Non solo Rovato: il Franciacorta Docg protagonista a Prowein, fiera mondiale del vino.

Il Franciacorta Docg si presenta a Prowein, una delle più grandi fiere mondiali del vino che si tiene ogni anno a Dusseldorf, Germania, con rinnovato entusiasmo per raccontare la propria cultura e qualità al pubblico tedesco, con un’area di 121 metri quadrati.

Appuntamento dal 19 al 21 marzio.

Oltre ai 19 desk delle aziende partecipanti, saranno presenti più di 20 differenti Franciacorta a un banco di mescita comune: all’interno dello stand quadrangolare è stata ricavata una sala per le degustazioni, dove si terranno due appuntamenti per operatori e appassionati.

La Germania è uno dei mercati esteri in cui il Consorzio Franciacorta ha scelto di investire; nel 2016 è cresciuta del 24% rispetto al 2015 e rappresenta il 13.2 % dell’export totale.

“Il mercato tedesco sta dimostrando di apprezzare sempre più il Franciacorta, come confermano i dati relativi all’export. Un ottimo segnale che ci stimola a proseguire nelle nostre attività per raccontare la cultura del Franciacorta a un pubblico molto esigente – commenta Vittorio Moretti, presidente del Consorzio Franciacorta. Prowein è un’ottima occasione per incontrare numerosi esperti e creare nuove opportunità, con un appeal internazionale”.

Tre giornate nelle quali sarà possibile degustare i Franciacorta dei numerosi produttori, che insieme condividono impegno e passione nella produzione e promozione del vino diventato ormai l’icona dei brindisi più esclusivi.

Gli eventi in programma:

– Domenica 19 marzo alle ore 11 e alle 14 Stand Franciacorta HALLE 15 F03.

– Lunedì 20 marzo, alle ore 11 e alle 14 Stand Franciacorta HALLE 15 F03.

FRANCIACORTA ITALY’S BEST BUBBLES

Nelle giornate di domenica e lunedì si terranno due seminari condotti dal noto giornalista Jens Priewe (FEINSCHMECKER, weinkenner.de) che guiderà una speciale degustazione di tipologie di Franciacorta: Extra Brut, Brut, Millesimato, Satèn, Rosé e Rosé Millesimato.

CANTINE PRESENTI PRESSO HALLE 15 STAND F03

Antica Fratta, Barone Pizzini, Biondelli, Bonfadini, Castelveder, Contadi Castaldi, Cortebianca, Ferghettina, Franca Contea, La Boscaiola, La Fiorita, La Montina, La Valle, Le Marchesine, Le Quattro Terre, Mirabella, Monte Rossa, Mosnel, Villa

CANTINE PRESENTI IN ALTRI STAND

1701 – HALL 13 STAND         E110

Bellavista – HALL 14 STAND D90

Berlucchi Guido – HALL         16 STAND  E01

Ca’ del Bosco – HALL 16 STAND A03

Castello Bonomi – HALL  15 STAND D21

Contadi Castaldi – HALL 16 STAND C22

Le Cantorie – HALL 16 STAND C84

Lo Sparviere – HALL 13          STAND F38

Lovera – HALL        15 STAND A03

Majolini – HALL      16 STAND E71

Quadra – HALL       16 STAND J57

Ricci Curbastro – HALL  15 STAND A42

Villa Crespia – HALL 15 STAND B09

 

Annunci

Domenica a Rovato piccoli atleti di grandi club per il memorial “Luigi Andreoli”.

Domenica 19 marzo 2017  l’Asd Montorfano Rovato Calcio organizza il torneo di calcio giovanile – categoria pulcini – “Luigi Andreoli”, in memoria del nonno di un ragazzo della Montorfano prematuramente scomparso nel 2016, grande sostenitore della Montorfano.

Per ricordarlo, allo stadio in erba sintetica di via dei Platani (Campomaggiore) a Rovato scenderanno in campo i pulcini – anno di nascita 2006 e 2007 – della Montorfano Rovato, che si confronteranno con i pari età di importanti squadre professionistiche della Lombardia.

Nella capitale della Franciacorta arriveranno infatti i giovani calciatori del Brescia, della Cremonese, del Lumezzane e della Feralpi Salò.

L’appuntamento con il primo fischio d’inizio è fissato per le ore 15.00.

Le premiazioni, invece, si terranno alle ore 18.30, al termine dei match e alla presenza dell’assessore allo Sport del Comune di Rovato, Giorgio Conti.

Durante l’intero pomeriggio dirigenti e sostenitori della Montorfano garantiranno un servizio bar e ristoro con bevande, caffè, pane e salamina e patatine fritte.

L’ingresso è libero e gratuito, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

“Rovato del Fare” diventa un’associazione. Ripulita la roggia Fusia.

 Rovato del Fare“, il gruppo Facebook che conta ormai oltre 3.200 membri fondato da Alberto Cicolari e Giorgio Zammarchi per raccogliere segnalazioni su cosa non funziona nella capitale della Franciacorta, girarle agli uffici di competenza (o mettere mano direttamente ai problemi) è diventato associazione e continua nei suoi interventi.

E’ nata infatti l’Associazione “Rovato del Fare”, che si può seguire sempre sull’omonima pagina di Facebook (clicca qui).

Sabato 11 marzo, intanto, un gruppo di “RDFers” (come si chiamano i membri del gruppo) ha ripulito la roggia Fusia, nella zona attigua alle scuole medie “Leonardo Da Vinci”.

Prossimo appuntamento sabato 18 marzo, alle ore 9.30, per ripulire stavolta il parco di via Parini, nella zona meridionale del villaggio San Carlo (alle spalle della sede di Cogeme).

Non solo Rovato: il Festival Franciacorta sbarca a Mantova.

Prima tappa dell’anno per il Festival Franciacorta, che il 13 Marzo arriva a Mantova, nei sontuosi saloni di Palazzo Te.

Biglietti già disponibili in prevendita sul sito http://festivalfranciacorta.eventbrite.it

Mantova, Viale Te, 13

Scarica qui la locandina dell’evento con l’indicazione di tutte le cantine partecipanti e di tutti i dettagli: http://bit.ly/2l810Cp

Banco d’assaggio: dalle ore 16.00 alle ore 21.00.
Oltre 40 Cantine presenti con i propri Franciacorta in degustazione.

– Ore 16.00 – 18.00: Ingresso riservato a Stampa e operatori

– Ore 18.00 – 21.00: Ingresso aperto a Pubblico, Stampa e operatori

– Ore 16.30: Seminario di degustazione (posti limitati): “Le diverse declinazioni dei Franciacorta Rosé”. Il ruolo dei vitigni nell’assemblaggio.
Condotto da Nicola Bonera, Miglior Sommelier d’Italia 2010

– Ore 18.30: Seminario di degustazione (posti limitati): “Indovina Chi?” Degustazione alla cieca di 4 tipologie di Franciacorta.
Condotto da Nicola Bonera, Miglior Sommelier d’Italia 2010

Biglietti d’ingresso e accrediti operatori sono disponibili al sito http://festivalfranciacorta.eventbrite.it/

– Biglietto d’ingresso intero: € 20,00
– Biglietto d’ingresso ridotto per soci AIS, FISAR, Fondazione Italiana Sommelier, ONAV, Slow Food: € 15,00
– Biglietto d’ingresso al seminario: € 10,00 (da aggiungere al biglietto d’ingresso).

Per informazioni sull’evento è possibile contattare l’indirizzo eventi@franciacorta.net

 

Rimborsi Regione Lombardia: chiesti tre anni per il vicesindaco di Rovato Pierluigi Toscani.

 Va verso la sentenza il processo di primo grado sui rimborsi in Regione Lombardia, che coinvolge 57 tra consiglieri ed ex consiglieri, il cosiddetto procedimento “spese pazze”.

 “L’attività istituzionale non si fa al ristorante ma nelle sedi istituzionali”. Lo ha affermato in aula questo pomeriggio, mercoledì 8 marzo, il pm Paolo Filippini, nella sua requisitoria al processo a carico di 57 tra consiglieri ed ex consiglieri della Regione accusati di peculato e alcuni di truffa.

Chieste 56 condanne e un’assoluzione, per un totale di 145 anni di carcere, oltre che l

Il pm, che ha parlato di “incoerenza delle spese” e della mancanza di qualsiasi giustificativo adeguato alle norme della pubblica amministrazione, ha sottolineato come gli incontri di sera, una delle voci di spesa frequenti, “non sono istituzionali”. Inoltre ha aggiunto, che i “banchetti” serali con più persone “sono tutte esigenze di partito” e non istituzionali.

Nel ritenere “ingiustificati” questi e altri rimborsi, il pm ha sottolineato che ciascun consigliere oltre ad aver percepito 8.500 euro al mese per “le funzioni”, aveva in busta paga un’indennità di 6.000 euro tra diaria e spese di missione “omnicomprensive”.

Tra le richieste di condanna, l’accusa ha chiesto 3 anni per l’ex consigliere regionale leghista di Rovato, e oggi vicesindaco della capitale della Franciacorta, Pierluigi Toscani.

Oltre a lui sei bresciani coinvolti: chiesti tre anni per Quadrini dell’Udc (e Toscani), due anni e due mesi per Monica Rizzi e Alessandro Marelli, della Lega, e per Margherita Peroni di Forza Italia; due anni e dieci mesi per Enio Moretti (Lega), un anno e dieci mesi per Vanni Ligasacchi (Forza Italia).

Per tutti è stata inoltre proposta dai pm l’interdizione dai pubblici uffici.

Si ritorna in aula il prossimo 19 aprile quando parlerà  l’avvocato della Regione parte civile e poi cominceranno le difese

Da Esanatoglia il “grazie” speciale alla Protezione civile di Rovato

Un “grazie” speciale per la Protezione civile di Rovato.

Arriva da Esanatoglia, paesino sulle colline marchigiane di Macerata, duramente colpito dallo sciame sismico iniziato ad agosto 2016 e non ancora terminato.

A Esanatoglia, un paio di settimane fa, i volontari rovatesi, con il responsabile Roberto Barbera e il consigliere comunale delegato, Stefano Venturi, hanno consegnato gli aiuti (materiale didattico, informatico e un assegno) raccolto attraverso una serie di banchetti messi in supermercati e strutture di vendita di Rovato.

Per questo, attraverso le pagine web di “Vivere Camerino”, il presidente della biblioteca locale, Paolo Austeri Ottaviani, un gioiello da seimila volumi, ha voluto rendere omaggio ai rovatesi e ad altre realtà solidali del Nord Italia.

Di seguito, la prima parte della lettera:

Di nuovo abbiamo visto tanta generosità verso il nostro paese arrivare da lontano, da paesi che non hanno esitato a rispondere prontamente all’esortazione da parte della loro regione, la Lombardia, a prestare aiuto alle nostre popolazioni…

Clicca qui per il resto della lettera

 

Rovato: prima pietra per la “Domus funeraria Remondina”. Nascerà in via XXV Aprile.

Partita a Rovato la costruzione della Casa del commiato.

Sarà realizzata nell’ex camiceria Jean Pierre, lungo l’ex strada statale 11, la Padana Superiore.

Il progetto è di un privato, le onoranze funebri “Remondina”.

Il titolare, Alfio Remondina, così annunciava, lunedì 6 marzo, la posa della prima pietra, con il via ai lavori:

“Con sommo piacere annuncio che lunedì 6 marzo alle ore 12.00 Sua Eccellenza mons Mario Vigilio Olmi benedirà la prima pietra e l’inizio dei lavori della Domus Funeraria Remondina alla presenza delle autorità civili e religiose ,dove verrà realizzata in via xxv aprile 101 a Rovato chi vorrà partecipare alla cerimonia e vorrà condividere con noi questo momento è gradito ospite”.

Non resta quindi che attendere, per capire cosa “uscirà” dal cantiere di Rovato, realizzato nell’area che un tempo ospitava la camiceria Jean Pierre.