Ampliamento Porte Franche: i cittadini di Erbusco votano “No”

pf rovato dice noSi è svolta domenica 29 maggio la consultazione referendaria indetta dal Comune di Erbusco sul possibile ampliamento del Centro Commerciale “le Porte Franche”.

A votare, a favore o contro il progetto, erano chiamati ieri i residenti di Erbusco, con un quorum fissato per la validità del referendum al 30% degli aventi diritto.

A recarsi alle urne è stato addirittura il 46% (pari a 2998 erbuschesi su circa 6500 aventi diritto) che ha decretato la  vittoria del NO all’ampliamento con la percentuale del 54% ed un distacco, in termini assoluti, di circa 240 voti.

Mentre nel capoluogo a vincere sono stati i favorevoli all’ampliamento, a far pendere in modo deciso la bilancia in favore del NO alle “Porte Franche 2” sono state le frazioni di Villa e Zocco, con distacchi rispettivamente di 280 e 105 voti.

Come affermato dal Sindaco di Erbusco Ilario Cavalleri quindi, il progetto di ampliamento del centro commerciale non verrà inserito nella variante al Pgt. Proprio come auspicato all’unanimità solo pochi giorni prima dal Consiglio Comunale di Rovato e da quello di Cazzago San Martino.

Annunci

Festival Franciacorta: la prima tappa del 2016 a Padova. Ben 43 le cantine presenti

franciacortaRiceviamo e pubblichiamo:

Il festival franciacorta A PADOVA

Lunedì 21 marzo, la prima tappa dei Festival itineranti 2016

Riparte il tour dei Festival Franciacorta: la prima tappa sarà nella città di Padova, a Selvazzano Dentro, presso il ristorante La Montecchia, una stella Michelin, considerato uno dei migliori del veneto in cui gustare i piatti della tradizione regionale, riproposti da Max Alajmo. La Montecchia è il luogo ideale per celebrare il Franciacorta, un ristorante dal grande fascino, situato nello spettacolare scenario dei Colli Euganei, a soli dieci chilometri dal centro di Padova. Durante l’intero pomeriggio di lunedì 21 marzo, gli ospiti potranno degustare Franciacorta ai banchi d’assaggio delle 43 cantine presenti, partecipare a degustazioni guidate e momenti di approfondimento.

Continua a leggere

A2A-LGH-COGEME: LA POSIZIONE DELLA LEGA NORD. “GRAZIE PD E…RESPONSABILI DI CENTRODESTRA”.

A4 COGEME LGH FRANCIACORTA fenomeniAncora sull’acquisizione da parte di A2A del 51% di LGH (e quindi di Cogeme, la multiutility di Rovato), ufficializzata lo scorso 4 marzo.

La Lega Nord – circoscrizione collegio 30 – Franciacorta ha diffuso il seguente comunicato, che pubblichiamo:

A2A-LGH-COGEME: COLPA DELLA #LEGANORD ?

Erbusco, Castegnato, Passirano, Torbole, Paderno, Rudiano, con l’appoggio di altri Comuni hanno raggiunto il 50,451 % del capitale sociale, «blindando» le decisione dell’assemblea.

Mentre i comuni legati al #PD e quelli “responsabili” del cdx cantano vittoria, arrivano i primi risultati:

A2a acquista il 51% delle quote di Lgh con un cambio in azioni e denaro. Rispetto all’investimento iniziale di 125,5 milioni di euro, è stata rivista l’offerta a 115 milioni e “l’affare” si dovrebbe chiudere con un assegno tra i 90 e 100 milioni.

Continua a leggere

“Serata Macogna”: incontro pubblico verso la sentenza del Tar contro la discarica.

serata 15.03.2016Rovato, ma non solo.

“Serata Macogna” martedì 15 marzo: dalle 20.45 all’auditorium delle scuole medie “Ciapetti” di Berlingo si parla della discarica (molto) discussa che sorge a cavallo tra Cazzago San Martino, Rovato, Travagliato e la stessa Berlingo.

Sul palco l’avvocato Federico Randazzo, legale anche del Comune di Rovato nel ricorso al Tar avverso all’autorizzazione provinciale alla discarica del luglio 2013 (e che il prossimo 23 marzo dovrebbe arrivare a sentenza), l’ex curato dell’oratorio San Giovanni Bosco di Rovato centro, don Fabio Corazzina, e Barbara Meggetto, presidente regionale di Legambiente Lombardia.

L’incontro è organizzato da una quindicina di realtà: dal comitato spontaneo “No alla discarica Macogna” al Comune di Berlingo, dal Consiglio di frazione della Pedrocca (Cazzago San Martino)  fino a – per quanto riguarda Rovato, e le frazioni meridionali più vicine alla discarica – i gruppi “Cittadini di Sant’Anna di Rovato” e “Duomo X Duomo”.

Continua a leggere

Pd Rovato: “scandali nella sanità lombarda. Cos’altro deve succedere ancora?”

pd rovatoRiceviamo e pubblico dal Circolo del Partito Democratico di Rovato in merito all’ultimo “scandalo” che ha riguardato la sanità di Regione Lombardia, con l’arresto – tra gli altri – del presidente della Commissione Sanità, il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rizzi:

Gentile cittadino, l’oggetto di questa comunicazione è il medesimo che avevamo usato nell’ottobre 2012 allo scoppio degli scandali sulla sanità lombarda a gestione Formigoni.

A 3 anni e mezzo di distanza, dopo la partenza dell’inchiesta sulle forniture odontoiatriche e non solo relative alla sanità regionale lombarda (http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_febbraio_29/scandalo-sanitaappalti-malaffare-nuove-denunce-pasionaria-dc8968da-de5e-11e5-8660-2dd950039afc.shtml) non possiamo far altro che riciclarlo: cosa deve ancora succedere in Regione Lombardia perché i cittadini lombardi capiscano che il ventennio di gestione del centrodestra della sanità lombarda è stato fallimentare?

Continua a leggere

CAMBIO AL VERTICE: VITTORIO MORETTI NUOVO PRESIDENTE DEL CONSORZIO FRANCIACORTA

da sx moretti ministro martina e zanellaIl Consorzio di tutela del Franciacorta Docg ha rinnovato i propri vertici.

Di seguito, il comunicato stampa del Consorzio:

Assemblea Generale dei soci: rinnovo del Presidente e del Consiglio di amministrazione del Consorzio Franciacorta

Erbusco, 16 dicembre – E’ Vittorio Moretti il nuovo Presidente del Consorzio Franciacorta. Il patron di Bellavista e Contadi Castaldi raccoglie il testimone di Maurizio Zanella, Ca’ del Bosco, che negli ultimi sette anni ha guidato il Consorzio.

Continua a leggere

Non solo Rovato: all’asta (quasi) diecimila bottiglie di Franciacorta Docg…musicale.

fallimentoNon solo Rovato.

9.902: sono il numero di bottiglie di  Franciacorta Docg messe in vendita “in stock”, al prezzo di 3,50 euro a bottiglia.

La vendita “monstre” segue il fallimento della società Borgo Santa Giulia Srl, di Corte Franca.

Le bottiglie fanno parte di un unico lotto che verrà battuto all’asta fallimentare, con una base di partenza di 34.657 euro (a cui va aggiunta l’Iva).

Continua a leggere