Rovato: dalla Regione Lombardia i fondi per estendere le fognature.

“Abbiamo stanziato quasi otto milioni di euro per tre importanti interventi da realizzare, nell’ambito del servizio idrico integrato delle acque bresciane, nei comuni bresciani di Rovato e San Paolo”. Lo annuncia l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Terzi, a seguito della firma del decreto che approva lo stanziamento dei fondi all’Ufficio d’ambito (Ato) di Brescia.

 “Grazie alle variazioni al bilancio approvate nell’ultima Giunta – sottolinea Claudia Terzi – abbiamo recuperato ben 7.793.000 euro che possiamo destinare a tre importanti interventi. In particolare, nel comune di Rovato sono previsti il collettamento dei terminali fognari e l’estensione della rete fognaria nelle zone non servite. A San Paolo, invece, i fondi verranno impiegati per il nuovo depuratore”.

 “Grazie al contributo stanziato – conclude l’assessore regionale – riusciremo a completare, migliorare e portare a termine tutte quelle azioni finalizzate all’adeguamento dei servizi di fognatura, collettamento e depurazione non conformi alla direttiva Ue sul trattamento delle acque reflue urbane. Una risposta concreta al territorio che ci permettera’, da un lato di affrontare i bisogni dei nostri cittadini e dall’altro, ottemperare alla procedura d’infrazione europea per il mancato rispetto degli obblighi comunitari in materia di trattamento delle acque”.

Annunci

Obesità e sovrappeso: un percorso fisico e psicologico con la dottoressa Calia di Rovato.

La dottoressa Patrizia Calia, medico di base da Duomo di Rovato e presidentessa della Onlus “La Casa del Sole” propone un percorso di superamento del disagio fisico e psicologico annesso.

Appuntamenti da febbraio, per nove settimane.

Si inizia con visita medica e prescrizione di esami e, succesivamente, si valutano le necessità alimetari della persona con il confezionamento di una dieta personalizzata. Poi si procederà con la costruzione di un gruppo di lavoro coordinato dalla dottoressa Alessandra Zoccali, educatrice professionale con specializzazione sanitaria.

Con incontri a cadenza settimanale, si procederà al controllo peso e gestione delle difficoltà, sedute di ipnosi e incontri con l’educatrice. Ci sarà poi spazio per due incontri con la naturopata Monica Benatti, che fornirà ai partecipanti rimedi naturali per superare i disagi emotivi che causano i disturbi alimentari. Nel progetto interviene una massaggiatrice olistica, Pamela Cocchi, che aiuterà il fisico della persona con massaggi drenanti e snellenti.

Il costo del servizio, compreso il trattamento di naturopatia e i massaggi, è di 400 euro. Gli incontri si tengono a Duomo di Rovato, presso lo studio medico di via Via Barucca 26, 25038 Rovato (BS). Tel.: 030 7730231.

La lettera di Tino Buffoli/2: “Caro sindaco di Rovato ti scrivo…”

Riceviamo e pubblichiamo da Agostino Tino Buffoli, già vicesindaco di Rovato, nei primissimi anni Novanta, e ora animatore del circolo culturale “Cealf” di Rovato:

Scorrendo il Leone di novembre 2017, ho apprezzato la chiusa dell’intervento del Consigliere di minoranza Diego Zafferri che invita a “confrontarci e pensare ciò che potrà essere il futuro del nostro Centro Storico”. Infatti una definizione e programmazione di questa zona è ormai improrogabile e dovrebbe essere argomento fra i più qualificanti della tornata amministrativa. A questa prioritaria discussione dovrebbero contribuire tutte le forze in campo scrollando di dosso polemiche di vario genere che nemmeno tanto interessano.

La posta in gioco è alta e la si dovrebbe affrontare a viso aperto con il coraggio di dire a quale visione si vuol tendere. Dico coraggio perché qualsiasi soluzione, meno quella di lasciare le cose come stanno, rischia di impattare con abitudini, interessi, vantaggi immediati e i cittadini, se non edotti e convinti dei benefici prospettati potrebbero avversare politicamente ogni novità. Ma è pur vero che il tempo è maturo per riorganizzare la nostra Città, che se ben considerata, possiede potenzialità non comuni. Certo che la scommessa diventa impegnativa quando gli amministratori dovranno misurarsi con problemi e scelte nodali a partire dalla viabilità e, in particolare, dalla Strada Larga che non può più sostenere un traffico così intenso.

La Piazza con i suoi portici, il salotto buono della Città, che non può oltre essere degradata a parcheggio selvaggio anche se un suo uso diverso, deve essere ponderato e programmato intendendo sostituire il parcheggio con un luogo di manifestazioni culturali ed economiche da sedimentare nel tempo e capaci di un’ampia attrattiva. Gli Spalti e gli spazi verdi delle Scuole Nuove attendono di essere riscoperti con pavimentazioni, giardini, illuminazione, arredo e bacheche. Accanto a ciò le mura venete ed il fossato che abbisognano di necessario consolidamento e manutenzione.

Continua a leggere

FootGolf: da Rovato al Maniva per una storica sfida…sulla neve.

Riceviamo e pubblichiamo dal FootGolf Brescia Leonessa e dall’Asd Real Rovato Franciacorta:

Il Footgolf Brescia Leonessa, realtà che collabora con l’Asd Real Rovato Franciacorta, gioca per la prima volta nella storia a footgolf sulla neve. Il presidente Massimo Cocchetti nel voler promuovere questo nuovo sport, grazie alla collaborazione con il comprensorio sciistico Maniva Ski, è riuscito a dare a grandi e piccoli la posssibilità di fare “hole in one” in una simpatica buca sulla neve.

Chi riusciva nell’impresa di imbucare con un colpo solo sulla neve aveva la possibilità di vincere un bombardino per gli adulti o una cioccolata calda per i bambini.

L’evento ha suscitato molta curiosità e ha riunito sciatori e amanti della neve a scoprire uno sport emergente e la squadra della nostra città. Il gruppo sportivo con questa iniziativa vuole incrementare il numero di atleti per l’iscrizione ai tornei Lnf tour 2018 dando a tutti la possibilità di provare e appassionarsi.

Un ringraziamento particolare a tutti i nostri collaboratori che con il loro impegno hanno assicurato la buona riuscita dell’evento.

Info: 3392443174

REI: ANCHE A ROVATO ARRIVA IL REDDITO D’INCLUSIONE. ECCO CHI E COME NE HA DIRITTO.

Anche a Rovato è possibile accedere al REI, il reddito di inclusione, la nuova misura governativa “di contrasto alla povertà a carattere universale, che prevede un beneficio economico alle famiglie economicamente svantaggiate”.
Il REI si compone di due parti:
1. Un BENEFICIO ECONOMICO, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica
2. Un PROGETTO PERSONALIZZATO, di attivazione e inclusione sociale  e lavorativa volto al supramento delle condizioni di povertà.
Il BENEFICIO ECONOMICO viene erogato tramite la carta Rei, una carta di pagamento elettronica, per gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Master Card; il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali e la possibilità di prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile.
Il beneficio economico dura diciotto mesi.
Il PROGETTO PERSONALIZZATO: il sussidio è subordinato a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune di Rovato, in rete con i centri per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privati e no profit.  Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. Dal progetto derivano reciproche responsabilità.
Per informazioni rivolgersi all’ufficio Pubblica Assistenza del Comune di Rovato al numero di telefono 0307713273.
Il bando completo invece si trova cliccando qui.

Scuola: anche a Rovato il 2018 inizia con lo sciopero delle maestre precarie.

Primo giorno di scuola per primarie e infanzia con sciopero.

A incrociare le braccia, anche nelle scuole di Rovato, le 50mila maestre (quasi tutte donne) precarie, colpite a fine 2017 da una sentenza del Consiglio di Stato che dopo sette sentenze favorevoli ha di fatto aperto le porte del licenziamento per le insegnanti con diploma magistrale.

Lo sciopero odierno, indetto dai sindacati di base e autonomi ma non dai sindacati confederali, sta facendo registrare un’adesione molto alta con presidi  a Roma, Milano e nelle principali città.

Un’astensione dal lavoro, quella delle maestre precarie, che ha avuto adesioni anche nelle scuole di Rovato.