Lega Nord all’attacco: “Acqua pubblica? Per il Pd di Franciacorta no!”

legaRiceviamo e pubblichiamo dalla Lega Nord Franciacorta, che copre il collegio 30, dove si trova anche Rovato:

Il 9 Ottobre 2015 tutti i sindaci della nostra provincia sono stati convocati in assemblea per decidere la miglior forma di gestione dell’acqua e della depurazione ai fini dell’affidamento ad un gestore unico provinciale.

Dichiara il segretario della Lega Nord Franciacorta: << Dopo due mesi siamo ancora in attesa di conoscere il parere o leggere un commento del nostro caro PD nostrano franciacortino.

Quest’ultimo, sempre attento a commentare nell’immediato gli avvenimenti più importanti e diramare comunicati fulminei, ad oggi, ancora non si è espresso.

Forse ha capito di aver tradito i propri cittadini? Perché esprimersi a favore della gestione mista quando 26 milioni di cittadini, con il referendum del 2011, si sono espressi per mantenere e difendere il diritto all’acqua pubblica?

Il PD prima organizza banchetti e gazebi per promuovere l’acqua come bene comune e poi indica ai suoi sindaci, ufficiali e “civici”, di votar per ottener l’esatto contrario? >>

Continua Gandossi: << Sono 9 i comuni che si sono astenuti e 38 quelli che hanno votato contro la proposta targata PD. L’acqua è un bene comune e dovrebbe restare pubblica!

Una società privata ha come obiettivo principale il raggiungimento di un utile, com’è possibile garantire che non ci saranno aumenti considerevoli nelle bollette dei cittadini? I sindaci franciacortini dei comuni di Adro, Cazzago, Capriolo, Coccaglio, Rodengo e Rovato, non potranno certo esser accusati di complicità. >>

3 pensieri su “Lega Nord all’attacco: “Acqua pubblica? Per il Pd di Franciacorta no!”

  1. Perchè Gandossi non dice che la proposta della Lega Franciacortina è stata bocciata da Maroni in persona?

    Mi piace

    • Scusate, ma la Lega Nord non era quel partito che approvò l’OBBLIGO di ingresso di capitale privato nella gestione del servizio idrico integrato durante il governo Berlusconi? Ha cambiato idea adesso?

      Mi piace

  2. Basterebbero i commenti precedenti al mio per mettete a tacere i legaioli FranciaCortini.
    Ma son sicuro che arriveranno a dire: chi non cambia mai idea è uno stupido, bla, bla, bla…
    Cheppalle.
    Ad ogni modo, nel 2011, non ho visto un solo cartello che supportasse la battaglia referendaria, anzi: ricordo bene che in alcuni casi gli amministratori leghisti invitarono il loro elettorato a disertare le urne.
    Che oggi si pongano come difensori dell’acqua pubblica e come pubblici accusatori del PD (che comunque ha tradito l’indirizzo referendario) è quanto meno patetico.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...