Rovato: con l’associazione “Liberi libri” mille antichi volumi e lo storico “Bibbiù”.

A3_RGB_per_webRiceviamo e pubblichiamo dall’associazione culturale Liberi Libri di Rovato: sabato 12 dicembre si presentano bel mille libri sulla storia di Rovato, venerdì 18 dicembre arriva invece lo storico “Bibbiù” di Achille Platto.

Buongiorno,

certi di fare cosa gradita vi comunichiamo che sabato 12 dicembre alle ore 17.00 presso la sala studio della Biblioteca Comunale C.Cantù di Rovato si terrà la presentazione del fondo librario antico lasciato da Don Carlo Mazza e da Ettore Spalenza.

Alla conferenza, organizzata dalla biblioteca comunale in collaborazione con l’amministrazione e l’Associazione Liberi Libri, interverranno Ivano Bianchini e le curatrici della catalogazione del fondo antico, la Dott.ssa Alessandra Veronese e la Dott.ssa Elisabetta Zonca.

Durante l’incontro sarà possibile visionare alcuni dei libri antichi.

A seguire l’inaugurazione della targa commemorativa scelta dal generoso donatore che ha contribuito alla realizzazione di questo lavoro e buffet di chiusura.

BIBBIU’ – L’associazione Liberi Libri poi venerdì 18 dicembre augura buone feste a soci e amici con l’allestimento del “Bibbiù”, storico e popolarissimo spettacolo, mai realizzato a Rovato, di e con Achille Platto. bibbiu2 [271336]

L’opera, in versi endecasillabi, è una re-invenzione in chiave comico-grottesca ma anche tragica dei passi più popolari del Vecchio e Nuovo Testamento. La lingua impiegata è il dialetto bresciano e lo scenario su cui le storie si snodano è la campagna bresciana, come pure bresciani e contadini sono i personaggi che vengono via via delineati.

Così, dalla Creazione del mondo al Peccato originale, da Caino e Abele all’Annunciazione fino a giungere al drammatico momento della Passione, si alternano personaggi colti nella loro quotidianità con problemi , aspirazioni e crudeltà che ci riportano al nostro tempo. Il testo sacro dunque viene riportato entro un’esperienza tutta rustica e paesana in cui Dio rappresenta il vecchio Padrù terriero, al quale i contadini dovevano sempre e comunque inchinarsi per scongiurare la sua collera.

Appuntamento immancabile dunque, venerdì 18 dicembre alle ore 21.00 presso la Sala della Comunità Mons. Luigi Zenucchini, nell’omonima piazza a Rovato.

A seguire rinfresco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...