Real Franciacorta: primo posto in Terza Categoria. “Il sogno? Un campo di a Rovato…”


CALCIO TERZA CATEGORIA AZZANO MELLA REAL ROVATO  Reporter ZurruRiceviamo e pubblichiamo dal presidente del Real Rovato Franciacorta, Massimo Cocchetti, che ha chiuso la prima parte di campionato al primo posto del campionato di Terza Categoria – girone A, con 30 punti, davanti a Pro Palazzolo e Accademia Rudianese:

L’A.S.D Real Rovato Franciacorta che milita in 3° categoria, Girone A con sede in via Marconi n°12 a Rovato (Ex Stazione Ferroviaria) gioca sul campo sportivo di Erbusco.

Si è candidato Campione d’Inverno dopo un avvincente Girone d’Andata.

Il Presidente Massimo Cocchetti vuole complimentarsi con il fantastico gruppo di giocatori per l’Impegno e la grinta messa in campo, tifosi, sponsor, Allenatore Pierluigi Scaglia e tutto lo Staff tecnico.

Non dimenticando le nostre squadre di Pulcini e Primi calci nelle prime posizioni, grazie al grande lavoro di Allenatori e Accompagnatori.

Un augurio a tutti di Buon Natale e felice anno nuovo

P.S. Regalo per il 2017? La seconda categoria e poter aver un campo sportivo a Rovato per i nostri ragazzi.

Si può sognare.

Annunci

Rovato: torna in vita lo storico orologio dei Frassoni nel “vicolo del ghiaccio”.

 15672765_643379625832940_4583794709029731360_nTorna in attività lo storico orologio Frassoni tra vicolo San Vincenzo (conosciuto anche come “vicolo del ghiaccio” e corso Bonomelli, dopo anni in cui l’opera, frutto dell’ingegno della ditta “Cav. Frassoni” chiusa a Rovato nel 1996, aveva smesso di funzionare.

A darne notizia il Comune di Rovato e la pagina Facebook Rovato del Fare, che così scrive:

“Nella foto mancano l’assessore Simone Agnelli che ha patrocinato il restauro , la Family Banker di Mediolanum Alba Buccio che grazie a noi ha contribuito a sponsorizzare parte dell’opera e il maestro Giampiero Costa della prestigiosa scuola Ricchino che ha seguito passo passo i lavori.

Una citazione ancora al ns Art Director Aurelio Bergomi e naturalmente a noi ( Alberto e Giorgio ) che con la nostra passione abbiamo innescato il tutto”.

Rovato: al Don Gnocchi da oggi la prima Wikipedia mondiale della riabilitazione.

sApre oggi, venerdì, al Don Gnocchi di Rovato, il primo centro mondiale Cochrane dedicato alla riabilitazione sanitaria.

Così parla dell’iniziativa Vita, lo storico settimanale italiano dedicato al mondo del terzo settore e realizzato, da oltre vent’anni, grazie alla collaborazione di sessanta delle più importanti Ong d’Italia come  Acli, Save the Children, Abio, Associazione Dynamo, Trenta ore per la vita, Avis, Consorzio Gino Mattarelli, Confartigianato, Centro sportivo Italiano, CSVnet, Aiutare i bambini, Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Exodus, Lega del filo d’oro, Opera San Francesco, Telefono Azzurro e WWF Italia:

“Cochrane è una sorta di “wikipedia della sanità”, fatta da persone autorevoli, senza sponsorizzazioni commerciali, che in vent’anni è diventata il gold standard per l’affidabilità delle sue informazioni. Da domani il Centro Spalenza della Fondazione Don Gnocchi a Rovato sarà il primo centro al mondo della rete Cochrane dedicato alla riabilitazione

Venerdì 16 dicembre al Centro “Spalenza – Fondazione Don Gnocchi” di Rovato, in provincia di Brescia, apre ufficialmente il Field Cochrane Rehabilitation. L’evento sarà trasmesso on line dalle ore 9 su http://www.rehabilitation.cochrane.org, accompagnato anche da messaggi su canali Facebook, Twitter e YouTube di @CochraneRehab. Rovato sarà la quinta struttura Cochrane in Italia e l’unica al mondo ad occuparsi di riabilitazione.

Ma cos’è Cochrane? Si tratta di una rete globale indipendente di ricercatori, professionisti, pazienti, care-givers e persone interessate alla salute. Questa rete di 37.000 contributori, provenienti da oltre 130 Paesi, produce informazioni sanitarie credibili ed accessibili, senza sponsorizzazioni commerciali né conflitti di interesse….”

Continua a leggere l’articolo sul Don Gnocchi di Rovato qui, sul sito del settimanale Vita

Non solo Rovato: a due passi da noi uno dei migliori bar-pasticceria d’Italia secondo il Gambero Rosso.

ddA cinque minuti d’automobile da Rovato, nella vicina Erbusco, c’è uno dei migliori bar – pasticceria d’Italia.

A stabilirlo il prestigioso “Gambero Rosso”, la Bibbia del settore, che ha premiato con il massimo punteggio, i Tre Chicchi e Tre Tazzine, la “Pasticceria Roberto”, attiva dal 1981 in via Provinciale, 38 a Erbusco.

Così ne parla il Gambero Rosso:

Un cascinale del 1800 ospita pasticceria, bar e, da pochissimo, una nuova cucina-laboratorio. È la Pasticceria Roberto di Erbusco, guidata da Giovanni Cavalleri, che quest’anno si è aggiudicata Tre Chicchi e Tre Tazzine nell’edizione 2017 della guida Bar d’Italia del Gambero Rosso.

Torte, mignon, panettoni, macaron, praline ma anche cocktail, pasticceria salata, panini gourmet e naturalmente tanto ottimo caffè. Dagli esordi del locale nel 1981 a oggi, la Pasticceria Roberto ha fatto tanta strada, ampliando offerta e locali grazie a Giovanni Cavalleri, erede della tradizione di famiglia e membro dell’Accademia maestri pasticceri italiani. Dopo essere stato premiata dalla guida Pasticceri&Pasticcerie d’Italia, quest’anno la Pasticceria Roberto si è aggiudicata anche il massimo riconoscimento nell’edizione 2017 della guida Bar d’Italia, Tre Chicchi e Tre Tazzine….

Rovato: due giovani bloccati. Sono sospettati di una lunga serie di furti.

r-centroDue giovani di 22 e 25 anni bloccati a Rovato nelle prime ore di Santa Lucia dai Carabinieri.

I due sono stati fermati mentre, a piedi, si trovavano a poca distanza dal Cafè Cortido di via Palazzo, nella piazzetta del Municipio, dove con un piede di porco avevano cercato di forzare l’ingresso.

Gli inquirenti pensano possano essere responsabili di altri colpi analoghi, riusciti o tentati, durante questa prima metà del mese di dicembre.

Lunga la lista dei posti visitati: lo stesso palazzo municipale, due volte (asportate le monetine dei distributori di caffè), la vicina cooperativa Cealf (dove non c’era denaro) e, in ben tre occasioni differenti, la Fondazione “Rovato Centro”, la scuola per l’infanzia e asilo nido di via IV Novembre, dove in almeno un paio di situazioni la coppia di giovani, residenti in paese e di nazionalità serba, avrebbe pure mangiato del cibo presente a scuola, ribaltando le sezioni frequentate da bambini tra i tre mesi e i sei anni, dormendo in alcuni lettini.

Le indagini ora proseguono.

Da Rovato alla Franciacorta: Rosubud lancia Natus, lo spirito autentico del Natale

per_webFino all’8 gennaio si terrà Natus, rassegna natalizia ideata e organizzata dall’agenzia Rosebud Eventi di Rovato in collaborazione con i comuni di Orzinuovi, Erbusco e Cologne.
La rassegna vedrà l’alternanza di eventi molto diversificati tra loro ma accomunati da un unico intento: concerti, letture, musica e canti offriranno visioni di un Natale spogliato da ogni orpello commerciale, per stimolare la riflessione, gli animi e gli intelletti di credenti e non.
Gli spettacoli sono ispirati ai Vangeli proclamati nelle quattro messe celebrate tra il 24 e il 25 dicembre e vogliono esaltare l’atmosfera più intima e umile che caratterizza questa festa, che è prima di tutto una festa cristiana e che, tuttavia può dire qualcosa anche ai non cristiani.
Oggi infatti il Natale diviene facilmente il regalo spesso poco sentito, l’addobbo, le vacanze, la corsa agli acquisti dell’ultimo momento, tutte manifestazioni di un’inconsapevolezza generalizzata di ciò che in quel momento si vive.
Natus ci riporterà alla vera essenza del Natale, alla sua vera natura.
La rassegna ospiterà inoltre artisti noti del panorama culturale bresciano: l’attore Luciano Bertoli, il chitarrista Marco Tiraboschi, il gruppo musicale Lux Vivens con la direttrice artistica Patrizia Maranesi e la soprano Mariantonia Bombardieri.

VILLA CANTU DI ROVATO: “LUOGO DI ACCOGLIENZA E DI QUALITÀ SOCIALE”. DOMENICA CONCERTO.

affDomenica 11 dicembre alle ore 18.30 appuntamento di prestigio al Convento dell’Annunciata di Rovato con Il Concerto dell’Orchestra V. Galilei della Scuola di Musica di Fiesole, nell’ambito della Giornata internazionale dei Diritti Umani e dalla collaborazione tra Asst Franciacorta, Consorzio Cascina Clarabella, Comune di Rovato e associazione Pangloss.

Verranno eseguiti quattro (il Terzo, il Quarto, il Quinto ed il Sesto) dei sei Concerti Brandeburghesi di Bach, come furono battezzati nel 1873 dal biografo Philipp Spitta i “Concerts avec plusieurs instruments”, inviati nel 1721 da Bach a Christian Ludwig, margravio del Brandeburgo, perché questi potesse farli eseguire dalla sua orchestra. Il Maestro Enrico Casazza sarà alla guida dell’ensemble, mentre i ruoli principali saranno affidati ad alcuni docenti dell’Istituto Superiore Studi Musicali “Gaetano Donizetti” di Bergamo: i flautisti Paola Bonora e Michele Podera ed il cembalista Thomas Gavazzi.

A loro si unirà anche Edoardo Rosadini, maestro preparatore dell’orchestra e viola solista per il Sesto Concerto. Orchestra Vincenzo Galilei Attiva dal 1992, è formata dagli allievi dei corsi superiori della Scuola di Musica di Fiesole. L’hanno diretta fra gli altri Salvatore Accardo, Rinaldo Alessandrini, Alan Curtis, Giampaolo Pretto e Francesco Maria Sardelli. Numerose le incisioni per ARTS, Brilliant, La Fenice e NBB Records. Il progetto dedicato ai Concerti Brandeburghesi nella scorsa primavera ha portato a Fiesole il violinista Enrico Casazza in qualità di maestro concertatore e solista.

Continua a leggere