Come non uccidere..una pianta? Nuovo corso a Castello Quistini di Rovato

rovato castello quistini piante corso“Tutto quello che devi sapere per non uccidere…una pianta in casa”. E’ il titolo dell’incontro di sabato pomeriggio, alle 14.30, a Castello Quistini di Rovato.

Un corso insieme a Davide Floris, fiorista ed esperto di piante da interno, per imparare a conoscere le varietà più adatte e resistenti e controllare che siano sane, dove posizionarle in casa, come scegliere il giusto contenitore/coprivaso (materiale, forma, misure), imparare a conoscere la pianta ed i segnali che ci manda, come dare acqua alla pianta e imparare a capire quando la pianta ha veramente bisogno di essere bagnata, sapere se e quando rinvasare.

E ancora: l’utilizzo del fertilizzante e come evitarne l’abuso, come pulire le piante, lucidante fogliare: si o no, conoscere problemi più comuni delle piante verdi e come risolverli. A conclusione del corso verranno svelati alcuni piccoli trucchi e segreti per avere piante sempre in forma e una casa green anche d’Inverno.

Quali argomenti verranno affrontati durante il corso?
– Come acquistare/scegliere una pianta da interno (controllo che sia sana ecc)
–  Linee guida per il posizionamento della pianta in casa
–  Scelta del giusto contenitore/coprivaso (materiale, forma, misure)
–  Imparare a conoscere la pianta ed i segnali che ci manda
–  Come dare acqua alla pianta ed imparare a capire quando la pianta ha veramente bisogno di essere bagnata

Continua a leggere

“Lorenzo Gigli” di Rovato: successo per il primo Open Day. Si replica il 6 dicembre.

liceo e ipia rovato iscrizioniIl “Gigli” di Rovato ha aperto le porte, nel fine settimana, con il primo Open Day. Una bella occasione per scoprire l’istituto d’istruzione superiore della capitale della Franciacorta, uno dei pochissimi capaci di offrire, allo stesso tempo, un’istruzione liceale e una professionale.

Nel corso della giornata dedicata al primo OPEN DAY dell’istituto superiore d’istruzione Lorenzo Gigli di Rovato, “abbiamo avuto modo – spiegano docenti e dirigenza del liceo e istituto professionale della Franciacorta – di presentare le peculiarità del nostro istituto, attraverso un intervento in aula Paolo VI da parte della dirigenza rappresentata dai prof. Fausto Minelli e Sergio Stabile.

La giornata è poi proseguita nella classi, dove genitori e alunni hanno avuto la possibilità di conoscere, grazie all’intervento di alcuni professori del Gigli, i profili e le caratteristiche dei percorsi liceale, professionale e IEFP. Si è poi passati alla visita degli spazi interni ed esterni alla struttura, per gli alunni interessati al percorso professionale, alla visita delle officine meccanica ed elettrica.

Mentre per gli alunni interessati al percorso liceale, ai laboratori, in particolare quello di fisica. Si è registrata una eccellente partecipazione.

Abbiamo cioè ospitato tanta gente interessata alla nostra offerta formativa. Il prossimo open day si terrà venerdì 6 dicembre, a partire dalle ore 18.

Migranti: Rovato capitale dei residenti stranieri. Numeri più alti che a Brescia città.

stranieri boom a rovatoCambiano le Amministrazioni, si alternano le maggioranze, ma Rovato resta la cittadina della provincia di Brescia più scelta, per vivere, studiare e lavorare, dalle persone senza cittadinanza italiana.

La conferma arriva dall’Istat, con il rapporto 2019 MigraREport, che fornisce i numeri per l’analisi realizzta dal Centro sulle migrazioni della Cattolica di Brescia. Il report analizza il numero di cittadini non italiani residenti nei vari Comuni d’Italia. Rovato, in percentuale, ha un numero di cittadini stranieri superiore a Brescia città: nella capitale della Franciacorta non è italiano il 20,5% per cento dei residenti (in numeri assoluti: 3.957 non italiani su un totale di 19.320 residenti), mentre il capoluogo si ferma al 19% (37.698 migranti su 198.356 residenti).

Anche in confronto alle altre cittadine del Bresciano, Rovato resta la preferita dai migranti: nessuno, tra i grandi Comuni, supera il 20%, come fa invece Rovato. Seguono, dopo Brescia, Chiari (17,7%), Ospitaletto (16,7%), Darfo (16,1%), Montichiari (15,9%), Palazzolo Sull’Oglio (15,4%), Ghedi e Desenzano sul Garda (13,3%) e infine Lumezzane, che si ferma al 9,5%.

Rovato, inoltre, conferma il trend provinciale, che dopo sei anni di diminuzione costante di cittadini non italiani residenti nel Bresciano, vede una lieve ripresa nei numeri: se, infatti, tra 2017 e 2018 c’era stato un calo, nell’ordine di un 2 per cento in meno, tra 2018 e 2019 il numero di cittadini stranieri residenti a Rovato è tornato a crescere, con un + 0,5 per cento.

In numeri assoluti, risiedono quindi a Rovato il 2,5 per cento di tutti i cittadini migranti del Bresciano.

 

Non solo Rovato: in Giappone il primo bar dedicato…al Franciacorta Docg

franciacorta giappone barDalla Franciacorta Docg…al Giappone.

E’ stato inaugurato martedì 19 novembre, il nuovo Franciacorta Bar di Tokyo al terzo piano dell’esclusivo Hankyu Men’s Department Store, fra i più importanti marchi del mondo fashion internazionale e dei designer giapponesi.

La cerimonia è avvenuta in presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Giappone Giorgio Starace e del Presidente e Direttore dell’ Hankyu Hanshin Department Store, Naoya Araki, oltre che di alcuni produttori franciacortini.

Rifinito in uno stile contemporaneo, il bar è un luogo intimo ed elegante dove le persone possono trascorrere momento di relax durante lo shopping degustando un buon calice di Franciacorta. Il Bar offre sempre in rotazione, ben 10 diversi stili di Franciacorta da degustare anche come aperitivo con stuzzichini abbinati ad hoc.

L’apertura del Franciacorta Bar costituirà una nuova attrazione per la clientela dell’Hankyu Men’s Tokyo, che ha intrapreso un importante rinnovamento a marzo con l’obiettivo di divenire un vero e proprio centro non solo della moda, ma anche culturale.

Continua a leggere

“Scialpa la talpa”: arriva a Rovato la nuova puntata delle “Favole di Barbara”

scialpa la talpa favole di barbaraNuova avventura per le “Favole di Barbara”, la fatica letteraria per bambine e bambini made in Rovato.

Il libro, scritto da Barbara Dall’Osso con le illustrazioni di Giampaolo Belotti, verrà presentato al pubblico domenica 24 novembre, a partire dalle ore 16.00, all’agriturismo Alberelle di via Isonzo, 37 a Rovato.

“Vi aspettiamo – spiega la Dall’Osso – per la presentazione della nuova favola SCIALPA LA TALPA. UNA FAVOLA A MERENDA…la lettura delle favole per i bimbi e… per i grandi, sarà animata da Simona Rosa.

Seguirà piccola merenda insieme.

Il ricavato verrà donato all’associazione: GLI AMICI DI ANDREA per realizzare progetti per bimbi con disabilità”.

La favola rientra all’interno della collana “Gli animali del prato”. Clicca qui per scoprire l’intera collana di questo progetto per bambini, dedicato a chi è più in difficoltà.

 

Liceo “Gigli” di Rovato: in giro per l’Europa…a sostegno dell’uguaglianza di genere.

liceo gigli contro disparità di genereLa disparità di genere non va combattuta a parole ma con i fatti. A dimostrarlo sono gli studenti delle classi 3C e 3E dell’Istituto Lorenzo Gigli di Rovato che hanno aderito ad un progetto sulla piattaforma eTwinning, basato sul tema del “Gender inequality in schools”.

Quest’ultimo ha permesso loro di partecipare all’Erasmus+: il programma promosso dall’Unione Europea che offre ai giovani opportunità di studio, formazione, esperienze lavorative o volontariato all’estero.

A prendere parte all’iniziativa, saranno 12 studenti delle due classi terze del liceo delle scienze umane che, dopo essere stati selezionati tramite un esame interno alla scuola, trascorreranno una settimana presso alcune famiglie di Spagna, Bulgaria, Grecia e Turchia.

Durante la mobilità, gli alunni saranno protagonisti di attività quali spettacoli teatrali, presentazione di poster, realizzazione di fumetti e di contenuti multimediali che promuovono l’uguaglianza di genere.

Come afferma la professoressa Maria Luisa Provezza, responsabile del progetto: “La particolarità del progetto sta nel fatto che gli studenti potranno sviluppare le loro competenze di cittadinanza globale, sperimentando direttamente lo scambio di esperienze con compagni stranieri”.

La prima esperienza all’estero prenderà avvio il prossimo 10 dicembre a Malaga, in Spagna, mentre l’ultima si concluderà a Istanbul, in Turchia, nel maggio del 2021.

 

Rovato: Piazza Cavour contro la violenza di genere. Per…pochi minuti.

liberi libri rovato bad news violenza genere“Ci sono molti modi per rovinare una piazza e il suo porticato monumentale. Questo, per esempio, è uno”, con l’immagine delle 18 colonne di piazza Cavour a Rovato ricoperte di rosso, per l’installazione “Bad news” contro la violenza di genere, realizzata dall’associazione Liberi libri.

Il virgolettato è stato pubblicato su Facebook dal sindaco, Tiziano Belotti, nel primo pomeriggio di sabato. Alle 16.30 Liberi Libri ha inaugurato l’installazione, con una pellicola rossa in plastica (in gergo tecnico, un film) ad avvolgere tutto il colonnato di piazza Cavour, fino a un’altezza di circa tre metri. Appoggiate sulle colonne, divenute rosse, dei cartelloni, alti circa un metro, con frasi contro la violenza di genere e volti e parole di donne coraggiose e forti, da Piera Stretti (fondatrice della Casa delle Donne di Brescia) a Franca Rame.

Alle 18, in piazza Cavour, era sparito tutto, per un’ordinanza comunale, dovuta al mancato preavviso – spiega il Municipio – non dell’installazione in sé, ma della pellicola rossa.

Di seguito, il lungo comunicato di replica di Liberi Libri.

In mezzo, un sabato rosso, rosso di…vergogna a Rovato. Perchè aldilà di torti e ragioni, quello che rimane è quello che…non c’è: vale a dire, nessuna installazione, e nessun messaggio contro la violenza di genere, una vera emergenza – questa sì! – di questo Paese.

Comunque la si metta.

Il comunicato:

L’associazione Liberi Libri è profondamente triste, delusa e rammaricata nel riferire i gravissimi fatti accaduti nella giornata di oggi, sabato 16 novembre 2019, nella bellissima cornice di piazza Cavour, Rovato.
L’associazione Liberi Libri, che coopera da quasi dieci anni con il Comune di Rovato e con altri enti e associazioni in maniera proficua e senza aver mai avuto il benché minimo problema, partecipa sin dal 2015 alle iniziative di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne promosse da Auser Rovato.

Negli anni scorsi abbiamo importato, primi in Italia, l’installazione “What were you wearing? / Com’eri vestita?”, realizzata dall’Università del Kansas e riproposta a Rovato, a Brescia e in diversi altri comuni della nostra provincia in collaborazione con Casa delle Donne – Centro Antiviolenza Onlus.

Continua a leggere