Santerìa a Rovato: strani ritrovamenti…d’amore in località Grumetto di Duomo.

Santeria…a Rovato, in Franciacorta.

Il Giornale di Brescia in edicola mercoledì 20 settembre riporta la notizia di un ritrovamento alquanto misterioso nelle campagne di Duomo, in località Grumetto.

Martedì mattina, in mezzo alla strada, c’erano appoggiate su due tovaglie rose rosse, candele accese, sigari, rhum, vino, del cibo, scarpe da donna e un rossetto.

Una presenza che ha stupito, e un po’ preoccupato, chi abita o passava dalla zona, a pochi passi da Bre.be.mi e dal Berlinghetto.

Non proprio, insomma, una tipica mattinata in campagna…

Continua a leggere

Annunci

A4: in fiamme tir che trasporta detersivo. Chiusa l’entrata autostradale di Rovato.

Forti disagi nella mattinata di martedì 19 settembre sull’autostrada A/4 Milano-Brescia nel tratto tra Rovato e Palazzolo sull’Oglio in direzione di Milano, dove un autoarticolato che trasportava detersivo in polvere ha preso fuoco.

E’ accaduto intorno alle 8 e sul luogo dell’incidente sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i soccorsi meccanici e sanitari, come ha precisato Autostrade per l’Italia: “Al momento (ore 10) il traffico circola su una sola corsia e si registrano 10 km di coda verso Milano.

Inoltre, in carreggiata opposta dove si circola su 3 corsie, si sono formati 2 Km di coda per curiosi verso Brescia.

Agli utenti provenienti da Verona e diretti verso Milano si consiglia, di uscire a Brescia Ovest, quindi di percorrere la tangenziale di Brescia seguendo le indicazioni per Milano per prendere la A35 e proseguire in direzione di Milano fino ad immettersi in A4 all’altezza di Agrate verso Torino”.

Chiusa l’entrata autostradale di Rovato.

Per aggiornamenti in tempo reale clicca qui

 

Erbacce a chi? Un corso a Rovato per scoprirne l’utilità. Appuntamento a Castello Quistini.

Domenica 24 settembre l’Officina botanica di Castello Quistini a Rovato in via Sopramura organizza un corso per conoscere e riconoscere le principali infestanti presenti in natura per imparare ad utilizzarle come erbe officinali e in cucina.

Non tutte le “erbacce” sono da buttare, alcune erbe dette “infestanti” si possono utilizzare come altre erbe spontanee in cucina per preparare piatti gustosi e insoliti, per salutari tisane o per bagni benefici, l’importante è saperle riconoscere. Domenica  24 Settembre dalle 14,30 alle 17,30 si terrà un corso sul riconoscimento delle piante e erbe spontanee, alcuni loro utilizzi in cucina e i diversi utilizzi fitoterapici.

In natura esiste ad esempio il “Centocchio”, noto anche come “Paerina”, erbacea diffusa praticamente ovunque nel nostro paese e definita come erba infestante, può essere utilizzata contro il prurito e l’eczema e viene indicata anche per disturbi come la bronchite. Un altro esempio di infestante è il “Topinambur”, il cui tubero può essere utilizzato nelle insalate o aggiunto ai minestroni e possono essere utilizzate liberamente dai diabetici in quanto non contengono glucosio.

Continua a leggere

“Lo Sbarazzo di Rovato”: tutte le informazioni per domenica 17 settembre.

Domenica 17 settembre torna nel centro storico di Rovato per la sua 23esima edizione Lo Sbarazzo, il “primo, unico inimitabile” mercatino degli sconti della capitale della Franciacorta.

Appuntamento anche in caso di pioggia, dalle 10 alle 19.

Come “La Settimana Enigmistica” lo Sbarazzo di Rovato vanta innumerevoli tentativi di imitazione ma con le sue ben ventitré edizioni sulle spalle continua a tornare richiamando tanti clienti, sia storici sia nuovi, dalla provincia di Brescia, Bergamo, Milano e Cremona.

Due aspetti hanno fatto la differenza negli anni: uno è la forte identità data dall’immagine di coesione tra i partecipanti grazie in primis al nostro logo, ovvero gli ombrelloni tratti da un quadro del Pittore rovatese Gerolamo Calca (1878-1957), Il Mercato di Rovato. Questo simbolo si ripete sulle borse per lo shopping, uguali per tutti gli espositori, sui cartelli e si ritrova tra i tanti ombrelloni aperti in Piazza Cavour.

L’altro è la qualità dei prodotti esposti: l’offerta commerciale rovatese è di altissimo livello, per tutte le categorie merceologiche, e questo fa la differenza e rende lo Sbarazzo un mercato davvero speciale. Una riprova sono i dati di affluenza sempre in crescita: abbiamo vissuto una straordinaria XXII edizione ad Aprile con incassi più alti rispetto alle ultime edizioni e alta affluenza, nonostante ci fossero molti altri eventi non distanti da Rovato.

Continua a leggere

Macrofotografia: domenica a Castello Quistini di Rovato un workshop con Alessandro Gaudenzi

Un workshop di macrofotografia di fiori, domenica 17 settembre, a Castello Quistini di via Sopramura a Rovato.

E’ la proposta che arriva dalla dimora storica, nel cuore della capitale della Franciacorta. Una giornata, quindi, in compagnia di  Alessandro Gaudenzi, esperto del settore conosciuto in tutta Italia, per imparare tecniche e segreti della macrofotografia tra i giardini fioriti del castello.

Il tutto in occasione della spettacolare fioritura di oltre 1000 varietà di rose antiche, moderne e inglesi. La fotografia naturalistica nasce per documentare ed accompagnare le ricerche e scoperte degli studiosi di natura. La macro naturalistica non si distacca da questo principio, però negli ultimi anni questa categoria della fotografia è stata consacrata a vera e propria arte con sempre maggior peso verso l’aspetto estetico dello scatto pur mantenendo fede al principio di documentare un momento di natura.

Continua a leggere

Bollicine: nel week end il Festival del Franciacorta. Bus in partenza da Rovato.

Il Festival Franciacorta in Cantina torna, per l’ottavo anno, sabato 16 e domenica 17 settembre 2017: poco meno di un centinaio le realtà aderenti con un nugolo di iniziative per tutti i gusti e le tasche. Il programma completo, con la brochure scaricabile, è qui.

I visitatori avranno la possibilità di conoscere la Franciacorta percorrendo la Strada del Franciacorta con i suoi castelli e monasteri, attraverso i moltissimi eventi, visite e degustazioni organizzati dalle cantine del Docg.  Un week end, quindi, pensato per tutti, grazie alle cantine che daranno vita ad un fine settimana originale e ricco di iniziative da non perdere. La prenotazione delle visite è obbligatoria contattando direttamente le cantine. Le cantine saranno aperte, salvo diverse indicazioni, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00.

BUS DA ROVATO – Il Festival Franciacorta in Cantina è anche un’occasione unica per conoscere i luoghi dove nasce il Franciacorta. Per andare comodamente alla loro scoperta, sabato 16 e domenica 17 saranno organizzati vari tour gratuiti in bus della durata di 3 ore circa, con partenza da Rovato (Foro Boario di piazza Garibaldi) e sosta in 2 o 3 cantine per visita guidata con degustazione.

I partecipanti saranno accompagnati da una guida turistica che illustrerà loro il territorio. Per chi arriva in treno è a disposizione una navetta dalla stazione di Rovato al Foro Boario, da cui partono i tour.

Continua a leggere

Andreoli (Pd Rovato): “dal sindaco Belotti attacchi personali al nostro capogruppo Bergomi”.

Prosegue la guerra…cartacea nella politica di Rovato.
Al centro rimane “Il Leone” il bollettino comunale, e soprattutto gli editoriali firmati dal sindaco, Tiziano Belotti (clicca qui per leggere l’ultimo).
Il Circolo PD Rovato ha così deciso di replicare al primo cittadino, con questo comunicato stampa:
Molti cittadini ci hanno contattato sdegnati per il continuo improprio utilizzo del mezzo di comunicazione comunale “Il Leone” da parte del sindaco.
Da quando è insediato nella maggior parte dei numeri andati in stampa il primo cittadino si è permesso di offendere con ripetuti attacchi personali il nostro capogruppo consigliare e l’intero circolo.
Il sindaco ha dimostrato di non accettare che nella nostra comunità ci sia un’opposizione puntuale che controlli gli atti amministrativi e prenda posizioni pubbliche anche dure quando queste non vanno nella direzione della tutela dell’interesse dei cittadini.
Il sindaco, evidentemente,  crede che amministrare voglia dire che uno comandi e tutti gli altri dovrebbero tacere.
Segnaliamo al signor sindaco che l’ordinamento istituzionale italiano prevede che ci sia un’opposizione che faccia il proprio mestiere senza chiedere “per favore” alla maggioranza. Probabilmente nello stile “padano” non dovrebbe esistere una opposizione. Ma non funziona così.

Continua a leggere