Cinema: da Rovato ai…David di Donatello (forse). Storia di “Footballization” e di Stefano Fogliata

david donatello cinema footballizationDa Rovato…ai David di Donatello, massimo premio italiano dell’industria del cinema.

E’ quello che (potrebbe) accadere a “Footballization“, il documentario che vede Stefano Fogliata, giovane ricercatore di Lodetto di Rovato, voce narrante e tra le anime, fin dalla nascita del progetto.

Il doc (anche) made in Rovato è stato infatti selezionato tra i documentari che potrebbero essere premiati, nella categoria di riferimento, per il 2020.

TRAMA – “Chi non sa come tornare a casa?” Louay, Yazan e Rami sin da bambini giocavano insieme sui campi da calcio del campo palestinese di Yarmouk, in Siria. Con l’intensificarsi del conflitto attorno a Damasco, hanno trovato riparo nel campo di Borj el Barajneh, alla periferia di Beirut, dove oggi difendono i colori dell’Al-Aqsa, la squadra palestinese simbolo del campo.

Stefano Fogliata, ricercatore rovatese e calciatore dell’Al-Aqsa, ci guida all’interno del campo e nel quotidiano dei suoi compagni di squadra. Confinati ai margini della società e del sistema calcistico, i rifugiati palestinesi e siriani rincorrono la remota chance di vestire la maglia delle più blasonate squadre libanesi.

Footballization è un docu-film giocato tra Siria, Libano e Palestina, dove il ritmo del calcio s’interseca con le storie di vita dentro e fuori dal campo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...