Rovato: cacciata la seconda assessora al bilancio. Tocca alla Tirelli.

ddIl sindaco di Rovato Tiziano Belotti revoca le deleghe all’assessora al bilancio, macello e farmacia comunale, Tanja Tirelli.

E’ la seconda volta che succede, per le stesse deleghe, dall’entrata in carica dell’Amministrazione nel luglio 2015: a febbraio le deleghe erano state tolte a Marianna Archetti e poi riassegnate proprio alla Tirelli.

Motivazione ufficiale: “è venuto meno il rapporto fiduciario e per evitare l’insorgere di dannose situazioni di conflittualità, che potrebbero ostacolare l’attività collegiale della giunta e il buon andamento dell’azione amministrativa”.

Dietro ci sono le tensioni per la querelle dei volantini anonimi di metà novembre (clicca qui per il post dedicato), secondo cui il vicesindaco Toscani, sua moglie Gabriella Pe’ (consigliere comunale) e i due Assessori Simona Bosio (Servizi Sociali) e Daniela Dotti (Urbanistica) avrebbero nei confronti del Comune di Rovato di cui sono alla guida un consistente debito, che ammonterebbe – si leggerebbe sempre sui volantini – a circa 150mila euro complessivi. Vicenda su cui i quattro esponenti politici della Lega Nord e della civica per Belotti hanno presentato una denuncia, contro ignoti, ai Carabinieri di Rovato.

Sullo sfondo, però, resta la mai risolta guerra interna al Carroccio di Rovato, iniziata ufficialmente con la caduta dell’Amministrazione Martinelli, passata poi dai gossip delle “gole profonde” su Facebook e finita poi sui muri del paese, a mo’ di volantino anonimo.

Sulla vicenda si sono espressi pubblicamente, per ora, la stessa Tirelli e i consiglieri Quaranta e Festa, della Lega Nord, con le parole che trovate di seguito:

“Ricercava la trasparenza, le sono state tolte le deleghe”. Questo è quanto accaduto all’ormai ex assessore Tanja Tirelli, leghista che ha guidato per due anni da segretario di sezione la Lega a Rovato. Una leghista vecchio stampo, con il pallino per la trasparenza e per la tutela prima di tutto del territorio e dei cittadini. 

Tanja Tirelli Lega Nord ex assessore al bilancio: “Mi hanno detto dai vertici che in primis va tutelato l’elettore, colui che ha scelto il partito votandolo o che potrà votarlo in seguito al bene che svolgerò per il paese. Mi sono attenuta a questo. Per primo ho sempre anteposto il bene dei cittadini e la tutela della Lega Nord in quanto rovatese e militante. Sono serena, in 7 mesi ho lavorato con la massima serietà, svolgendo al meglio il mio compito mantenendo un atteggiamento di onestà verso i cittadini rovatesi. Altri invece hanno ben pensato di “eliminare” la persona dalla quale si sentivano probabilmente controllati. Il motivo è semplice. A seguito dei volantini anonimi distribuiti a Rovato che dichiaravano che alcuni amministratori avevano debiti nei confronti del Comune, per motivi di trasparenza verso i rovatesi e di tutela verso l’ente Comunale, ho chiesto informazioni al dirigente finanziario, ma per tutta risposta il Sindaco mi ha revocato le deleghe da assessore. Due assessori al bilancio revocati in poco tempo dal Sindaco senza alcuna motivazione se non dei capricci. Ringrazio i dipendenti comunali che si sono resi sempre disponibili, attivi e seri nel loro lavoro, molto di più che alcuni amministratori”.

Maurizio Festa militante e consigliere comunale Lega Nord: “Non ne sapevo nulla, non sono stato avvisato né dal Sindaco né dalla sezione della Lega della possibilità del ritiro delle deleghe alla Tirelli. Mi spiace molto per Tanja si è impegnata nel suo ruolo in questi mesi. I suoi problemi sono nati quando ha chiesto maggiore trasparenza. Essendo entrambi amministratori e membri della Lega Nord e legati al vecchio dictat del partito che ricercava la serietà e l’onestà dei suoi membri, molto prima del movimento 5 stelle, riesco a comprenderla”

Silvia Quaranta consigliere comunale Lega Nord Rovato: “La Tirelli è sempre molto pignola e prima di fare qualsiasi cosa si documenta. La ricerca della trasparenza e dell’evitare danni erariali all’ente ha avuto come risultato il ritiro delle sue deleghe. Mi lascia l’amaro in bocca questa decisione, due assessori al bilancio cambiati in poco tempo, due militanti della Lega da anni e che si sono adoperate per far in modo che il denaro dei cittadini venga “speso” dai colleghi nel migliore dei modi, senza sprechi. Noi consiglieri non siamo stati interpellati né dall’organo amministrativo né dal partito politico locale, nessuna riunione nella sede della Lega di Rovato. Il Sindaco (che non è leghista) non ha chiamato nessuno di noi. E adesso? Chi sarà il nuovo assessore? Spero vivamente non si cada in subdoli giochetti di poltrone”.

 

Annunci

5 pensieri su “Rovato: cacciata la seconda assessora al bilancio. Tocca alla Tirelli.

  1. nell’attuale amministrazione di leghisti veri non ne vedo nessuno sono dei millantatori non capisco come mai i vertici della lega non intervengano l’unica leghista vera era la Tanja Tirelli voleva scoprire la verità fatta fuori VERGOGNA.
    VORREI se possibile sapere chi è il leader della lega Nord di rovato.

    Mi piace

  2. Pingback: Caso Tirelli: il Pd di Rovato contro la maggioranza, “dilettanti allo sbaraglio”. | Rovato.org

  3. Non fare il furbo “Barba”, che ti hanno sgamato da mesi…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...