Polizia locale di Rovato sequestra cibo in corso Bonomelli. Nei guai un autotrasportatore milanese.

11102012111822Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Rovato:

La polizia locale di Rovato, in collaborazione con l’Asl, sequestra trenta chili di cibo.  Ancora un ottimo risultato per la polizia locale di Rovato, coordinata dal comandante Andrea Agnini. Mercoledì pomeriggio alle ore 16,30 durante un normale controllo del territorio gli agenti, in corso Bonomelli, hanno notato una persona intenta a scaricare dei generi alimentari da autocarro. La merce era diretta a un esercizio commerciale di vicinato sito lungo la medesima via.

Valutate le modalità di scarico ed il tipo di autocarro utilizzato gli operanti hanno deciso di effettuare il controllo della merce e delle relative autorizzazioni. È stato identificato il conducente del veicolo, tale C.F., trasportatore per una ditta con sede in provincia di Milano che si occupa di distribuzione di generi alimentari. Il C.F. trasportava i prodotti alimentari , all’interno del cassone non omologato per il trasporto di generi alimentari, privo di coibentazione termica o altro ausilio per il mantenimento di regolare temperatura.

All’interno dell’autocarro sono stati rivenuti generi di pasticceria vari, con vaschette in plastica non termosaldate e di facile apertura, prive di qualsivoglia etichettatura. Valutate le condizioni igieniche dei generi alimentari i poliziotti locali hanno contattato  il servizio di Igiene e Medicina di Comunità dell’asl di Brescia sezione di Rovato. Sono state sequestrate 120 unità di generi (per un totale di circa 30 kg di merce) di pasticceria, alcune prelevate direttamente dall’autocarro ed altre recuperati in seguito presso il negozio di C.so S. Bonomelli. Tutto il materiale sequestrato e distrutto conteneva presumibilmente uova, burro, latte, farine glucosio e altro materiale deperibile. Il comando, unitamente alla Asl di competenza, sta attualmente valutando le sanzioni da applicare alla ditta in quanto il conducente non era in grado di produrre documenti relativi alla provenienza e confezionamento del prodotto trasportato ovvero della loro rintracciabilità ai sensi del Rec. CEE 178/02, ne di produrre documentazione di notifica sanitaria (SCIA) dell’automezzo adibito al trasporto del materiale.

Gli organi deputati al controllo alimentare unitamente al Comando di Polizia locale cercano di prevenire questo fenomeno che, oltre che ad essere illegale, può provocare gravi danni alla salute dei cittadini. “Alla polizia locale-dice il sindaco Roberta Martinelli in accordo con la giunta- vanno i miei complimenti e ringraziamenti”

RSS Feed for This Post8 Comment(s)

  1. test | lug 28, 2013 | Reply

    Hanno arrestato i pasticcini, grandissiam operazione

    Ti piace? Thumb up 4 Thumb down 19

  2. @ test | lug 29, 2013 | Reply

    Hanno arrestato i pasticcini? La tua vorrebbe essere una battuta ma non lo è….. Dopo la serie di indulti e indultini svota carceri votati da pd e pdl non mi stupirei di vedere armi e refurtive messe in gattabuia e i criminali lasciati in libertà o riconsegnati alle famiglie. Il mondo alla rovescia….

    Ti piace? Thumb up 10 Thumb down 9

  3. x @ test | lug 30, 2013 | Reply

    O ma questo qua c’ha la fissa del PD. Ma riesci a fare una frase di senso compiuto senza inserire la parola PD? Ammazza oh, devi vivere un gran male.

    Ti piace? Thumb up 6 Thumb down 8

  4. Michela | lug 30, 2013 | Reply

    Pasticcini ? Ma io ho letto che erano prodotti destinati ad una macelleria !

    Ti piace? Thumb up 2 Thumb down 6

  5. Stufo | lug 30, 2013 | Reply

    Complimenti per il rispetto che ha nei confronti di chi opera quotidianamente per tutelare tutti noi.

    Ti piace? Thumb up 22 Thumb down 1

  6. Vogliamo sapere | lug 30, 2013 | Reply

    il nome dell’insegna del negozio e se esso sarà perquisito dalla Asl alla ricerca di eventuali altri prodotti provenienti dalla stessa ditta di trasporti!!!
    Abbiamo il diritto di sapere che negozio è!!!
    Con la salute non si scherza!!!

    Ti piace? Thumb up 18 Thumb down 0

  7. @test | lug 31, 2013 | Reply

    @test che commento del piffero… hanno fatto qualcosa di buono perchè non darne atto?i vigili non sono solo soste ma anche altro..erano sul corso a controllare le strisce blu??comunque bene cosi

    Ti piace? Thumb up 8 Thumb down 1

  8. Stufo | lug 31, 2013 | Reply

    Ci si permette di fare dei commenti del piffero perchè non si è ancora capito che gli agenti di polizia locale (vigili urbani fino al 1986) hanno qualifiche ben precise e per farla breve sono dei pubblici ufficiali come lo sono i poliziotti i carabinieri e i finanzieri e come tali se gli girano le ….. scrivono in Procura. Purtroppo la gente pensa che tanto sono dei normalissimi impiegati comunali e quindi posso permettermi di dire o scrivere quello che voglio, tanto non mi fanno nulla…..è bene ricordare che non è proprio così (vedi l’oltraggio, la diffamazione ecc. ecc.). Forse è giunto il momento di smetterala di mettere in mezzo i “vigili” per attaccare questa o quella amministrazione. Una domanda perche se le forze dell’ ordine (ricordo che la Polizia Locale a livello nazionale non fa parte delle forze dell’ordine) fa un operazione, non si legge mai un commento negativo? anzi difficilmente vengono commentati? Mentre se viene pubblicato qualcosa della Polizia Locale i commenti si sprecano???

    Ti piace? Thumb up 12 Thumb down 0



Sorry, comments for this entry are closed at this time.