Non solo Rovato. “Smart Water”: sul web il progetto di Acque Bresciane per tutelare l’oro blu

Smart Water è il nuovo progetto “a distanza” che Acque Bresciane, società che gestisce il prezioso bene a Rovato e in altri 92 Comuni, dove abita oltre mezzo milione di persone, ha deciso di mettere in campo per far fronte alle numerose richieste di lezioni e visite dello Sportello scuola, sospese in concomitanza dell’epidemia Covid -19.

Per questo Alex e Flow, i beniamini del fumetto creato da Acque Bresciane attraverso la penna di Silvio Boselli, si sono trasformati in un corto metraggio di animazione e ci spiegheranno come funziona il ciclo dell’acqua oltre ad accompagnarci alla scoperta di tanti altri film animati in cui l’Acqua è protagonista, in un modo o nell’altro.

Al video animato di presentazione, ogni martedì e venerdì si aggiungono una serie di cortometraggi, che si trovano gratuitamente in rete, sul rispetto dell’ambiente, le risorse idriche e più nello specifico l’acqua e il suo (consapevole) utilizzo.

Brevi film per riflettere, per divertirsi e per scoprire piccoli, grandi progetti dedicati all’acqua e alla sua importanza. Nella proposta sono inseriti anche film realizzati da ragazzi e bambini.

Covid19: il Pd di Rovato attacca Regione Lombardia.

Attraverso la propria pagina Facebook, il Partito Democratico di Rovato attacca la gestione della pandemia da Covid19 da parte di Regione Lombardia.

Lo spunto è l’inchiesta del settimanale L’Espresso, dedicata proprio al Pirellone.

Da qui parte lo scritto del Pd di Rovato, che riprendiamo:

“Piano piano la verità esce. Da due mesi Regione Lombardia parla di impossibilità nel realizzare tamponi a tappeto. Poi si scopre che la giunta regionale lombarda votò al completo, su proposta dell’Assessore Gallera, una DGR, la XI/1681 del 27 Maggio 2019. Essa stabiliva i criteri di incentivazione dei manager lombardi della sanità pubblica. In soldoni si premiava con un incentivo economico importante i manager che tagliavano la spesa per le richieste di ordinativi da parte dei laboratori.

E in piena pandemia Gallera e Fontana hanno continuato a dire per settimane che non era possibile fare tamponi e ora continuano a dire che non si possono fare test sierologici anche perché non ci sono reagenti sufficienti. VERGOGNA! E si vergogni anche chi continua a criticare queste operazioni verità perché il momento non sarebbe opportuno. Il problema è chi ha preso queste decisioni, non chi le rende pubbliche! E anche noi, con i nostri canali di comunicazione, partecipiamo a questa operazione “trasparenza” rendendo pubbliche queste informazioni..”

Rovato e non solo: LGH approva il nuovo Piano industriale 2020-2024. Economia circolare e territori al centro.

Riceviamo e pubblichiamo da Lgh (Gruppo A2A), società di servizi di cui fa parte anche Cogeme di Rovato, sul piano industriale 2020-2024:

 Il cda di Linea Group Holding (Gruppo A2A) ha approvato il nuovo Piano Industriale 2020-2024. Al centro, economia circolare e bioenergy, efficienza energetica e aggregazioni sui territori. Un piano industriale orientato allo sviluppo e alla crescita nel bioenergy, in una logica coerente di economia circolare e con un rilevante impegno sui dossier dell’efficienza energetica e un ruolo propositivo per l’aggregazione di utility del Sud Lombardia.

Questi i principali elementi che caratterizzano il Piano Industriale di LGH (Gruppo A2A), la multiutility presente nelle province del Sud Lombardia.

Il Piano, che ha le basi nelle attività messe in campo sin dall’inizio della partnership industriale con A2A dell’agosto 2016 e nei risultati raggiunti nel primo quadriennio, crea ora le condizioni per uno sviluppo coerente con la nuova vocazione di LGH di vera e propria “utility green”.

L’Assemblea ha inoltre nella stessa occasione approvato il bilancio 2019. Dividendo destinato ai Soci pari a 12 milioni di €, in linea con l’ammontare dell’esercizio precedente, seppur a fronte dell’uscita dal perimetro di consolidamento della società di vendita gas/energia Linea Più (ora in A2A Energia). Significative rimangono infine le performances industriali negli altri ambiti di presenza.

Continua a leggere

Rovato e non solo: buona Festa della Mamma! Ma…perché a maggio? Qualche curiosità…

Rovato.org augura a tutte le mamme una buona festa, per domenica 10 maggio. Soprattutto in questi mesi davvero difficili, il lavoro svolto dai genitori (e dalle mamme in particolare) va davvero riconosciuto e apprezzato pubblicamente, al pari di quello di tutte le donne.

La Festa della Mamma cade, di tradizione, la seconda domenica di maggio: per il 2020, si tratta quindi di domenica 10 maggio.

Questo vale per buona parte dei paesi occidentali, Italia compresa, ma non tutti. Spagna e Portogallo, per esempio, la celebrano la prima domenica di maggio, cioè lo scorso 3 maggio. Nella piccola Repubblica di San Marino, vicino Rimini, è invece il 15 marzo. In molti paesi arabi, invece, la data coincide con l’equinozio di primavera, che per il 2020 è stato lo scorso 20 marzo.

La storia di queste date è molto affascinante e articolata: vi invitiamo a scoprirla cliccando qui, se vorrete, in modo da potere raccontare una bella storia, oltre a fare i doverosi auguri!

Lavoro: Pasta Zara ottiene 25 milioni di euro dal MEF. Coinvolto anche lo stabilimento di Rovato

L’azienda alimentare Pasta Zara di Riese Pio X (Treviso), che conta uno stabilimento produttivo anche a Rovato, in via XXV Aprile, 56, con un numero di addetti che supera il centinaio, ha ottenuto un finanziamento per 25 milioni di euro.

L’investimento sarà destinato alle esigenze di cassa da parte di Asset management company (Amco), operatore nel campo della gestione dei crediti deteriorati interamente partecipato dal settore pubblico, attraverso il controllo del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

L’operazione, riporta l’agenzia di stampa Ansa, avviene in esecuzione del concordato preventivo con continuità aziendale, omologato dal Tribunale di Treviso lo scorso gennaio.

Il piano di rilancio di Pasta Zara prevede la riorganizzazione della produzione nei due stabilimenti di Riese Pio X e di Rovato, mentre l’impianto di Muggia (Trieste) è stato ceduto a Pasta Barilla, oltre all’avvio di nuovi investimenti nei settori della produzione, la razionalizzazione del portafoglio prodotti ed efficientamenti e semplificazione dei processi produttivi.

“Caro Premier ti scrivo…” Lettera del sindaco Belotti di Rovato a Giuseppe Conte

Da Rovato…a Palazzo Chigi. E’ il percorso della lettera che il sindaco di Rovato, Tiziano Belotti, ha inviato al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: una serie di riflessioni a partire dalla pandemia da Covid19 che vi proponiamo di seguito.

Per eventuali commenti di altri partiti e liste…basta mandarci una mail!

“Lettera aperta al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Carissimo Presidente, le scrivo da Sindaco di una cittadina della provincia di Brescia, martoriata da oltre due mesi di pandemia che qui ha picchiato davvero duro, provocando morti e feriti, alcuni ancora in cura o in quarantena. Purtroppo dalle nostre parti il Corona Virus è dilagato in tempi non sospetti, a Gennaio e Febbraio, quando la popolazione non utilizzava nessuna precauzione e gli assembramenti erano all’ordine del giorno.

Sicché a Marzo gli ammalati non si contavano più e gli ospedali venivano presi letteralmente d’assalto. Di errori ne sono stati fatti tanti ed a tutti i livelli. Ma l’errore più grande è stato quello di non avere ascoltato il territorio ed i suoi presidi sanitari. I medici di base lamentavano da parecchie settimane alcune forme influenzali resistenti alle cure coi normali farmaci.

Eppure nessuno, nemmeno i grandi luminari della scienza che adesso passano più tempo in televisione che nei laboratori, ebbero l’intuizione di attribuire queste nuove forme influenzali al CoVid-19.

Continua a leggere

(Non solo) Rovato: in Franciacorta i vigneti viaggiano…su una App

ll Consorzio Franciacorta di Erbusco, a due passi da Rovato, ha avviato un nuovo servizio, sviluppato in collaborazione di A2A smart city, che fornisce tramite un’ apposita APP informazioni sulle condizioni meteo ed una previsione di rischio relativa ai patogeni tramite vite.net, strumento web interattivo per la coltivazione della vite secondo i principi della viticoltura sostenibile e di precisione ideato da Hort@, Spin off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

La nuova rete di stazioni conta ben 44 capannine meteo, tra preesistenti e nuove, sparse sull’intera Denominazione, consentendo una copertura del territorio praticamente totale. Osservando i dati che le stazioni trasmettono, si conferma quanto da tempo era stato evidenziato anche dallo studio di zonazione della Franciacorta e cioè che la Franciacorta è si un territorio piccolo, ma estremamente eterogeneo e ricco di microclimi differenti che si riflettono nelle molte espressioni dei vini base.

Continua a leggere