Non solo Rovato: i sindaci di Cogeme dicono sì alla vendita di Lgh ad A2A

imageVia libera dell’Assemblea dei sindaci di Cogeme. compreso quello di Rovato, Tiziano Belotti, alla vendita del 51% delle quote di Lgh ad A2A.

Il riassunto della vicenda proposta dall’agenzia di stampa Reuters:

* Valotti: “Entro 31 gennaio sottoscrizione contratto con Linea”

* Con Acsm-Agam “no tavoli aperti, vediamo se ci sono condizioni”

di Giancarlo Navach

MILANO, 13 gennaio (Reuters) – Entro il 31 gennaio A2A e Linea Group holding sottoscriveranno il contratto che prevede l’acquisizione del 51% del capitale della multiutility di Cremona, Crema, Lodi, Pavia e Rovato da parte di A2A. L’offerta sarà mista, ma i singoli soci Lgh potranno decidere se ricevere contanti o azioni della superutility lombarda in concambio.

E’ quanto ha detto il presidente di A2A, Giovanni Valotti, dopo che ieri dall’assemblea Cogeme, che unisce i soci della provincia bresciana della utility, è giunto l’ultimo via libera all’operazione. Trascorsi mesi di trattative con vari tira e molla tra alcuni azionisti di Lgh, A2A è riuscita a portare a casa l’acquisizione che rafforza l’azienda in Lombardia. La prossima potrebe riguardare la vicina Acsm Como, anche se al momento non ci sono tavoli aperti.

“Con l’assemblea di Cogeme ieri è stata approvata da tutti i soci l’operazione. Entro il 31 gennaio passeremo alla sottoscrizione del contratto fra le due aziende”, ha spiegato il manager.

Ci saranno poi i tempi tecnici del closing dell’operazione che richiede alcuni passaggi all’Antitrust e la stesura condivisa del piano industriale. “Stimiamo che ci vorranno tre mesi perché ci siano le nomine e la società sia operativa”, ha aggiunto.

L’offerta valorizza la società 250 milioni di euro e la modalità del pagamento “è una delle cose che definiremo nel contratto. La nostra proposta è di un’offerta mista contanti e azioni, ma poi ogni socio Lgh avrà la possibilità di decidere se avere soldi liquidi oppure in concambio azioni A2A”.

E’ stato poi chiesto a Valotti se A2A punterà ora su Acsm Como, di cui detiene il 23,9% del capitale.

Abbiamo un modello di sviluppo in Lombarda e gli abbiamo dato un nome: multiutility lombarda dei territori. L’operazione con Lgh è facilmente riproducibile in altri territori. Noi la proponiamo, chi è interessato si faccia avanti”.

Comunque “non ci sono tavoli ufficiali a oggi aperti con Acsm. Abbiamo comprato un altro 2% prima di Natale come naturale acquisizione. Essendo noi già soci ci siamo allineati alla partecipazione societaria degli altri azionisti, Como e Monza. È sicuramente uno dei territori su cui si può lavorare in prospettiva, ma vedremo se matureranno le condizioni”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...