Consiglio comunale: cosa si è deciso a Rovato il 21 gennaio

Quasi 4 ore di Consiglio comunale a Rovato, dai toni spesso molto aspri e duri, soprattutto nella prima parte della seduta. Seduta che potete rivedere integralmente cliccando qui grazie allo streaming del Comune, messo su Youtube: allo stesso indirizzo trovate le sedute precedenti. Un esperimento che già si può dire riuscito: le visualizzazioni, a nemmeno 24 ore dalla seduta, sono infatti quasi 1.500.

Quindi…cosa si è deciso in Consiglio comunale a Rovato giovedì 21 gennaio 2021?

Andiamo per punti:

  • il consigliere Stefano Belotti, eletto a settembre con la Civica Belotti, si è dimesso. Al suo posto, anche in Commissione territorio, entra Renato Parzani, primo dei non eletti
  • bocciata dalla maggioranza la mozione e l’emendamento dei consiglieri d’opposizione Remonato, Fogliata, Zoppi, Buffoli, Bonassi e Gilibero per la trasmissione in streaming del Consiglio comunale e delle Commissioni consigliari. Per decisione del presidente del Consiglio comunale, Roberta Martinelli, il Consiglio comunale andrà comunque in streaming, come accade dalla seduta del 26 dicembre 2020
  • la maggioranza ha revocato (dopo una lunga e…aspra discussione) le delibere approvate dalle opposizioni il 26 dicembre 2020 che impegnavano Sindaco e Giunta a istituire uno Sportello d’ascolto contro la violenza sulle donne e a presentare osservazioni contrarie alla cava Bonfadina in Provincia di Brescia
  • approvate le convenzioni per gestire il Centro servizi territoriale e la gestione intercomunale integrata dei rifiuti urbani
  • discussione sulla Franciacorta Concert Hall dopo mozione di contrarietà dei consiglieri d’opposizione Remonato, Fogliata, Zoppi e Buffoli. Il sindaco Tiziano Belotti ha espresso le proprie perplessità sul progetto, almeno in base a quanto si sa al momento.
  • discussione sul bar – ristorante del Foro Boario, dopo mozione dei consiglieri d’opposizione Remonato, Fogliata, Zoppi e Buffoli. Al momento il bar – ristorante è vuoto, ormai da un paio d’anni: i consiglieri hanno chiesto notizie su se e quando riaprirà. Il sindaco Tiziano Belotti ha comunicato che il vincitore del bando sta pagando l’affitto ma, complice anche il Covid, al momento i lavori di sistemazione non sono partiti. Non si sa quindi al momento quando tornerà a funzionare l’ex “Pepe Nero”: ci si augura con la bella stagione.

Rovato: in biblioteca solo su prenotazione. Due posti per il Servizio Civile

Causa zona rossa, la biblioteca Cesare Cantù di corso Bonomelli, 37 torna in modalità…prenotazione. “In ottemperanza – spiegano alla Cantù – alle disposizioni contenute nel DPCM del 14 gennaio 2021 riguardo le misure di contenimento del Covid-19,da lunedì 18 gennaio 2021 a venerdì 5 marzo 2021 la BIBLIOTECA sarà APERTA SOLO SU PRENOTAZIONE”.

Le prenotazioni si effettuano via telefono, al numero 0307722525 oppure via email all’indirizzo biblioteca@comune.rovato.it.

Orari di prenotazioni: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 13.30 alle ore 17. Garantiti i servizi prestito, restituzione prenotazioni e ritiro, lettura quotidiani. Chiuse invece le sale studio.

Intanto per il servizio civile a Rovato ci sono due posti, dedicati al settore “Cultura – percorsi di valorizzazione delle biblioteche” relativi al Comune di Rovato. Il termine per le candidature è lunedì 15 febbraio 2021.Per infoemazioni: www.scanci.it

Rugby Rovato: tamponi nasofaringei anti Covid a 26 euro. Ecco quando e come

Sabato 16 gennaio ha preso il via il centro tamponi presso lo stadio “Pagani” di Rovato. L’iniziativa è frutto di una sinergia tra il Nordival Rugby Rovato, l’azienda Fast Lab Srl e il Comune di Rovato che ha garantito il suo appoggio.

“Vogliamo aiutare concretamente il nostro territorio in un momento difficile come questo – spiega il director of rugby rovatese Daniele Porrino -. Per ogni tampone abbiamo predisposto un costo economico pari a ventisei euro e quindi accessibile per tutta la comunità”. Il Nordival Rugby Rovato che da diverso tempo fornisce già la possibilità ai propri tesserati di sottoporsi al tampone nella propria struttura sportiva, si è offerto ora di mettere a disposizione l’area, consentendo quindi alle persone esterne al club di potersi recare qui per effettuare i tamponi. “Essendo profondamente radicati sul territorio siamo molto soddisfatti di dare un aiuto al paese in un momento così difficile”, aggiunge il presidente Pierangelo Merlini. Il servizio, con referto medico, è garantito per tutti, dai bambini agli anziani, compresi i soggetti sintomatici e quelli positivi.

I test si effettueranno anche nelle mattinate di sabato 23 gennaio e sabato 30 gennaio (l’orario è fisso dalle 8,30 alle 12,30), presso lo Stadio “Silvio e Giulio Pagani”, situato in via Primo Maggio 4 a Rovato. Il tutto avverrà nel pieno rispetto di norme e regole di sicurezza anti Covid. Per prenotazioni o ulteriori informazioni chiamare o inviare un messaggio WhatsApp al numero: 320 6788929.

Rovato: giovedì nuovo Consiglio comunale. Ecco di cosa si parlerà (anche in streaming)

Nuovo Consiglio Comunale a Rovato, il primo del 2021, dopo le polemiche legate alla seduta straordinaria di Santo Stefano. Appuntamento giovedì 21 gennaio, alle ore 19: ci sarà la possibilità di seguire i lavori in streaming (clicca qui) mentre è vietata la presenza fisica, causa normative anti-pandemia da Covid19.

Tra i punti all’ordine del giorno, oltre alle interrogazioni contro Franciacorta Concert Hall e per il futuro del bar-ristorante del Foro Boario (proposte già da tempo dall’opposizione vicina a Valentina Remonato), spiccano le dimissioni (con surroga) del consigliere di maggioranza Stefano Angelo Belotti e le mozioni, stavolta di maggioranza, per revocare le delibere approvate il 26 dicembre dalle opposizioni, contro allargamento cava Bonfadina e contro l’istituzione di uno sportello d’ascolto antiviolenza sulla donne.

Clicca qui per l’ordine del giorno completo.

Piano Cave: conti da rifare. Cosa cambia a Rovato

Tutto da rifare, i conti…non tornano.

La bozza di Piano Cave della Provincia di Brescia non va bene. L’algoritmo utilizzato dall’Università di Brescia non ha funzionato e mancano all’appello 8 milioni di metri cubi di materiale estraibile.

La Provincia di Brescia si è data due settimane di tempo per una nuova bozza: poi ripartiranno i tempi (60 giorni) per le osservazioni. Torna quindi in ballo anche la vicenda cava Bonfadina, tra Rovato e Cazzago San Martino, che è entrata nella politica rovatese durante l’ultimo Consiglio comunale, quello straordinario “della discordia”. Dentro il piano cave rientra poi anche l’annosa vicenda della Macogna, al confine tra Rovato, Berlingo, Travagliato e Pedrocca di Cazzago San Martino.

Nonostante l’allungamento dei tempi, i segnali non sono positivi: il nuovo piano cave dovrebbe essere ancora più pesante per un territorio già martoriato dalle attività estrattive.