Testamento biologico: pienone a Rovato per l’incontro della “Casa del Sole” Onlus.

 img-20170128-wa0023Una sala del Foro Boario di Rovato così piena la si era vista davvero poche volte in passato per un incontro senza “sponsor” di partito o grandi nomi in cartellone.

Eppure, venerdì scorso, le sedie di piazza Garibaldi non sono bastate a contenere il pubblico intervento all’incontro informativo “Chi decide alla fine della mia vita?”, incentrato su testamento biologico e fine vita, e organizzato dall’associazione rovatese Casa del Sole Onlus, assieme alla “Maffeo Chiecca” di Rudiano (da quasi trent’anni impegnata in difesa dei diritti degli ammalati) e con il patrocinio del Comune di Rovato (rappresentato in sala dagli assessori Sonia Bosio e Giorgio Conti).

Un incontro particolarmente denso di informazioni e possibilità, come quella di istituire anche a Rovato le cosiddette Dat, “Dichiarazioni anticipate di trattamento”, già attive a Chiari e Rudiano, con la possibilità  di depositare in Anagrafe le proprie volontà in caso di malattia cronica degenerativa.

Una scelta che non esitiamo a definire, come Rovato.org, di pure e semplice dignità.

La presenza in sala, oltre che degli assessori di maggioranza, di diversi consiglieri di opposizione, tra cui Luciana Buffoli (Rovato civica), vicepresidente della Casa del Sole Onlus e tra i relatori della serata, speriamo sia un buon viatico per una rapida intesa bipartisan anche in Consiglio comunale a Rovato.

Annunci

Politica: a Rovato Giorgio Conti nuovo assessore. Ad Adro condanne per Lancini&co.

fffGrosse novità a Rovato (e dintorni) sul fronte politico.

Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti ha nominato un nuovo assessore: a sport, turismo e associazioni (deleghe finora nelle mani di Simone Agnelli, che tiene istruzione e cultura, oltre a quella recente al bilancio) arriva Giorgio Conti, 59anni, conosciuto showman, dj, presentatore radio-tv (in foto).

Conti era stato nel mandato precedente e nell’ultima campagna elettorale uomo di punta dell’ex sindaca Roberta Martinelli, che proprio settimana scorsa aveva nominato l’ex sindaco Simone Toninelli coordinatore del suo movimento e responsabile dei rapporti con gli altri partiti: una mossa di avvicinamento all’attuale maggioranza. Clicca qui per il decreto di nomina di Conti ad assessore.

Nel frattempo lunedì 30 gennaio (alle 19…e 17 minuti) Consiglio comunale, dove tutte le opposizioni (tranne la Martinelli) presenteranno un'”interrogazione urgente sull’esistenza di cause di incompatibilità o di conflitto di interessi degli amministratori comunali, anche in relazione alla revoca dell’assessore Tirelli”, già delegata al bilancio.

Continua a leggere

Avis di Rovato: nel fine settimana assemblea annuale e rinnovo del Consiglio direttivo.

 dL’Avis di Rovato chiama a raccolta i suoi iscritti per l’assemblea annuale, quest’anno particolarmente importante, perchè prevede anche le votazioni per il rinnovo del Consiglio direttivo fino al 2020.

Appuntamento in via Camillo Golgi, 2, accanto al centro riabilitativo “Spalenza – Don Gnocchi”, dalle ore 17 di sabato.

Fino dalle ore 15 (chiusura seggi alle 19) si potrà invece votare per il rinnovo del Consiglio. Il seggio riaprirà poi domenica, dalle ore 8 alle ore 12.

In concomitanza con le votazioni, iscritti, simpatizzanti e semplici cittadini potranno anche vedere la mostra fotografica “Scopri il volontario che c’è in te”, curata da Massimo Alfano.

Il sodalizio guidato oggi da Giovanni Cicolari chiama alla partecipazione non solo gli iscritti (oltre un migliaio) dell’Avis di Rovato, ma tutta la popolazione, ribadendo l’importanza delle donazioni anche per il 2017, che sarà il 61esimo anno di vita del sodalizio rovatese.

Continua a leggere

Omicidio a Clarabella: i durissimi post dell’ex sindaco di Rovato, Roberto Manenti.

ghfLa morte sul lavoro della 25enne Nadia Pulvirenti, la terapista della riabilitazione psichiatrica di origini siracusane (ma residente a Castegnato) uccisa a coltellate martedì 24 gennaio all’interno della Cascina Clarabella di Iseo dal Abderrhaim El Mouckhtari, da anni in cura nella struttura, è stata ripresa in due durissimi post pubblicati su Facebook da Roberto Manenti, già sindaco di Rovato, oggi presidente del Consiglio comunale della capitale della Franciacorta.

In attesa della prossima seduta, attesa per lunedì 30 gennaio al Municipio di via Lamarmora, 7 (inizio fissato alle 19…e 17 minuti dallo stesso Manenti), riprendiamo di seguito i due post:

se dovrà esserci una rivoluzione allora sia, ma non si illudano coloro che pensano che la forza sia nel voto e nel cambiamento democratico. Chi ci governa ci ha tolto il diritto di voto, e quando i boiardi di stato decideranno che sarà il momento di invitare il popolo alle urne sarà solo perchè la legge elettorale favorirà solo loro. Quando una forza politica insiste perchè il popolo non possa votare chi vuole, dando la preferenza a chi esso ritiene più meritevole di rappresentarlo, si è arrivati alla frutta. Ritengo che, se domani, fosse liberamente possibile votare i propri rappresentanti al parlamento e al senato, non sò quanti di quelli che oggi siedono a palazzo li rivedremmo rieletti. Questi maledetti burocrati vanno cacciati a tutti i costi. Il popolo è stanco di manfrine e sacrifici, non è più una questione di destra o sinistra ma è il momento di far valere la forza dei cittadini onesti, che sono stufi di mantenere questa gentaglia nelle istituzioni.

Continua a leggere

Politica: a Rovato torna in pista l’ex vicesindaco Simone Toninelli

roberta-martinelli-rovatoNovità politiche a Rovato, stavolta in casa civica moderata, con la lista dell’ex Sindaco, Roberta Martinelli, che ha nominato un nuovo coordinatore: è l’ex vicesindaco, assessore ai servizi sociali ed esponente del Pdl, Simone Toninelli.

Di seguito la nota che annuncia la nuova figura:

Il gruppo consiliare Roberta Martinelli Sindaco ha nominato quale coordinatore Simone Toninelli, già vicesindaco e assessore ai servizi sociali del Comune di Rovato.

“A distanza di quasi due anni dalla ultime amministrative ci è sembrato opportuno nominare un coordinatore che dia continuità al gruppo civico costituito in occasione della tornata elettorale del 2015 – afferma l’ex Sindaco Roberta Martinelli. – Il coordinatore oltre ad occuparsi della gestione e comunicazione interna curerà i rapporti con i partiti politici del territorio. Toninelli sarà affiancato anche da altri membri del gruppo che, in base alle rispettive competenze, supporteranno le sue attività”.

Continua a leggere

Testamento biologico: “La Casa del Sole” ne parla venerdì al Foro Boario di Rovato.

16142711_10210519116007626_5387959249135261434_nVenerdì 27 gennaio alle 20,30, presso la sala Foro Boario di Rovato, in piazza Garibaldi 1, l’associazione La Casa del Sole Onlus, in collaborazione con l’associazione Maffeo Chiecca, organizza una serata di approfondimento su un tema di particolare attualità: il testamento biologico.

L’iniziativa è patrocinata dal comune di Rovato.

“Il fine di questo convegno”, spiega Luciana Buffoli, referente dell’associazione rovatese che ha sede dal giugno 2014 nell’ex stazione ferroviaria Rovato Borgo di via Lombardia, “è informare e sensibilizzare la cittadinanza sui diritti dei cittadini rispetto all’accanimento terapeutico alla fine della nostra vita. Riprendendo le parole del dottor Lazzari, il relatore della serata, vogliamo informare che, con il testamento biologico, è possibile decidere quali trattamenti accettare o rifiutare quando, a causa di un danno irreversibile e incompatibile con la vita, non si fosse più nella condizione di esprimere le proprie volontà”.

“Non si sta parlando di eutanasia”, aggiunge la dottoressa Patrizia Calia, presidentessa della Casa del Sole. “Piuttosto di anticipare le nostre volontà e fare in modo che vengano rispettate qualora ci trovassimo in condizioni di malattia dichiarata irreversibile, dopo un’accurata analisi clinica e terapeutica. Possiamo quindi opporci all’accanimento terapeutico”, conclude, “quando la malattia, nel suo decorso, arriva alla sua naturale conclusione”.

La serata è curata da tre relatori: il dottor Angelo Lazzari, presidente dell’associazione Maffeo Chiecca cure palliative, il notaio Roberto Santarpia e la dottoressa Roberta Morini, responsabile scientifico Aisla di Brescia. Nel corso dell’incontro verranno approfondite le tematiche sanitarie, legali ed etiche sul testamento biologico.

Per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente La Casa del Sole Onlus:

il sito internet cliccando qui

la pagina facebook cliccando qui

 

Non solo calcio: 15 anni fa, in A4 a Rovato, la morte dello “sceriffo” Vittorio Mero.

merorovatoQuindici anni fa, il 23 gennaio 2002, moriva a pochi passi dal casello A4 di Rovato “Lo Sceriffo”, alias Vittorio Mero, 27enne difensore del Brescia Calcio.

Mero morì nello schianto della sua vettura, diretta verso Brescia, di ritorno dalla sua famiglia. La squadra, alle 17.30, era impegnata a Parma in Coppia Italia, ma il calciatore vercellese era squalificato, e quindi non era partito con Baggio e compagni alla volta del Tardini.

Mero quel giorno era ad allenarsi a Erbusco. Lui ed Emanuele Filippini squalificati, l’ austriaco Schopp e il polacco Kosminski infortunati, si erano allenati come sempre al mattino, in Franciacorta, prima del pranzo al Touring di Coccaglio.

Dopo pranzo la partenza di Mero per Nave, dove abitava con la famiglia. La sua Polo, però, poco dopo l’ingresso in autostrada a Rovato, andò a incastrarsi sotto il cassone di un autocarro che era stato urtato a sua volta da un Tir: l’autista, un 40enne di Como, non si fermò subito, finendo poi arrestato per omissione di soccorso nelle ore successive.

Continua a leggere