Lombardia Carne: Rovato scalda i motori per la 129esima edizione (17-19 marzo 2018).

129esima edizione di Lombardia Carne a Rovato, da sabato 17 a lunedì 19 marzo 2018, al Centro Fiere Franciacorta (Foro Boario) di piazza Garibaldi.

“Lombardia Carne”, la storica fiera dedicata agli animali da carne bovina, equina ed ovicaprina di Rovato, è riuscita a rinnovarsi costantemente nel tempo e negli ultimi anni si è trasformata anche in un imperdibile appuntamento per gli amanti della gastronomia e in una grande vetrina delle eccellenze della Franciacorta. Il tutto senza dimenticare le sue radici storiche, che affondano nel mercato del bestiame rovatese, una tradizione lunga cinque secoli e ancora oggi vanto della capitale della Franciacorta, terra delle bollicine Docg.

L’appuntamento con la 129esima edizione dell’evento è fissato da sabato 17 a lunedì 19 marzo 2018 presso il centro Fiere Franciacorta (Foro Boario) di piazza Garibaldi. Resterà come di consueto forte l’impronta “agricola” dell’appuntamento con eventi a tema, prodotti del settore zootecnico, la gara di tosatura, la scuola di equitazione e la mostra mercato bovina, equina, ovicaprina – i cui capi parteciperanno al concorso ufficiale che premia oltre quaranta categorie di bestiame – e delle macchine e attrezzature agricole. Grande attenzione sarà riservata ai piccoli visitatori, con un’ampia area dedicata al divertimento con giochi, gonfiabili, scuola pony e fattorie didattiche.

Continua a leggere

Rovato&dintorni: al cinema per rivivere il concerto di Renato Zero a L’Arena. Al sapore di…Franciacorta.

Il Renato Zero “made in Franciacorta” (la Filarmonica…) sbarca al cinema

E lo fa alla multisala Arcadia del centro commerciale Le Porte Franche, due passi da Rovato.

Martedì 20 marzo (ore 21) ci sarà la proiezione di “Zerovskji”, con il maxiconcerto realizzato la scorsa estate da Renato Zero, assieme alla Filarmonica di Franciacorta e al suo Coro.

I posti sono limitati, necessario prenotare attraverso il sito orchestradellefranciacorta.it

 Così dice la Filarmonica:

“Sarà il più bel viaggio mai sognato, oltre 2 ore di spettacolo registrate durante le rappresentazioni svolte in una delle location più suggestive d’Italia, l’Arena di Verona. L’Orchestra e il Coro della Filarmonica di Franciacorta, primi protagonisti dello spettacolo, la grande massa musicale made in Brescia coordinata dal Maestro Emiliano Facchinetti, invita tutti gli appassionati di “Zero” (Sorcini e Zerofolli) ad una visione dello spettacolo cinematografico tutti insieme, per poter rigustare insieme quei momenti unici…

Continua a leggere

Erbe spontanee: riconoscerle, coglierle, utilizzarle. Corso a Castello Quistini di Rovato.

Corso di riconoscimento delle erbe spontanee domenica 11 marzo 2018 a Castello Quistini di Rovato.
In passato la raccolta di erbe e piante spontanee commestibili da impiegare per la preparazione di piatti rappresentava la norma. Le erbe spontanee sono infatti conosciute fin dall’antichità e il loro utilizzo in cucina o per fini medici è un patrimonio ereditato e tramandato fino ai giorni nostri, probabilmente negli ultimi decenni abbandonato, ma che proprio negli ultimi anni viene riscoperto, complice l’amore per la natura e le passeggiate soprattutto per chi è abituato a vivere in città. Domenica 11 Marzo dalle 14,30 alle 17,30 presso Castello Quistini passerete un pomeriggio a imparare a conoscere e riconoscere le principali infestanti presenti in natura e per imparare ad utilizzarle come erbe officinali e in cucina. In natura esiste ad esempio il “Centocchio”, noto anche come “Paerina”, erbacea diffusa praticamente ovunque nel nostro paese e definita come erba infestante, può essere utilizzata contro il prurito e l’eczema e viene indicata anche per disturbi come la bronchite.

8 marzo: la mostra Usa da Rovato sbarca a Brescia con “Liberi Libri”.

La mostra Usa contro la violenza sulle donne, portata a Rovato da Liberi Libri, sbarca a Brescia.
Così scrive l’associazione rovatese:
“Siamo lieti di informarvi del fatto che l’esposizione “Com’eri vestita? What were you wearing?” verrà nuovamente aperta al pubblico presso lo Spazio MO.CA di Brescia, in via Moretto, dall’8 al 18 marzo 2018.
Dopo l’intensa partecipazione di pubblico che ha onorato l’esposizione rovatese tenutasi nello scorso novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, la nostra associazione – in accordo con l’Università del Kansas (USA) e in stretta cooperazione con Casa delle Donne – Centro antiviolenza di Brescia – ha deciso di riproporre questa toccante esposizione anche in altri Comuni della Provincia di Brescia.Questa prima tappa di quello che ci auguriamo un ricco e denso calendario non poteva che collocarsi nel capoluogo di provincia ed è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Brescia e della Consigliera Provinciale di Parità.
Già altri Comuni della provincia hanno richiesto di poter ospitare la mostra, ed è in corso di stesura un calendario che auspichiamo di potervi trasmettere quanto prima.

Siamo quindi lieti di invitarvi all’inaugurazione, che si terrà giovedì 8 marzo 2018, dalle ore 18.00, alla presenza degli organizzatori, dell’Assessora alle pari opportunità del Comune di Brescia, Roberta Morelli, del Presidente del Consiglio Comunale di Brescia, Laura Parenza, e della Consigliera Provinciale di Parità, Annamaria Gandolfi.

LA LETTERA DI TINO BUFFOLI/4: “CARO SINDACO TI SCRIVO…”

Riceviamo e pubblichiamo da Agostino “Tino” Buffoli, già vicesindaco di Rovato e ora del circolo culturale C.E.A.L.F. di Rovato. Qui sotto le prime tre missive: clicca qui per rileggerle.

Per chi volesse scriverci, la nostra mail è rovatopuntoorg@gmail.com

Il traffico nella nostra Città di Rovato ha assunto livelli di insostenibilità con punte di criticità che in determinati orari quasi lo paralizzano e le ricadute perniciose sulla nostra salute sono inevitabili. Se si dovesse procedere ad un controllo delle emissioni di biossido e dei depositi delle polveri sottili in certi orari, soprattutto in Corso Bonomelli, i risultati sicuramente ci farebbero riflettere. Adottare quanto prima provvedimenti per limitare e rendere fluido il traffico anche a vantaggio della salute, è ormai inevitabile. A Rovato non mancano tangenziali e una revisione della viabilità interna che punti ad una migliore razionalizzazione, anche con la formazione di nuovi sensi unici, sarebbe auspicabile.

La causa di tanto traffico nel centro urbano, è anche imputabile alle difficoltà di spostamenti a piedi o in bicicletta. In particolare per chi deve muoversi con bambini o persone in difficoltà il ricorso all’automobile è una necessità. Le strade di Rovato non sono agevoli, spesso prive di marciapiedi e volendo simulare un percorso in carrozzella ci si renderebbe coscienti dei disagi.

Altro fenomeno è il flusso di autoveicoli che si spostano lungo il Corso. Considerando che questa arteria centrale è percorribile a senso alterno, con immissioni di traffico in vie laterali anche contromano e con linee di parcheggi longitudinali, si capisce che un tale insieme di fattori rendano, in ore di punta, il traffico ingestibile. La “Strada Larga”, oltretutto, non è larga abbastanza per supportare la circolazione a senso alternato qualora si volesse riservare spazio alle biciclette che ora transitano sul marciapiede.

Accanto ai limiti strutturali, bisogna chiedersi quanto di questo traffico è urbano e quanto imputabile a viaggiatori che trovano comodo imboccare il Corso per la direttrice del Lago lungo la quale il Centro Commerciale delle Porte Franche e le numerose attività sorte alla Rotonda, sono occasione di grande affluenza. Di questo flusso estraneo, Rovato non trae nessun beneficio, solamente danno che si traduce in disagio e inquinamento.

E’ tempo che si metta mano al problema della mobilità, magari iniziando ad indagarla, per poter trovare le soluzioni migliori. Per la nostra Città deve suonare la squilla! Si impongono cambiamenti se non vogliamo assopirci nella assuefazione. Il tempo passa, la Città è cresciuta e gli abiti delle pigre consuetudini diventano sempre più stretti. Affrontare la questione del traffico è impegnativo ma altrettanto conviene pensare che è oramai una necessità. A riguardo, dovrebbero esprimersi i partiti e le forze politiche: sia quelle che sostengono l’attuale governo del Comune che quelle che si trovano all’opposizione. Al di fuori di polemiche spesso infruttuose, si aprirebbe un confronto su uno dei temi nodali di Rovato con l’utilità di far conoscere ai cittadini i diversi orientamenti per una crescita di consapevolezza che è sale e ricchezza per la democrazia.

Marzo 2018
Tino Buffoli.

P.S.: Alcuni lettori mi chiedono “ma Lei da che parte sta? Rispondo semplicemente: dalla parte della mia Città. Sono stato Presidente della Cooperativa CEALF per quaranta anni. Quando questa Cooperativa si è volontariamente sciolta, mi sono chiesto se il patrimonio di conoscenza e di esperienza maturato in così tanti anni, dovesse andare disperso. E’ nata così l’Associazione culturale CEALF che si propone di approfondire ed affrontare problemi della nostra Città sempre in modo propositivo e nel rispetto di chi è chiamato ad assumere ruoli di responsabilità sia di governo che di opposizione, consapevole che le cose buone nascono dal confronto delle idee.

 

(foto tratta da qui)