Rovato: il manzo all’olio…per aiutare la casa di riposo.

Un pranzo solidale per sostenere la casa di riposo di Rovato grazie al…manzo all’olio.

E’ la proposta per domenica 10 febbraio dalla Confraternita del manzo all’olio di Rovato, che invita cittadine e cittadini a prenotarsi (i riferimenti sono nell’immagine qui a fianco, basta cliccarci sopra per ingrandire la stessa, con ogni dettaglio in più).

Obiettivo della giornata a scopo benefico: sostenere la fondazione “Lucini Cantù” di via San Martino della Battaglia, ossia la casa di riposo di Rovato, anche in collaborazione con le volontarie e i volontari che costituiscono l’associazione “Amici della casa di riposo”.

L’appuntamento è a partire dalle ore 13.00 di domenica 10 febbraio, a Rovato.

Per chi volesse inoltre saperne di più sulla prima Confraternita rovatese, la sede si trova in via Cantine,10, a Rovato.
Attivo anche un sito internet: www.confraternitadelmanzoalloliodirovato.it

 

Annunci

Rovato: visite guidate con l’associazione Liberi Libri.

Dall’associazione Liberi Libri di Rovato:
Sabato 9 febbraio alle ore 9.30 a Rovato, inaugurazione del ciclo di visite guidate che la nostra associazione organizza in collaborazione con la Confraternita del Manzo all’Olio di Rovato e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.
Le visite, calendarizzate per tutto il 2019 con cadenza mensile, avranno luogo ogni ultimo sabato del mese e seguiranno 2 diversi percorsi:
1° Percorso: Parrocchiale di S.Maria Assunta, Palazzo del Municipio, Piazza Cavour e antiche mura venete.
2° Percorso: Santuario della Madonna di Santo Stefano, Convento della SS.Annunciata e Chiesa di San Michele Arcangelo
Alle visite è abbinata la degustazione, a prezzo convenzionato, di menu a base di Manzo all’Olio di Rovato presso i ristoranti convenzionati.
La prima visita di sabato 9, riservata ai soci delle associazioni promotrici ad un prezzo agevolato di 8€, sarà dedicata alla scoperta delle bellezze storiche, artistiche ed architettoniche del Monte Orfano, il ritrovo è presso il piazzale del Santuario della Madonna di S.Stefano.

Rovato: addio a Angelo Benedetti, il Cavaliere…del mercato e degli ambulanti.

Rovato saluta un volto storico del mercato e degli ambulanti. E’ scomparso, a 78 anni, Angelo Benedetti, Cavaliere della Repubblica dal 1981.

Protagonista della vita politica (consigliere comunale e assessore, tra metà anni Settanta e i primi anni Novanta, per il PSI), Benedetti è stato per decenni uno dei punti di riferimento dell’ambulantato in tutta la Lombardia, anche come presidente di Anva Confesercenti.

La sua ultima fatica era l’associazione “Casa dell’ambulante”, con cui aveva aperto – sotto l’abitazione di via Marchesi, 38 – il primo museo italiano dedicato all’ambulantato.

I funerali martedì, con partenza alle ore 15 dalla Fondazione Don Gnocchi.

 

TINO BUFFOLI CI SCRIVE: LA LETTERA DI FEBBRAIO 2019 SU ROVATO.ORG/1

Dopo la (molto seguita) rubrica “Caro sindaco ti scrivo…” (clicca qui per rileggerla), torna su Rovato.org la voce (e la penna) di Agostino “Tino” Buffoli, già esponente politico e vicesindaco di Rovato ai primi anni Novanta, che tra il serio e…il meno serio ragiona sul passato, presente e “futuro della capitale della Franciacorta.

Una nuova rubrica di pensieri e riflessioni sulla “nostra” Rovato, pubblicata su Rovato.org

Se volete scriverci con le vostre opinioni potete farlo a rovatopuntoorg@gmail.com:

“I PROBLEMI NELLA MAGGIORANZA CONSILIARE E POLITICA, FRENANO LO SVILUPPO DELLA CITTA’. LE COSE NON VANNO AVANTI E ROVATO E’ FERMO AL PALO”.

  1. Parto dal passato, ricordando che a tutt’oggi, non è dato di sapere per quale motivo la Maggioranza consiliare e politica della precedente legislatura provocò la caduta della sua Sindaca, la Signora Martinelli, portando Rovato alle elezioni anticipate. Quali divergenze? Quali diverse utilità? Tutto avvenuto nel completo riserbo e i cittadini sono stati chiamati a votare senza bene capirne il perché. Avvenne che la ex Sindaca presentò una propria lista, schierata contro formazioni concorrenti espressioni della maggioranza che l’aveva prima voluta come prima cittadina. Una contesa consumata negli ambienti della “Destra rovatese”(Lega F.I.) che con a capo la Martinelli, aveva sopraffatto la composita lista (Trenino, PD) che governava il Comune. A conta fatta, salgono ad amministrare Rovato gli attuali vincitori e ai box di ripartenza, siede nei banchi dei perdenti la Sindaca sconfitta . Tutto chiaro? forse no! poiché un esponente, fra i più rappresentativi, di questa lista minoritaria viene chiamato a far parte della Giunta. Dunque un portavoce di opposizione diventa Assessore! Nulla da eccepire sul piano formale, nè tanto meno sulla meritevole persona. Ragionando politicamente questa ingannevole manovra presta il fianco, fa pensare ad un’offerta di soccorso al Sindaco qualora in difficoltà e il “do ut des” di questo “aggiustamento”, resta nei sottintesi.
  2. Nemmeno tanto tempo fa, circolava per Rovato un libricino libello il cui autore camuffato, facendo uso di nomignoli fantasiosi, metteva in scena la parodia di “Casa Lega”. La vicenda nemmeno tanto avvincente accreditava presunti “bravi ragazzi” impegnati in una strenua lotta contro “leghisti del male”. Il libercolo, pieno di allusioni e ammiccamenti intendeva, come in un giallo, stuzzicare il lettore facendogli presagire cose gravi, cose che se sapute… chissà quello che poi sarebbe successo. Ma si trattava di un giallo farlocco perché il movente delittuoso veniva sempre taciuto. Intanto era inquietante la rappresentazione della pantomima i cui commedianti, da quanto traspariva, usano rivolgersi l’un l’altro in un gergo triviale da sbalordire, solo intenti ad arraffare il fine mese.
  3. Dopo che, nel settembre scorso, il vice Sindaco, figura chiave chiamata alle funzioni vicarie del Primo cittadino, si è dimesso da ogni carica per le note imputazioni giudiziarie, due consiglieri della Lega, se ne sono andati, formando un nuovo gruppo Consiliare. Giocando sulle vocali, hanno tramutato Lega in Liga. Sarebbero stati più coerenti se avessero rassegnato le dimissioni visto che erano stati eletti nella lista madre. Un altro scossone per la Maggioranza, contando che una decisione così estrema, al di fuori di risvolti caratteriali, è giustificata solo da presupposti gravi che bisognerebbe spiegare nel merito.

Continua a leggere

Fra Sebastiano torna a Rovato. Venerdì i funerali a Coccaglio.

Arriva a casa sua, al Convento dell’Annunciata di Rovato, fra Sebastiano Borriero, deceduto nei giorni scorsi.

La Comunità dei Frati Servi di Maria e gli Amici del Convento dell’Annunciata annunciano la morte di padre Sebastiano (Giorgio) Maria Borriero, di anni 86, avvenuta a Vicenza il 28 gennaio 2019

“Poeta contadino – dicono all’Annunciata -, amante della vita, degli uomini e dell’arte, cantore della bellezza e servo di Dio”.

I funerali avranno luogo presso la Chiesa Parrocchiale di Coccaglio, venerdì 1 febbraio alle ore 15,00.
Padre Sebastiano verrà quindi sepolto nel cimitero di Coccaglio.

La veglia di preghiera si terrà giovedì alle ore 20,30 presso il Convento dell’Annunciata, sul Monte Orfano di Rovato

Sarà possibile far visita alla salma presso la Chiesa del Convento dell’Annunciata da giovedì 31 gennaio dalle ore 15 alle ore 23 fino venerdì 1 febbraio, dalle ore 7 alle ore 12,30.

Politica: nuovo assessore a Rovato. E’ il leghista Pieritalo Bosio.

Nuovo assessore comunale a Rovato: è il 59enne Pieritalo Bosio, attuale capogruppo in Consiglio comunale per la maggioranza oltre che storico militante della Lega a Rovato.

La nomina, effettuata dal sindaco, Tiziano Belotti, va a coprire in parte le deleghe rimaste scoperte dopo le dimissioni da assessore e vicesindaco di Pierluigi Toscani, che aveva lasciato alla fine del settembre 2018.

A Bosio andranno le seguenti deleghe: polizia amministrativa e commerciale, polizia municipale e polizia giudiziaria, gestione e manutenzione del patrimonio comunale oltre alla delega sul commercio in aree pubbliche.

Le altre deleghe un tempo di Toscani restano nelle mani dell’assessore Simone Agnelli, che da ottobre ha preso anche l’incarico di vicesindaco.

Successivamente all’entrata in vigore della nomina, al prossimo Consiglio comunale, Bosio dovrà lasciare il ruolo di consigliere comunale.

Al suo posto dovrà entrare il primo dei non eletti nelle liste che sostenevano, nel 2015, il sindaco Tiziano Belotti.

 

Rovato: l’Annunciata piange padre Sebastiano Borriero, frate del Monte Orfano.

Si è spento, a 86 anni, padre Sebastiano Borriero, dal 1973 frate (è stato anche priore) del Convento della Santissima Annunciata, sul Monte Orfano di Rovato.

Negli ultimi tempi fra Sebastiano si trovava nell’infermeria a Monte Berico, la casa madre vicentina dell’Ordine dei Servi di Maria.

A darne l’annuncio lo stesso Convento, con le parole: “Il Signore lo accolga nelle sue braccia”.

Nato a Schio, Vicenza, nel 1932, fra Sebastiano era arrivato a inizio anni Settanta in Franciacorta.

Qui ha messo radici e incontrato migliaia di persone, sia per motivi religiosi che pratici, viste le sue grandi passioni, come la poesia, la scultura, gli incontri, la distillazione e la viticoltura.

Sarà tumulato nel cimitero di Coccaglio, probabilmente questo giovedì, 31 gennaio.