Non solo calcio: 15 anni fa, in A4 a Rovato, la morte dello “sceriffo” Vittorio Mero.

merorovatoQuindici anni fa, il 23 gennaio 2002, moriva a pochi passi dal casello A4 di Rovato “Lo Sceriffo”, alias Vittorio Mero, 27enne difensore del Brescia Calcio.

Mero morì nello schianto della sua vettura, diretta verso Brescia, di ritorno dalla sua famiglia. La squadra, alle 17.30, era impegnata a Parma in Coppia Italia, ma il calciatore vercellese era squalificato, e quindi non era partito con Baggio e compagni alla volta del Tardini.

Mero quel giorno era ad allenarsi a Erbusco. Lui ed Emanuele Filippini squalificati, l’ austriaco Schopp e il polacco Kosminski infortunati, si erano allenati come sempre al mattino, in Franciacorta, prima del pranzo al Touring di Coccaglio.

Dopo pranzo la partenza di Mero per Nave, dove abitava con la famiglia. La sua Polo, però, poco dopo l’ingresso in autostrada a Rovato, andò a incastrarsi sotto il cassone di un autocarro che era stato urtato a sua volta da un Tir: l’autista, un 40enne di Como, non si fermò subito, finendo poi arrestato per omissione di soccorso nelle ore successive.

Continua a leggere

Calcio: Brescia – Avellino 0-2. Il commento del club “Vittorio Mero” di Rovato

16114082_10207153313184331_978377996310606587_nTonfo casalingo del Brescia che perde 0-2 con l’Avellino.

Cronaca e pagelle del Brescia Club “Vittorio Mero” di Rovato:

BRESCIA-AVELLINO 0-2

BRESCIA (4-3-1-2): Arcari; Untersee, Fontanesi, Calabresi, Coly; Bisoli, Pinzi, Sbrissa (23′ st Lancini); Dall’Oglio (13′ st Mauri); Caracciolo, Torregrossa (36′ st Ferrante). (Serraiocco, Camara, Crociata, Vassallo, Modic, Mangraviti). All.: Brocchi

AVELLINO (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jiday, Djimsiti, Laverone; Lasik (40′ st Crecco), D’Angelo, Paghera, Belloni (18′ st Moretti); Verde (45′ st Soumare), Ardemagni. (Lezzerini, Offredi, Omeonga, Donkor, Tassi). All.: Novellino.

ARBITRO Baroni di Firenze.

RETI pt 12′ e st 49′ Ardemagni.

NOTE Ammoniti: Lasik, Pinzi, Radunovic, Calabresi, Moretti, Caracciolo, D’Angelo, Lancini. Espulso Calabresi al 19′ st per doppia ammonizione. Recupero: 1′;5′. Angoli: 3-1. Spettatori: 6.906.

Commento a caldo. di Ezio Frigerio
Continua l’involuzione di gioco del Brescia che perde in casa contro l’Avellino subendo per tutto il primo tempo,proprio come a Trapani prima della sosta,una squadra davvero modesta.
Le scelte di Brocchi mandano in confusione i centrocampisti che non si trovano e non saltano mai l’uomo,le punte vengono cercate con spioventi incontrollabili,facili prede dei difensori,mentre l’Avellino trova il goal con Ardemagni,che aggira con un bel taglio,i dormienti difensori bresciani e deposita in porta.

Continua a leggere

Rose a Rovato: pienone a Castello Quistini (che raddoppia). Appuntamento il 12 febbraio.

fsdfRiceviamo e pubblichiamo da Castello Quistini di Rovato:

Febbraio si sa, è il mese della cura del giardino ed è anche il mese migliore per potare le regine dei fiori: le rose. A Castello Quistini a Rovato, dimora del 1600 immersa in uno splendido giardino di rose, Domenica 5 Febbraio, dalle 14,30 alle 17,30 avrà luogo un corso teorico-pratico per conoscere meglio le rose e imparare le tecniche corrette per potarle con la possibilità di esercitarsi sul campo. Lo scopo del corso è fornire tutti gli elementi utili affinché le rose abbiano la migliore crescita e fioritura in Primavera, prevenendo malattie ed esaltando la fioritura nella bella stagione. Durante l’incontro verranno affrontati anche argomenti di giardinaggio in generale. Il corso sarà tenuto da Marco Mazza, proprietario della dimora storica, progettista dei magnifici giardini del palazzo e titolare dell’azienda agricola specializzata nella coltivazione e produzione di rose antiche, botaniche, inglesi e selvatiche.

Continua a leggere

Morto Valentino Guarneri: Rovato perde il “re” del manzo all’olio.

valentino-guarneri-rovatoSi è spento a 77 anni Valentino Guarneri, “il” macellaio di Rovato, re del manzo all’olio e di tante altre carni, e piatti, tipici della tradizione della Franciacorta.

Guarneri è morto mercoledì 18 gennaio 2017. Ora si trova nella casa dove abitava negli ultimi anni, nella vicina Coccaglio, in via Monauni, 6.

Da qui, venerdì alle 14.30, partirà il corteo funebre verso la Parrocchia di Coccaglio.

Guarneri però era un rovatese doc, al pari della sua famiglia, che prosegue una storia lunga oltre un secolo, con l’omonima macelleria di piazza Cavour, oggi guidata dal figlio Andrea.

Valentino Guarneri,0 oltre che “becher” e norcino, era stato negli anni membro nazionale di Federcarni, presidente dei macellai bresciani, Leone d’Oro di Rovato (nel novembre 2015).

Nel luglio del 1988, durante la visita bresciana di Papa Giovanni Paolo II, fu lui a preparare e servire un piatto di manzo all’olio al papa polacco, durante il pranzo, tenutosi al centro Paolo VI di Brescia, e a ricevere per quel piatto i complimenti diretti da parte dello stesso pontefice.

Rovato: due giovani arrestati per rapina impropria al bar de La Girandola.

vvvUn furgone, due slot machine, un piede di porco, una macchinetta cambia soldi. E’ il bottino di due giovani di 20 e 17 anni, arrestati nella mattinata di martedì 17 gennaio a Rovato, nella zona del centro commerciale La Girandola.

Il 17enne, di nazionalità marocchina, era scappato il giorno dopo da una comunità della Franciacorta, rubando il furgone della stessa. Assieme al 20enne, kosovaro, hanno poi pensato di svaligiare il bar de La Girandola, portando via le macchinette slot.

All’arrivo dei carabinieri di Chiari hanno provato la fuga prima con il furgone, e poi a piedi. I carabinieri li hanno però fermati, dopo una colluttazione con il 20enne, mentre il 17enne è prima riuscito a scappare, per poi essere riacciuffato a poca distanza.

Si cerca ancora una terza persona.

I due sono stati arrestati per rapina impropria (il 17enne anche per il furto del furgone) e sono ora uno a Canton Mombello e l’altro al carcere minorile Beccaria di Milano.

Terremoto: da Rovato un aiuto per Esanatoglia (Macerata) con la Protezione Civile.

16114405_1092772597515787_8103071464455937245_n La Protezione Civile di Rovato non si è dimenticata di chi è stato – ed è – vittima del terremoto di agosto, e di ottobre, in Centro Italia.

E chiama alla solidarietà.

Il gruppo, capitanato da Roberto Barbera, ha lanciato una campagna di sostegno e di raccolta fondi per il sostentamento delle scuole di Esanatoglia, piccolo paesino (poco più di duemila anime abbarbicate nei colli attorno a Macerata, con un territorio esteso però il doppio di quello di tutta Rovato) colpito duramente dai fatti sismici del 2016.

L’obiettivo, attraverso la raccolta fondi, è quello di acquistare materiale didattico, audiovisivo e ludico.

Tutto il ricavato verrà consegnato direttamente dai volontari rovatesi della Protezione Civile entro la metà di febbraio.

Per ogni informazione e su come donare è sufficiente cliccare sull’immagine in alto a sinistra in questo post e trovare i riferimenti della Protezione Civile di Rovato.

Rovato: lavori in vista per il teatro. Ma è quello delle scuole medie di via Costituzione.

ingresso-medie-rovatoIl teatro delle scuole medie di via Costituzione a Rovato sotto i ferri.

L’Amministrazione comunale ha deciso di mettere mano alla struttura, ristrutturandola.

Per opera il Comune ha affidato il progetto, direzione lavori e il loro coordinamento, attraverso un’apposita delibera di Giunta Comunale.

L’incarico è andato all’architetto rovatese Luca Benedetti.

Ancora da stabilire con precisione la tipologia d’intervento, inserita all’interno di una delibera (la si trova cliccando qui) del 30 dicembre 2016 dall’investimento complessivo stimato di quasi 60mila euro, dato che comprende anche, per altre aziende, l’incarico per il servizio inerente la perizia di consistenza e stima dell’impianto di illuminazione pubblica (andato alla iENERGY di Brescia) e l’incarico per il servizio di verifica della vulnerabilità sismica degli edifici strategici e rilevanti (andato invece alla Progetto Servizi di Coccaglio).

I fondi sono stati reperiti attraverso l’avanzo di Amministrazione 2015 e l’avanzo economico 2016.

Per sapere di che tipo di intervento si tratti, sarà necessario aspettare le prossime settimane.