Rovato: lavori in vista per il teatro. Ma è quello delle scuole medie di via Costituzione.

ingresso-medie-rovatoIl teatro delle scuole medie di via Costituzione a Rovato sotto i ferri.

L’Amministrazione comunale ha deciso di mettere mano alla struttura, ristrutturandola.

Per opera il Comune ha affidato il progetto, direzione lavori e il loro coordinamento, attraverso un’apposita delibera di Giunta Comunale.

L’incarico è andato all’architetto rovatese Luca Benedetti.

Ancora da stabilire con precisione la tipologia d’intervento, inserita all’interno di una delibera (la si trova cliccando qui) del 30 dicembre 2016 dall’investimento complessivo stimato di quasi 60mila euro, dato che comprende anche, per altre aziende, l’incarico per il servizio inerente la perizia di consistenza e stima dell’impianto di illuminazione pubblica (andato alla iENERGY di Brescia) e l’incarico per il servizio di verifica della vulnerabilità sismica degli edifici strategici e rilevanti (andato invece alla Progetto Servizi di Coccaglio).

I fondi sono stati reperiti attraverso l’avanzo di Amministrazione 2015 e l’avanzo economico 2016.

Per sapere di che tipo di intervento si tratti, sarà necessario aspettare le prossime settimane.

Ex Pretura: in via Castello a Rovato si cambia. Entro giugno arrivano gli uffici dell’Ats.

ex-pretura-rovatoCosì l’Amministrazione del Comune di Rovato rende noto la “nuova vita” dell’ex Pretura di via Castello, 33, di fronte alla Parrocchia Santa Maria Assunta: via il Giudice di Pace e la Protezione civile, arrivano gli uffici dell’Ats, l’ex Asl. Lavori al via nei prossimi giorni, conclusione attorno alla fine della primavera 2017, tra maggio e giugno.

Qui sotto, il comunicato del Comune di Rovato:

Con 200 pratiche all’anno, meno di 1 al giorno, il servizio del Giudice di Pace in Rovato non era più giustificabile. Sia dal punto economico, sia dal punto di vista del servizio stesso, evidentemente non più richiesto o non più riconosciuto/apprezzato dal cittadino. Tant’è vero che ad uno ad uno tutti gli uffici dei Giudici di Pace provinciali stanno trasferendo l’attività agli Uffici centrali dei Giudici di Pace dislocati presso il Tribunale di Brescia. Lo hanno fatto qualche tempo fa anche i Comuni di Salò e di Breno (quest’ultimo l’unico ufficio forse che aveva ancora ragione d’esistere, vista la notevole distanza rispetto al Tribunale di Brescia).

Continua a leggere

C.A.I. ROVATO: TRENT’ANNI DI MONTAGNA “INDIPENDENTE”.

15895403_1046764082136943_3325406626179344817_nTrent’anni di Cai, Club Alpino Italiano, a Rovato.

La sezione della capitale della Franciacorta, in questo 2017, festeggia le prime tre decadi di “autonomia”, essendo nata ufficialmente nel 1987. In realtà, già  a partire dal 1974 gli appassionati rovatesi di montagna avevano iniziato a incontrarsi, ma solo come sottosezione di Brescia, dato che per diventare “indipendenti” servivano 101 soci, raggiunti solo a fine anni Ottanta.

Una data comunque importante, che il Cai di Rovato, dalla sede di via Spalenza, 8, intende festeggiare con un ampio ventaglio di iniziative, uscite, gite e tanto altro ancora.

Per gennaio ci sono in calendario già due escursioni:

  • Domenica 15 gennaio: ciaspole; RIFUGIO ANTONIOLI m.1760 da Monno m.1250 (Valcamonica – Mortirolo)
  • Domenica 22 gennaio: ciaspole; RIFUGIO CALVI m.2006 da Carona m.1222 (Orobie)

Mercoledì 18 gennaio invece alla biblioteca comunale di Rovato incontro aperto a tutti. Tema: “In sicurezza sulla neve” (vedi foto).

Il ricco programma di uscite in montagna, con momenti pensati anche per adolescenti o “senior”, si trova sul sito www.cairovato.it

Meteo a Rovato: ancora freddo (e forse arriva pure la neve). Attenzione al ghiaccio.

da-il-meteo-itIl gelo di questa prima parte del 2017, pur avendo risparmiato Rovato e la Franciacorta dai fenomeni nevosi visti nel centro e sud Italia (ma anche altrove, come in Turchia, dove centinaia di voli sono stati cancellati per la bufera di neve che imperversa da giorni), non se ne andrà presto.

A Rovato, secondo i principali siti metereologici d’Italia, la situazione prevede temperature ancora stabilmente sotto lo zero, almeno fino al week end.

Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 gennaio, inoltre, il sito dell’Aereonautica Militare indica la possibilità di nevicata variabile tra il 50% e il 90%, e vento in aumento.

Le previsioni più a lungo spettro, invece, parlano poi di un fine settimana e inizio di settimana successivo con il sole, ma sempre con temperature di pochi gradi sopra lo zero durante il giorno, mentre la notte la media sarà di -4/-5 gradi, con punte possibili anche di -8 gradi.

Attenzione, quindi, soprattutto al rischio ghiaccio.

2017: Rovato non è un paese per…la cultura? Nessun evento nell’elenco mensile della Provincia.

dVacanze definitivamente finite: oggi, lunedì 9 gennaio, anche a Rovato e in Franciacorta si torna a scuola o al lavoro, dopo la lunga pausa tra Natale, Capodanno e l’Epifania.

Basta socialità, momenti di incontra e divertimento, quindi?

Forse no.

La Provincia di Brescia, assieme ai vari uffici IAT (uffici del turismo) del territorio – quello della Franciacorta, assieme al Sebino, si trova a Iseo – hanno diffuso infatti il calendario di eventi per il mese di gennaio 2017 tra Rovato, Ovest Bresciano e lago d’Iseo.

Non mancano davvero le occasioni di scoprire alcune delle tante bellezze del territorio.

Unica pecca: Rovato, ancora una volta, non brilla per iniziative. Anzi: dal 9 gennaio al 31 gennaio non c’è nulla di particolarmente significativo che ha ricevuto la segnalazione della Provincia. Senza un cinema o un teatro degno di questo nome, con poche aree e – forse – ancora meno idee, la principale cittadina dell’Ovest Bresciano si fa bagnare il naso da realtà più piccole ma più dinamiche, come Cologne, Coccaglio, Erbusco…

Una mancanza, quella di vita culturale e sociale di spessore, su cui la capitale della Franciacorta dovrebbe tornare a interrogarsi, non appena sarà possibile evitare di trascorrere il tempo a…”ragionare” di volantini anonimi, scritte sui muri, profili Facebook senza nome e tutte le altre tristezze degli ultimi mesi.

Di seguito, gli eventi segnalati dalla provincia di Brescia per la Franciacorta nel gennaio 2017:

CLICCA QUI PER GLI EVENTI

Rovato: in biblioteca per formarsi su scrittura creativa e fotoritocco digitale.

unnamedAlla biblioteca comunale di Rovato, in corso Bonomelli, 37 a Rovato, da lunedì 9 gennaio partono due corsi formativi: quello di tecnica base di scrittura creativa e quello di fotoritocco digitale.

A organizzarli è Strexarts, realtà rovatese che si occupa di video, immagine e formazione, con sede in via San Vincenzo, 30.

Costo dei due corsi: 10 euro a lezione
Pagamento di 10 lezioni anticipate: €. 85,00 (invece che €. 100,00)
Numero minimo partecipanti: min 5 – max 20

Svolgimento delle serate
30 minuti di teoria
10 minuti di pausa
50 minuti di pratica (esercizio)

Le singole sessioni saranno divise in due parti: la prima parte spiegherà il teorico con le varie specifiche che verranno poi utilizzate poi nella seconda parte con esercitazioni ed impieghi pratici.

Appuntamento, per dieci serate, ogni lunedì e venerdì,

Per ogni informazione: clicca qui

Rovato: serata di suggestioni medievali in Parrocchia con Lux Vivens in “O Nata Lux”.

l-vSerata di grande suggestione stasera, giovedì, alla Parrocchia di Rovato, con lo spettacolo O Nata Lux.

In concerto, tra voci e musiche medievali e i cristalli di rocca, l’associazione Lux Vivens, guidata dalla rovatese Patrizia Maranesi, in arte Julia Berger.

Il Gruppo Vocale – Strumentale LUX VIVENS, Associazione dal 2010 con sede a Rovato, nasce da un’intuizione creativa della sua fondatrice, la rovatese Patrizia Maranesi, in arte Julia Berger (www.juliaberger.it), soprano e direttrice artistica di eventi e di rassegne musicali, inizialmente con l’obiettivo di divulgare le musiche di Hildegard von Bingen, monaca benedettina tedesca del XII secolo nel corso del progetto speciale omonimo LUX VIVENS – Suoni di Luce Vivente, in cui vengono riproposte, in modo originale e sperimentale, le antiche sonorità medioevali.

La peculiarità dei progetti artistici dell’ Associazione LUX VIVENS, unici nel loro genere, è l’utilizzo di straordinari strumenti armonici: una vera e propria orchestra di campane di cristallo di rocca, in dialogo continuo con le diverse formazioni vocali, che caratterizzano ogni concerto.  In ogni produzione artistica, viene curata sapientemente la regia del suono, che viene spazializzato ogni volta in modo diverso, in relazione all’ambiente a cui la performance è destinata, permettendo al pubblico fruitore di percepire la musica non soltanto da un unico punto di attenzione e di vivere costantemente uno stato di trasformazione sensoriale.

Continua a leggere