ROVATO E LA SUA STORIA: DA DOVE ARRIVA IL NOME FRANCIACORTA?

come-intraprendere-il-percorso-enogastronomico-culturale-nella-zona-della-franciacorta_687e1efb5eab018cfa16c18acca06d1fDal sito del Comune di Rovato:

Numerose sono le leggende che circolano attorno al nome Franciacorta che evoca suggestioni d’oltralpe. Tra le favole sulla sua origine, una vede addirittura in Carlo Magno l’ideatore del toponimo: l’imperatore, dopo aver giurato di festeggiare San Dionigi a Parigi e trovandosi invece accampato in un piccolo e sconosciuto paese del bresciano, fu costretto, per rimanere fedele alla promessa, a proclamare “piccola Francia” quel lembo di terra.

Un’altra leggenda si riferisce all’occupazione da parte delle truppe francesi di Carlo d’Angiò, che trasformarono la loro breve permanenza in un fastidioso tormento per i civili e le donne del luogo. Da una sommossa popolare si sarebbero perciò levate le grida:”Francesi, andatevene, perché qui la Francia sarà corta”.

La disputa etimologia non ha ancora dato luogo a una spiegazione definitiva anche se gli studiosi di storia locale sono propensi a credere che la vera origine del nome Franciacorta derivi dalle francae curtes , le piccole comunità di monaci benedettini che, durante il Medioevo, erano esentate dalle tasse a condizione che bonificassero e lavorassero la terra a loro affidata. Certo è che il toponimo compare in un’ordinanza dell’ ottavo libro degli Statuta Communis Civitatis Brixiae dell’anno 1277, all’interno di un’ingiunzione di pagamento fatta ai comuni di Gussago, Sale, Urago, Rodengo e Ronco.

L’esatta definizione geografica della Franciacorta compare invece nello statuto del Doge Francesco Foscari (1429) e la prima rappresentazione cartografica risale al 1469. Quest’ultima si trova in una carta conservata nella biblioteca estense di Modena, dove è indicata con il nome Franciacorta la parte tra l’anfiteatro morenico e il lago d’ Iseo. Attualmente si considera Franciacorta il territorio delimitato a est dal proseguimento delle Alpi Retiche che dividono la Valle Canonica dalla Val Trompia, a ovest dal confine della provincia di Bergamo che corre lungo il fiume Oglio, a sud dalla statale Brescia Bergamo, che lambisce Rovato e il Monte Orfano

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...