la prima è che non ci sono soldi (tranne che per i rimborsi…)…

    Hot debate. What do you think? Thumb up 22 Thumb down 13

  5. @ Capotreno | lug 15, 2013 | Reply

    Hai sbagliato nick. Era più corretto “ultras”.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 18 Thumb down 12

  6. la maro-regione | lug 15, 2013 | Reply

    Comunichiamo alla popolazione che un vero pendolare deve partire PRIMA delle 7,30.

    Dopo quell’ora è un perditempo e un carico per la collettività, se ne stia al bar a bere cappucci, bibite e a ciucciare leccalecca.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 16 Thumb down 16

  7. Andrea C. | lug 15, 2013 | Reply

    Caro Capotreno, tu il treno non lo prendi mai e si vede. Hai messo insieme un’infinità di stupidaggini e inesattezze in poche righe. Eccoti qui l’elenco:
    - gli interregionali NON sono doppioni dei regionali: primo perchè basta guardare gli orari e si vede che quando c’è un interregionale non c’è un regionale. Secondo perchè ad esempio se ora dovessi andare a Venezia in treno da Rovato dovrei prendere più regionali (con relativi cambi e lungaggini) oppure i più costosi Freccia Bianca/Rossa/Argento
    - i treni tolti sono tra i più utilizzati dai pendolari: per esempio quello che parte da Rovato alle 8:20 per Venzia e ferma a Brescia 10 minuti dopo. Infine utilizza la tua testolina e prova a pensare che quelli che tu chiami treni che partono da Rovato alle 9 di sera sono i treni che arrivano ad esempio da Milano e partiti da lì un’ora prima e che sono pieni fino all’eccesso di pendolari. Pieni all’eccesso nel senso vero del termine, cioè che a volte te la fai in piedi annusando le ascelle del vicino da Milano fino a Rovato.
    - sono treni pieni di stranieri che nono pagano: caro mio, buona parte dei treni che verranno cancellati (almeno negli orari di andata/ritorno dei pendolari) sono pieni di italiani, lavoratori o studenti sopratutto. Certo che di stranieri ce ne sono (mica gli vorrai vietare di salire) e ti dirò che molti sono turisti, che il biglietto lo pagano praticamente sempre e che usano la linea per andare a Milano, sul Garda, a Verona o a Venezia. E più di una volta abbiamo riso insieme per le condizioni pietose in cui siamo costretti a viaggiare ogni giorno.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 31 Thumb down 12

  8. Hiroshi | lug 15, 2013 | Reply

    l’intervento di Capotreno è azzeccatissimo invece.

    Stupidaggini quelle di Capotreno? Che coraggio, senti chi parla:

    “gli interregionali NON sono doppioni dei regionali: primo perchè basta guardare gli orari e si vede che quando c’è un interregionale non c’è un regionale.”
    Ahahahah certo, tutti hanno uno scarto di pochi minuti o al massimo mezz’ora!! Ma
    cacchio dici?!

    “Secondo perchè ad esempio se ora dovessi andare a Venezia in treno da Rovato dovrei prendere più regionali (con relativi cambi e lungaggini) oppure i più costosi Freccia Bianca/Rossa/Argento”
    Eccolo il pendolare! “Se adesso dovessi andare a Venezia”. Allora se le
    regioni dovessero accontentate le esigenze
    dei singoli utenti e calcolando una popolazione di 15 milioni di residenti + turisti si dovrebbe mettere un treno interregionale ogni minuto! Chi paga? Tu?

    ” i treni tolti sono tra i più utilizzati dai pendolari: per esempio quello che parte da Rovato alle 8:20 per Venzia e ferma a Brescia 10 minuti dopo. Infine utilizza la tua testolina e prova a pensare che quelli che tu chiami treni che partono da Rovato alle 9 di sera sono i treni che arrivano ad esempio da Milano e partiti da lì un’ora prima e che sono pieni fino all’eccesso di pendolari. Pieni all’eccesso nel senso vero del termine, cioè che a volte te la fai in piedi annusando le ascelle del vicino da Milano fino a Rovato.”
    Grandissime p()e le tue grandi come una
    casa. E demagogia a mille! Dimostraci con orario alla mano che i pendolari che lavorano dalle 8 alle 17 sia a Milano sia a Brescia rimarranno scoperti senza treni.

    ” sono treni pieni di stranieri che nono pagano: caro mio, buona parte dei treni che verranno cancellati (almeno negli orari di andata/ritorno dei pendolari) sono pieni di italiani, lavoratori o studenti sopratutto. Certo che di stranieri ce ne sono (mica gli vorrai vietare di salire) e ti dirò che molti sono turisti, che il biglietto lo pagano praticamente sempre e che usano la linea per andare a Milano, sul Garda, a Verona o a Venezia. E più di una volta abbiamo riso insieme per le condizioni pietose in cui siamo costretti a viaggiare ogni giorno.”
    Voglio conoscere il pendolare che parte da Rovato alle 10 di sera. Voglio conoscere lo studente he parte da Rovato tutti i giorni all’una di pomeriggio per andare a Verona,
    Padova o Venezia. Sei convinto?!

    Cari kompagneros potete inventarvi altre polemiche estive contro la Lega, tanto non attaccato. Vedi notte bianca, vedi asili, le baggianate sulla maggioranza spaccata,ecc. ecc. ecc. polemiche orchestrate e concordate da segreterie politiche e redazioni, tanto non attacca. Rassegnatevi: dopo l’estate c’è l’autunno e allora sì che ne vedrete delle belle.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 12 Thumb down 24

  9. cittadino | lug 15, 2013 | Reply

    togliere il treno che va ad Iseo 20 volte al giorno no!!

    Ti piace? Thumb up 8 Thumb down 15

  10. @ Hiroshi | lug 15, 2013 | Reply

    Si sentono le dita sui vetri fino in Veneto!
    Ma è mai possibile che una decisione che sia una presa da amministratori leghisti non possa essere sbagliata secondo te?
    Devi vivere un gran male!

    Hot debate. What do you think? Thumb up 12 Thumb down 13

  11. pendolare | lug 15, 2013 | Reply

    Caro “capotreno” forse vivi in un mondo parallelo, privo della realtà quotidiana. Per combattere gli sprechi e la sporcizia ci sono altri metodi; per esempio tornelli all’ingresso e uscita dalle stazioni, potenziamento della POLFER. Solo una persona che non percorre abitualmente la direttrice milano – venezia può scrivere che quei treni sono mezzi vuoti o doppioni. Prima di scrivere falsità e stupidate informati, te lo scrivere un pendolare, che tutti i mesi paga l’abbonamento e tutti i giorni utilizza treni sporchi e viaggia con persone che non pagano il biglietto.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 16 Thumb down 10

  12. Andrea C. | lug 15, 2013 | Reply

    Caro Capotreno, perchè hai deciso di chiamarti Hiroshi parlando in terza persona?
    Visto che dici che ciò che ho scritto non è vero, ti faccio 3 esempi semplici che forse ti fanno capire.
    Pendolare A che deve andare a Brescia da Rovato la mattina. Se gli si toglie il treno delle 8:20 da Rovato gli altri treni che restano hanno un vuoto di 52 minuti, uno alle 8:00 e l’altro alle 8:52. Non proprio il massimo delle comodità.
    Pendolare B che torna a Rovato da Milano Centrale la sera. Se gli togli il treno 2107 vuol dire che c’è un buco senza treni per Rovato dalle 16:25 alle 18:15. Cioè 1h50.
    Pendolare C che parte da Chiari la mattina per andare a Milano Centrale. Se gli togli il teno 2090 (partenza da Chiari alle 7:54) gli resta un vuoto di 1h30 perchè quello prima è alle 7:13 e quello dopo alle 8:43.
    Le alternative, ma non in tutti i casi possibili, sono quelle di iniziare a fare dei cambi, con tutte le scomodità del caso e incrociando le dita di trovare treni puntuali perchè altrimenti diventa un’odissea.
    Queste sono solo ipotesi tra le più semplici e classiche dei pendolari, cosa che tu evidentemente non sei.
    A me non interessa fare polemica con la Lega. A me inetressa che il treno che prendo quotidianamente abbia orari decenti e possibilmente mantenuti. Che il treno me lo tolga Zaia, Maroni o la Kyenge non mi cambia, mi cambia invece che la scelta è una scelta idiota, sopratutto perchè ai treni dei pendolari si andranno a sostituire le Frecce o gli Italo, a conferma che il numero di viaggiatori che usano la linea non è scarso.

    Visto che vuoi sembrare il frequentatore delle locomotive e saperne più di chiunque altro su qualunque altro argomento, io domattina prendo il treno per Milano alle 7:37. Fatti trovare così ci facciamo una chiacchierata lungo il viaggio. Se invece sei un pendolare che va verso Brescia dimmi tu a che ora prendi il treno, venerdì ti raggiungo io perchè ho una trasferta di lavoro lì.
    Se invece lavori in Franciacorta e ci vai in macchina e ti sei inventato tutto ti perdono dai, ma non farlo più che ti cresce il naso altrimenti!

    Hot debate. What do you think? Thumb up 23 Thumb down 11

  13. Pendolare Rovato-Milano dal 1988 | lug 15, 2013 | Reply

    Il treno 2107 con partenza da Milano Centrale alle 17.25 è sempre pieno, in qualunque giorno della settimana, in qualunque periodo dell’anno, da quando l’hanno istituito (circa 20 anni fa), in prima e seconda classe. Raramente a Milano Lambrate (dove lo prendo io) si riesce a salire e se si riesce si viaggia inpiedi, spesso vicino alle porte, NEANCHE in corridoio. In casi fortunati si trova posto a sedere a Romano di Lombardia.
    Dunque per rispetto di chi è pendolare e viaggia in condizioni schifose, evitate considerazioni false e non documentate dall’esperienza, giusto per fare i soliti discorsi pro o contro i politici di turno.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 17 Thumb down 9

  14. pendolare Rov-MI 1988 | lug 15, 2013 | Reply

    errata-corrige grazie: in piedi!

    Ti piace? Thumb up 4 Thumb down 9

  15. Pendolare | lug 16, 2013 | Reply

    Io sono una pendolare, a quanto pare, però, non di quelli “veri” come fa notare Capotreno. Già, prendo semplicemente il treno delle 8:20 ogni mattina da Rovato per raggiungere Brescia in modo da essere sul posto di lavoro per le 9 (ritardi permettendo) che notoriamente non è un orario d’ufficio né di inizio delle lezioni universitarie. Eh no, infatti il treno delle 8:20 è sempre vuoto… Talmente vuoto che stamattina, per l’ennesima volta, oltre al ritardo di mezz’ora, sono anche dovuta stare in piedi (e non certo perché mi piace sgranchirmi le gambe).
    La differenza tra regionale e interregionale è di 5 minuti in termini di durata del viaggio? Verissimo. Peccato che, soppresso il treno delle 8:20, le alternative siano il treno delle 8 e il treno delle 8:52, a 52 minuti l’uno dall’altro. Bene. Poi mi sembra chiaro che un altro treno da sopprimere sia quello delle 12:20, il primo treno che parte da Rovato per Brescia dopo quello delle 9:57, in modo da dover aspettare fino alle 12:52 e lasciando quindi tre ore di vuoto. Tra l’altro le lezioni universitarie pomeridiane possono capitare in qualsiasi orario e non cominciano tutte alla stessa ora, cosa vuol dire che il problema non si pone? Mica esiste un orario prestabilito per l’inizio delle lezioni. Due ore e venti di vuoto sono più che sufficienti.
    Continuando a fare l’esempio specifico della tratta Rovato – Brescia, in particolare per il ritorno, andando a sopprimere treni come quelli che arrivano a Rovato alle 17:37 e 19:37, orari in cui i treni sono pieni di gente che torna dal lavoro, non oso immaginare quanto possa riempirsi, ed esempio, il treno in arrivo alle 18:37.
    Questi sono solo piccoli esempi dettati dalla mia esperienza personale: dopo che i treni sono sempre pienissimi, anziché migliorare il servizio, si va a peggiorarlo togliendo dei treni che sono tutt’altro che doppioni o vuoti. Solo una persona che non ha mai viaggiato su questa tratta in questi orari potrebbe affermare una cosa del genere. E aggiungo che non si tratta di fare polemiche sulla destra o sulla sinistra, si tratta solo di essere un minimo obiettivi e raccontare quello che un pendolare deve subire ogni giorno.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 21 Thumb down 7

  16. antonio2 | lug 16, 2013 | Reply

    Non ci sono solo i pendolari delle sei del mattino, ci sono gli studenti fuori sede, ci sono le vecchiette che vanno da Rovato a Chiari, ci sono gli imprenditori in viaggio di lavoro che vivono in provincia, ci sono i turisti americani in visita al lago di Garda, ci sono gli extracomunitari di colore che pagano il biglietto, insomma c’è una quantità e varietà di persone che chi non ha mai preso i suddetti treni non può conoscere. Io li prendo, li trovo sempre pieni, i controlli non ci sono quasi mai (basterebbe farli e si risolverebbe il problema dei “portoghesi”), ma Zaia, oltre a varie lozioni per i capelli, ha in testa solo la Pedemontana e la Valdastico Nord, pensate che non trova 5 milioni di euro per finanziare questi servizi essenziali ma ne spende 170 per la Pedemonata (34 anni di treni regionali tra Venezia e Milano). Certo, finché la gente ragiona come capotreno la sua poltona sarà al sicuro.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 18 Thumb down 8

  17. chi? | lug 16, 2013 | Reply

    @capotreno, ecco la conseguenza di politiche lasciate a persone incopetenti e molto, molto lontane dalle esigenze dei loro concittadini, loro impegnati a viaggiare sui loro SUV e a mettere nel rimborsi vari le più svariate spese. Basta con la politica del blateratore.

    Ti piace? Thumb up 15 Thumb down 7

  18. Il pozzo e il pendolare | lug 16, 2013 | Reply

    @Antonio2
    AH AH AH la tinta di Zaia (?!?!?) la Pedemontana??! Amico dopo quella delle vecchiette che vanno in treno da Rovato a Chiari e gli extracomunitari di colore (?!?!?!?!) diciamo che ti sei guadagnato la prima serata con Zelig.
    Ve la cantate e ve la suonate fra voi cari tesseratissimi delle botteghe oscure.
    Attenti ai colpi di sole: a luglio possono arrivare in qualsiasi fascia oraria. :D

    @Pendolare
    Pendolare pendente a sinistra. Ti sei incartata/o da sola/o con gli orari. Se devi essere a Brescia in ufficio alle 9:00 prendere il treno delle 8:20 è un azzardo. A meno che non lavori di fronte alla stazione. Prendere quello delle 8:00 e arrivare in ufficio 10 minuti prima no neee? Esistono anche i bus, spesso più puntuali dei treni,e la linea ferroviaria Iseo-Brescia.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 8 Thumb down 18

  19. Pendolare | lug 16, 2013 | Reply

    Lo saprò bene io quanto ci metto ad arrivare in ufficio… Ti dirò di più, se il treno è puntuale arrivo comodamente in orario in ufficio. E poi cosa c’entra la linea Iseo-Brescia se abito a Rovato? Vuoi proprio aggrapparti a qualsiasi pretesto pur di non ammettere come stanno realmente le cose e solo per fare polemiche inutili e insensate. Io ho riportato la mia esperienza personale, questi sono i fatti. Piuttosto che arrampicarti sugli specchi, dai delle argomentazioni sensate sul perché sarebbe giusto sopprimere il treno delle 8:20 che è quello su cui discutevo, non sull’orario in cui arrivo io in ufficio.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 15 Thumb down 10

  20. bersaniano | lug 16, 2013 | Reply

    @Il pozzo e il pendolare, da buon leghista con i paraocchi verdi hai scelto il giusto nick: sei in fondo al pozzo e non vedi i pendolari, al massimo vedi il secchio che tiarriva in testa a coprire i paraocchi verdi….

    Ti piace? Thumb up 11 Thumb down 12

  21. Muppets | lug 16, 2013 | Reply

    Abbiamo detrenizzato i pendolari full body h-24, per una macroregione dependolarizzata! hahaha! manamanamana!

    Ti piace? Thumb up 8 Thumb down 9

  22. 8 e 20 | lug 16, 2013 | Reply

    Caro Pendolare ma smettila di blaterare… Gli uffici bresciani in genere aprono alle 8.30 o alle 9. Se vivi a Rovato e lavori in un ufficio a Brescia centro e col treno delle 8:20 arrivi tutti i giorni puntuale per le 9 sei un fenomeno. Ma sei un impiegato pendolare con un orario flessibile perché cavolo hai scritto una pappardella contro le soppressioni portando un’esperienza personale palesemente FALSA? Vi state arrampicando su grattacieli di specchi, tanti blablabla e vaccate in serie ma nessuno dico nessuno ha ancora dimostrato che un pendolare VERO ossia uno che inizia il lavoro alle OTTO o alle NOVE di mattina sarà tagliato fuori. Qui ne abbiamo abbastanza delle giravolte e piroette dei cacciatori di giaguari bersaniani, razza di comici cabarettisti ormai rara con pochi esemplari avvistati tutti a Rovato, ma almeno loro fanno divertire…

    Ti piace? Thumb up 9 Thumb down 15

  23. @ Pendolare, Andrea & C. | lug 17, 2013 | Reply

    Non è che si sopprimono treni o si modificano orari dei treni per fare un torto ai pendolari di Rovato. Rovato è una stazione fra le tante disseminate nella tratta Milano-Venezia, Trenitalia e Trenord stilano statistiche sull’utenza e i treni in oggetto sono quelli meno affollati cari kompagneros. Siete tutti intenti a criticare la gestione dei treni regionali solo per il fatto che Lombardia e Veneto non sono governate da voi questa è la verità. E vi inventate pure le vecchiette che salgono a Rovato e scendono a Chiari, magari alle nove di sera, certo certo quelle con minigonna e tacchi a spillo, gli americani che vanno in gita sul Garda (gli americani!) e udite udite gli extracomunitari di colore che pagano il biglietto (quelli non di colore no?). Grazie, ero triste e mi avete dato una mano ;)

    Hot debate. What do you think? Thumb up 8 Thumb down 17

  24. x 8 e 20 | lug 17, 2013 | Reply

    Certo che un NON-pendolare che insegna orari e strategie di viaggio a un pendolare che lo è da decenni è veramente un fenomeno!

    Hot debate. What do you think? Thumb up 20 Thumb down 7

  25. skywalker | lug 17, 2013 | Reply

    il ritorno di capotreno: decide lui, che adesso si chiama 8 e 20, chi ha il diritto di chiamarsi pendolare.
    Naturalmente è così informato da non sapere che in treno da rovato a brescia ci vogliono 10 minuti, 15 se fa fermata a ospitaletto.
    Ma lasciamolo parlare, per lui se una cosa la fa un leghista è ben fatta.

    Morale: chiacchiere (20 anni lega, ne abbiamo sentite tante, e tutto quello che abbiamo ottenuto sono il trota, quelli di milano che vengono a comandare a brescia, i rimborsi per le cartucce e l’aumento delle tasse comunali: grande lega) chiacchiere sulla macroregione e poi i mezzi pubblici sono da molise. Faremo come in puglia, andremo in macchina.
    Bel risultato per la lega, affondare il nord…

    ps
    a proposit di quelli che si offendevano a sentire il motto “lega poltrona”: visto il calderoli? ha torto, lo ammette, ma la poltrona non la molla. e poi dici dei politici romani…

    Hot debate. What do you think? Thumb up 19 Thumb down 8

  26. Andrea C. | lug 17, 2013 | Reply

    A parte il fatto che sto ancora aspettando di sapere su quale treno posso trovare il sig. Capotreno (o 8 e 20 o Hiroshi), leggendo i giornali ho trovato una dichiarazione interessante che riporto pari pari: “Una decisione incomprensibile. Un taglio dei servizi non giustificabile su una tratta fondamentale per studenti e lavoratori”.
    E’ il commento di Fabio Rolfi, noto antileghista. Come la mettiamo caro Capotreno? E’ giusto o no sopprimere quei treni adesso? Hai cambiato idea? Dici ancora che sono treni che non riguardano studenti e lavoratori?

    Hot debate. What do you think? Thumb up 23 Thumb down 8

  27. NO-PD | lug 17, 2013 | Reply

    Qui di argomenti seri contro la soppressione di 4 treni presi da 4 gatti manco l’ombra.
    Solo slogan triti e ritriti e insulti su leccalecca, come se ci fossimo già dimenticati dei ventinove consiglieri del pd, tra ex e carica, indagati per peculato nello stesso filone di inchiesta.
    Civati e altri esponenti si facevano rimborsare migliaia di km di viaggi ferroviari, manco usassero la Transiberiana ogni giorno per andare al Pirellone… aaaaaa ecco perchè tutta questa attenzione sui treni… :D

    Hot debate. What do you think? Thumb up 7 Thumb down 26

  28. giuseppe fava | lug 17, 2013 | Reply

    Per ragioni di lavoro ho preso per anni il treno delle 8.20 e l’ho trovato quasi costantemente affollato. L’utenza è composta da lavoratori, studenti, persone in viaggio per motivi d’affari, per motivi di vario genere ed anche per motivi di svago.

    Le destinazioni prevalenti erano Brescia e Verona.

    Come noto non tutti i lavoratori hanno il classico orario con inizio alle 8 e gli studenti oltre che frequentare le lezioni devono sostenere degli esami, con orari anche qui assai differenziati.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 23 Thumb down 9

  29. pendolare Rov-MI 1988 | lug 17, 2013 | Reply

    “…la soppressione di 4 treni presi da 4 gatti…”
    “…i treni in oggetto sono quelli meno affollati cari kompagneros…”
    Ripeto per i non pendolari che parlano a vanvera:
    1)Qualcuno ha il coraggio di dire che il treno che parte da Milano alle 17.25 e che arriva a Rovato alle 18.20 è uno dei meno affollati? Ah Ah Ah, che treno avete visto????Forse dal 20 luglio al 30 agosto quando ci sono poco studenti e i lavoratori cominciano a fare le ferie.
    2)Le varie persone che scrivono che è solo un problema “politico”, Zaia, Kompagneros, Lega, bla bla bla, dove lavorano, quanto tempo dedicano al giorno a spostarsi,
    con che mezzo si muovono?
    3) Certo, si può sempre prendere il treno precedente la mattina o il successivo la sera, ma siccome nella mia giornata dedico 3 ore e 45 minuti di spostamento Casa-Lavoro, e questo avviene da 25 anni, penso di avere tutto il diritto di lamentarmi se tolgono un treno su cui tipicamente, ripeto, viaggio in piedi.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 25 Thumb down 8

  30. bersaniano | lug 17, 2013 | Reply

    questi leghisti da lecca lecca nono prendono il treno, al massimo il trenino delle fiere, e naturalmente si ispirano ai capi, che come il prode Calderoli offendono gli altri con titoli che potrebbero attribuiire a se stessi: vuoi vedere che l’orango è il loro modo di concepire la mobilità. Saltando da un ramo all’altro con una banana (ops, lecca lecca) tra i denti schivano glli ostacoli e mantengono le poltrone evitando giaguari, smacchiati e no, e cartucce di toner

    Ti piace? Thumb up 15 Thumb down 9

  31. Capotreno | lug 18, 2013 | Reply

    Sig. Andrea C quel che afferma Rolfi non mi interessa. Ho le mie idee, che confermo e le ho espresse. Di quel che scrivo non devo risponderne a nessuno, tantomeno ad un
    personaggio come lei che è un palese tesserato ossessionato dai leghisti o presunti tali. Io prendo spesso il treno, lei no oppure lo perde e si vede. Saluti.

    Ti piace? Thumb up 9 Thumb down 14

  32. @ Capotreno | lug 18, 2013 | Reply

    Lui prende spesso il treno……. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah

    Ma dove l’hanno preso questo? A Zelig?? ah ah ah ah

    Ti piace? Thumb up 6 Thumb down 14

  33. Andrea C. | lug 18, 2013 | Reply

    Caro Capotreno, io sono talmente poco pendolare che ti so dire che da 3 giorni (compreso oggi o comunque almeno fino a questa mattina alle 7:30) sulle scale del parcheggio di via Poffe c’è una chiazza puzzolente di vomito umano.
    Io sono senza tessera di partito (quella della piscina di Chiari non credo valga come partito giusto?) e sono talmente antileghista che dico tranquillamente di essere d’accordo con Rolfi sulla questione dei treni soppressi.
    Ti rinnovo l’invito per la terza volta, dimmi che teno prendi ogni giorno che ci facciamo 4 chiacchiere di persona durante il viaggio. Mica devi rendermi conto delle tue idee, ma vieni qui a ripetere che io non sono un pendolare quindi mi piacerebbe mostrarti di persona che non è vero, sempre che non ci sia qualcosa da nascondere da parte tua.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 18 Thumb down 10

  34. Stefano | lug 20, 2013 | Reply

    Mah..noi ne finanziamo 24 e loro 8? E li sopprimono pure? Peggio dei terroni..

    Ti piace? Thumb up 9 Thumb down 7

  35. paolone | ago 22, 2013 | Reply

    Potete trovare qui di seguito il link
    dove accedere per firmare una petizione popolare
    contro la cancellazione degli otto interregionali
    prevista al prossimo cambio orario invernale

    saluti

    https://www.change.org/it/petizioni/alla-regione-veneto-mantenete-gli-otto-treni-interregionali-della-tratta-milano-venezia-che-volete-sopprimere

    le firme sono ormai quasi arrivate a 21.000

    Ti piace? Thumb up 8 Thumb down 7

  36. Sara Curioni | ago 24, 2013 | Reply

    @Andrea C.
    Hiroshi, Capotreno, 8,20 e NO-PD penso siano sempre la stessa persona, e ti dirò di più, è anche No PD al quale ho risposto ampiamente in quest’altro articolo http://rovato.org/2013/08/19/treni-interregionali-cancellati-parte-la-raccolta-firme/comment-page-1/#comment-22045.
    Lasciamo perdere chi per partito preso difende decisioni palesemente errate, e concentriamo le nostre forze in un’azione contro la soppressione degli otto interregionali.

    @paolone grazie per aver condiviso il link della petizione https://www.change.org/it/petizioni/alla-regione-veneto-mantenete-gli-otto-treni-interregionali-della-tratta-milano-venezia-che-volete-sopprimere

    Inoltre per rimanere aggiornati sulla situazione
    Blog: http://pendolarindignati.tumblr.com/
    Facebook: https://www.facebook.com/SoppressioneTreniMilanoVenezianoGrazie
    Twitter: https://twitter.com/Pendolarindigna

    Ti piace? Thumb up 11 Thumb down 8

  37. luisa | nov 6, 2013 | Reply

    Ma!! non spreco parole, il 2107…è un treno inutile? dove andrà tutta la gente che viaggia su quel treno?sul successivo…così viaggeremo tutti appesi ai finestrini? Assurdo.

    Ti piace? Thumb up 5 Thumb down 3

  38. indignata | nov 6, 2013 | Reply

    Sono allibita e indignata da tutta questa strumentalizzazione, mi chiedo come facciano i comitati a non sentirsi tirati per la giacchetta dal PD.

    Riepiloghiamo: l’assessore Veneto (Pdl) sopprime i treni e il PD dà la colpa a Zaia (Lega) tirando in ballo la macroregione che tra l’altro è un ente che non esiste ancora.

    Maroni parla con Zaia e risolve il problema nel giro di 3 mesi sostituendo le 8 corse venete con altrettanti treni regionali lombardi. Forse Luisa non si informa bene. Questo grazie ai sindaci e ai consiglieri regionali leghisti e non certo al PD lombardo che pensa solo alle tessere e alle pimarie.

    Tutto è bene quel che finisce bene, ora non resta che dire bye bye PD arrivederci alla prossima montatura polemica fatta a suon di comunicati stampa e servizi sul TgR Pisapia.

    Compagni vergognatevi!

    Ti piace? Thumb up 2 Thumb down 6

  39. @ indignata | nov 6, 2013 | Reply

    Torna nella sezione della Lega va!

    Ti piace? Thumb up 5 Thumb down 2

  40. giuseppe fava | nov 6, 2013 | Reply

    Gli 8 treni non sono veneti ma interessano il Veneto e la lombardia. Inoltre la Lombardia ha risolto parzialmente il problema nel senso che i treni partono da Milano ed arrivano a Verona e viceversa. Il problema rimane per chi deve andare oltre Verona fino a Venezia, inclusi capoluoghi quali Vicenza e Padova. Chiaramente l’impegno della lombardia c’è stato ma evidentemente da parte del Veneto sono state fatte scelte diverse.

    Ti piace? Thumb up 5 Thumb down 2

  41. @ fava | nov 6, 2013 | Reply

    ma che dice?!? gli 8 treni soppressi erano Trenitalia ma pagati dal Veneto. La Lombardia li ha sostituiti con 8 regionali Trenord pagati dalla Lombardia. Non diciamo inesattezze prego!
    Com’è giusto che sia ai treni pendolari lombardi ci pensa la Lombardia, a quelli veneti il Veneto.
    PS si è dimenticato di dire che la Lombardia pagherà la tratta fino a Verona. Poteva fermarsi prima ma anche in questo ha garantito in pieno i diritti alla mobilità dei lombardi che studiano a Verona.
    Saluti.

    Ti piace? Thumb up 1 Thumb down 2

  42. giuseppe fava | nov 6, 2013 | Reply

    Immagino che lei sappia che Trenord è una società costituita a suo tempo tra Ferrovie Nord (controllata dalla Regione Lombardia) e Trenitalia. Detto questo la mobilità tra le due regioni non può che essere assicurata a livello interregionale. Non mi sono dimenticato affatto di dire che la Lombardia pagherà la tratta fino a Verona tant’è che ho scritto che c’è stato l’impegno della Lombardia. Ho aggiunto che il Veneto ha fatto scelte diverse. In ogni casso presumo che lei sappia che anche a Padova esiste un ateneo di tutto rispetto frequentato non solo da studenti veneti e che Venezia è una meta turistica che, a mio avviso, dovrebbe essere fruita con costi di trasporto accessibili anche da cittadini che non possono permettersi il costo delle Frecce.

    Ti piace? Thumb up 1 Thumb down 0



Sorry, comments for this entry are closed at this time.