Inchiesta “Scarface”: chiusa tabaccheria a Rovato

C’è anche a Rovato tra i Comuni colpiti dall’inchiesta Scarface della procura e dei carabinieri di Brescia, con 29 indagati e diverse persone arrestate.

Chiusa la tabaccheria e bar Cigno Nero, di corso Bonomelli 82 a Rovato, finita sotto sequestro assieme a beni per un totale di 25 milioni di euro.

Secondo l’accusa, le persone coinvolte – tra cui l’imprenditore Francesco Mura, residente nel Bresciano – avrebbero ripulito i soldi legati alla ‘ndrina di Buccinasco, vicino Milano, utilizzando le vincite al lotto e altri strumenti, con il consolidato metodo della cartiera.

Indagati anche un carabiniere e l’ex comandante della Polizia Stradale di Chiari: l’accusa è quella di corruzione, avendo cioè ricevuto beni e utilità in cambio di favori allo stesso Mura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...