E’ di Rovato il primo nato bresciano del 2016. Si chiama Ideal Bytygi.

Happy-New-YearE’ di Rovato il primo nato bresciano del 2016.

All’ospedale Mellino Mellini di Chiari, alle 1.42 di venerdì 1 gennaio 2016, è venuto al mondo Ideal Bytygi.  Il piccolo, figlio di una coppia di giovani rovatesi, di nazionalità albanese, papà di 30 anno e mamma di 22, è nato all’ospedale di Chiari ma vivrà a Rovato, dove i genitori risiedono da tempo.

Il piccolo Ideal sta bene e pesa 3 chili e 610 grammi.

Il neorovatese ha battuto sul tempo Marta Cornetti, da genitori di Quinzano, nata alle 3.06 all’ospedale bassaiolo di Manerbio e  Amelia Angoli, nata all’ospedale Civile di Brescia “solo” alle 4.53 e che vivrà a Corzano.

ITALIA – In Italia, come racconta invece l’Ansa, Lavinia a Prato e Marco Filippo a Roma sono i nomi dei due bambini che si contendono il primato del primo nato del 2016. Entrambi sono nati infatti alle 00.00 spaccate, al momento giusto per essere registrati come i primi nati di Capodanno.

Lavinia, tre chilogrammi, è nata all’ospedale di Prato dopo un parto naturale.

Marco Filippo è venuto alla luce all’ospedale Cristo Re della Capitale, che già l’anno scorso aveva ottenuto il primato della prima nascita dell’anno. Il neonato pesa più di tre chili e mezzo ed è figlio di una coppia di origini peruviane che da tempo vive in Italia.

Per un minuto Lavinia e Marco Filippo hanno battuto Carlotta, venuta alla luce alle 00.01 all’ospedale di Piario (Bergamo).

A mezzanotte e due minuti, invece, è nato Josef, sesto figlio di una coppia residente a Vipiteno, in Trentino Alto Adige. A mezzanotte e tre minuti è venuto alla luce, all’ospedale Sant’Andrea della Spezia, il piccolo Amir Salih, figlio di una coppia di cittadini marocchini che vivono nella città ligure da anni. E ancora, alle 00.06 è nato Tommaso, primo bimbo venuto al mondo all’ospedale Sant’Anna di Torino.

Una ventina di minuti dopo l’inizio del nuovo anno è nata Camilla, primo nato in Friuli Venezia Giulia, alla quale come è sempre accaduto da oltre 30 anni l’apicoltore Gigi Nardini ha donato mezzo quintale di miele.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...