A2A-LGH-COGEME: ROVATO E ALTRI 7 COMUNI PASSANO ALLE VIE LEGALI.

giunta rovato

Sull’acquisizione da parte di A2A del 51% di Lgh, controllata per un terzo dalla Cogeme di Rovato, accordo siglato lo scorso 4 marzo, ora si adombrano le vie legali.

8 Comuni, capofila Rovato, per circa il 47% del capitale sociale (tutti di area leghista e di destra) hanno in cantiere un procedimento giudiziario per far bocciare la nomina del nuovo cda di Cogeme, quello che poi (con il 50,5% delle quote) ha ultimato l’intesa con A2A.

Di seguito, il testo della delibera numero 49 approvata dalla giunta del Comune di Rovato lo scorso 10 marzo che dà via libera all’azione legale, con Rovato capofila dei Comuni di Cazzago S.M., Castelcovati, Coccaglio, Comezzano-Cizzago, Maclodio, Pontoglio, Trenzano:

La Giunta Comunale Vista la delibera dell’assemblea ordinaria di Cogeme S.p.a. tenutasi in data 05/02/2016, a mezzo della quale l’assemblea ha proceduto alla nomina del Consiglio di Amministrazione;

Visto il relativo verbale; Ritenuta l’illegittimità delle relative statuizioni adottate dall’assemblea;

Ravvisata l’opportunità di promuovere impugnazione con domanda cautelare avverso le suddette statuizioni; Ritenuto di procedere in tal senso unitamente ai Comuni di Cazzago S.M., Castelcovati, Coccaglio, Comezzano-Cizzago, Maclodio, Pontoglio, Trenzano, azionisti di Cogeme, precisando che il Comune di Rovato svolgerà il ruolo di ente capofila, in quanto socio di maggioranza relativa di Cogeme SpA con il 21,512% del capitale sociale;

Accertato che ogni Sindaco provvederà a conferire procura al legale;

Viste le disposizioni dello Statuto Comunale vigente in particolare l’art. 45 che disciplina le modalità di costituzione e di rappresentanza legale dell’Ente in giudizio;

Precisato che, con successiva determinazione, si provvederà a conferire l’incarico per la difesa e la rappresentanza in giudizio del Comune, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi, approvato con delibera di G.C. n. 123 del 06/10/2003, specificando nella stessa l’esatta percentuale della suddivisione delle spese legali tra i Comuni;

Dato atto che le spettanze dell’avvocato, così come i costi vivi, le marche da bollo ed ogni altro onere verranno ripartite tra i Comuni sopra individuati, in ragione delle relative quote rapportate alla somma complessiva dell’azionariato posseduto dai ricorrenti;

Acquisito il parere favorevole sotto il profilo della regolarità tecnica e contabile rispettivamente da parte del Segretario Generale dr. Domenico Siciliano e del Responsabile del settore ragioneria ed economato dr.ssa Milena Brescianini, ai sensi dell’art. 49 del D.lgs. 18/08/2000, n° 267, allegato alla presente deliberazione;

Con voti unanimi, favorevoli e palesi;

d e l i b e r a

1) di autorizzare il Sindaco a promuovere azione giudiziaria, con domanda cautelare, avverso la delibera con la quale l’assemblea ordinaria di Cogeme S.p.a. in data 05/02/2016 ha provveduto a nominare il Consiglio di Amministrazione, fissando in cinque il numero dei suoi componenti e designando, quali amministratori, i signori Giuseppe Mondini, Gianluigi Raineri, Maria Rosa Maffetti, Domenico Bazzardi, Veronica Cadei;

2) di autorizzare il Sindaco a tutti gli adempimenti e le formalità necessarie alla costituzione in giudizio ed a sottoscrivere la relativa procura;

3) di dare atto che, con successiva determinazione, si provvederà a conferire l’incarico per la difesa e la rappresentanza in giudizio del Comune, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi, approvato con delibera di G.C. n. 123 del 06/10/2003, specificando nella stessa l’esatta percentuale della suddivisione delle spese legali tra i Comuni ricorrenti;

4) di dare, altresì, atto che le spettanze dell’avvocato, così come i costi vivi, le marche da bollo ed ogni altro onere verranno ripartite tra i Comuni sopra individuati, in ragione delle relative quote rapportate alla somma complessiva dell’azionariato posseduto dai ricorrenti;

5) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, previa unanime, separata e favorevole votazione palese, ai sensi dell’art. 134, comma 4°, del D.lgs. 18/08/2000, n° 267, onde consentire una immediata tutela degli interessi dell’Ente;

6) di comunicare la presente deliberazione, contestualmente all’affissione all’albo, ai Signori Capigruppo consiliari, ai sensi dell’art. 125 del D.lgs. 18.08.2000, n° 267.

OGGETTO: Autorizzazione al Sindaco a promuovere azione giudiziaria con domanda cautelare avverso la delibera dell’assemblea ordinaria di Cogeme S.p.a, tenutasi in data 05/02/2016, relativa alla nomina del Consiglio di Amministrazione.

Un pensiero su “A2A-LGH-COGEME: ROVATO E ALTRI 7 COMUNI PASSANO ALLE VIE LEGALI.

  1. non si vergognano si sedere su quelle poltrone……..

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...