Rovato e non solo: Cogeme porta in Franciacorta il geologo e volto tv Mario Tozzi.

Riparte, dopo la sosta natalizia, il Festival Carta della Terra, organizzato da Fondazione Cogeme Onlus con numerosi partner privati e pubblici, compreso il Comune di Rovato.

A pochi passi da Rovato, per la precisione al teatro Rizzini di Cazzago San Martino, giovedì 17 gennaio arriva un ospite particolarmente noto, anche al pubblico televisivo: il geologo Mario Tozzi.

L’appuntamento è per giovedì 17 gennaio, alle 20.30, in via Duomo 2 a Cazzago San Martino. La serata è a ingresso libero e continua nel solco dei precedenti incontri sugli elementi della vita.

Dopo Fuoco e Terra, ora tocca all’Acqua.

Introducono la serata il Sindaco di Cazzago San Martino, Antonio Mossini, il Presidente di Fondazione Cogeme Gabriele Archetti e il Presidente di Acque Bresciane, Gianluca Delbarba.

Mario Tozzi è Primo Ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria). È autore di oltre 50 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 50 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Dal 2006 al 2011 è stato Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è membro del Consiglio Scientifico del WWF. E’ saggista e ospite di numerose trasmissioni televisive, soprattutto sui canali della televisione pubblica.

Annunci

Rovato: scomparso “Stringa”, storico volontario dell’oratorio San Giovanni Bosco.

Scomparso a Rovato “Stringa”, storico volontario dell’oratorio San Giovanni Bosco di via Sant’Orsola e in particolare del bar.

Gianfausto Verzeletti, 74 anni, è morto alla Fondazione Don Gnocchi, dove si trovava da qualche tempo.

Stasera, venerdì, la veglia funebre. Domani, sabato, i funerali: ritrovo alla Don Gnocchi alle 14.45. Alle 15 le esequie alla Parrocchia Santa Maria Assunta.

Al posto dei fiori, richieste offerte all’oratorio di Rovato centro, dove “Stringa” ha trascorso buona parte della propria vita, accompagnando – tra un caffè e un sacchetto di caramelle – la gioventù di diverse generazioni di rovatesi.

Polizia Locale: il bilancio 2018 degli agenti di Rovato.

Dal Comune di Rovato:

“Bilancio più che soddisfacente per la Polizia Locale di Rovato, comando di medie dimensioni che oltre ai compiti istituzionali ha fatto registrare dati di tutto rispetto dell’attività svolta nel 2018.

1200 i veicoli controllati, 205 i veicoli sequestrati dei quali 156 per mancanza di copertura assicurativa registrando un incremento pari al 25%.

3227 i verbali per violazioni alle norme della circolazione stradale.

168 i verbali amministrativi elevati per #AbbandonoRifiuti e violazioni ai regolamenti comunali registrando un aumento del 15%, risultato ottenuto grazie all’incremento dei controlli organizzati specificatamente su tutto il territorio comunale per contrastare il fenomeno dell’abbandono rifiuti.
Dato di rilievo è il pagamento dell’80% dei verbali.

16 le persone sanzionate o denunciate per #GuidaSenzaPatente.
5 le persone denunciate per guida in stato di #ebbrezza.
5 le persone deferite all’autorità per uso di #SostanzeStupefacenti e 5 denunciate a piede libero per detenzione ai fini di #spaccio.

8 le persone arrestate per #furto spaccio di #stupefacenti e #maltrattamenti in famiglia.


346 le pratiche di polizia giudiziaria prese in carico”

Acli Rovato: due mesi ricchi di incontri e appuntamenti in via Orti, 1.

Il Circolo Acli di Rovato, aperto alcuni mesi fa in via Orti, 1 (di fronte alla Parrocchia Santa Maria Assunta), riparte di slancio con una serie di iniziative tra il mese di gennaio e quello di febbraio.

Spiegano i soci del circolo, guidato da Licia Lombardo:

“Dal 7 gennaio 2019 ha riaperto lo Spazio gioco e con le numerose iniziative formative e informative, come da calendario. Lo Spazio gioco sempre dalle 16.00 alle 18.00 per genitori con bambini dagli 0 ai 3 anni.

Novità del 2019: una NUOVA EDUCATRICE, la bravissima Elisa Cuoco. Grazie a Roberta Zani che ci ha aiutato ad aprirlo e l’ha gestito fino a dicembre, a cui auguriamo tutto il meglio”.

Sempre all’Acli Rovato il 2019 si apre con un altro corso, questa volta per le mamme con il pancione: “quale migliore aiuto di un po’ di MOVIMENTO DOLCE IN GRAVIDANZA? Da lunedì 14 gennaio per 6 incontri! E per tutte le mamme che hanno difficoltà ad allattare, o semplicemente vogliono prepararsi anche a questo aspetto cosi delicato e importante dell’accudimento dei propri cuccioli, ecco l’incontro per voi: venerdì 18 gennaio ce ne parla Federica Festa in un incontro gratuito”.

Tutte le informazioni (clicca qui) sulla pagina Facebook di Acli Rovato.

Continua a leggere

RovatoW: “il problema è la rotella. Per adesso”.

RovatoW, la prima lista civica ad avere annunciato la propria presenza alle amministrative 2020 in calendario a Rovato, mette nel mirino…le rotelle del Rotary.

Qui il comunicato diffuso:

IL PROBLEMA È LA ROTELLA (per adesso)

Lasciamo perdere che il Comune di Rovato ha concesso in uso gratuito per 10 anni al Rotary Cortefranca l’intero primo piano (130 metri quadri) della ex biblioteca sugli Spalti, con l’impegno per il Comune di pagare le spese di luce e riscaldamento.
Lasciamo perdere che il Rotary Cortefranca può anche concedere la ex biblioteca ad altre associazioni a suo piacimento e che ci sono associazioni rovatesi che invece non hanno sedi adeguate.
Lasciamo anche perdere il fatto che il regolamento prevede che il Rotary Cortefranca debba porre in essere azioni a vantaggio della comunità rovatese e che tali azioni non sono specificate, non vi è un termine e sono del tutto indefinite.

Ecco, lasciando perdere tutto questo (per adesso), c’è una cosa che non possiamo lasciar perdere: la mega ruota dentata all’ingresso della biblioteca e degli Spalti.

Chi ha permesso si mettesse una scultura di tal fatta proprio davanti a un luogo tanto antico e caro a tutta la popolazione? Sfugge quale sia il nesso con Rovato.

Continua a leggere

Lotteria Italia: 50mila euro a Rovato.

C 287214. E’ il numero fortunato con cui, a Rovato, sono stati vinti 50mila all’interno dell’estrazione della Lotteria Italia, avvenuta come da tradizione il 6 gennaio.

A Rovato, quindi, uno dei premi di seconda categoria, che valgono 50mila euro.

E’ il premio maggiore del Bresciano.

I premi di prima categoria, invece, sono andati in tre casi su cinque alla regione Campania.

ASala Consilina (Salerno) il primo premio da 5 milioni con un biglietto venduto in Autogrill (G 154304). Il secondo premio della Lotteria Italia da due milioni e mezzo di euro invece è andato al numero E 449246 venduto a Napoli.

Il terzo premio da 1,5 milioni di euro è stato vinto dal biglietto E 265607 venduto a Pompei (Napoli).

Fra i cinque premi di prima categoria, il quarto del valore di un milione di euro va al biglietto con numero di serie P 386971 venduto a Torino e il quinto e ultimo da 500 mila euro al tagliando F 075026 venduto a Fabro (Terni).

Continua a leggere

Tino Buffoli ci scrive: la lettera di Gennaio 2019 su Rovato.org

Dopo la (molto seguita) rubrica “Caro sindaco ti scrivo…” (clicca qui per rileggerla), torna su Rovato.org la voce (e la penna) di Agostino “Tino” Buffoli, già esponente politico e vicesindaco di Rovato ai primi anni Novanta, che tra il serio e…il meno serio ragiona sul passato, presente e futuro della capitale della Franciacorta.

Una nuova rubrica, mensile, di pensieri e riflessioni sulla “nostra” Rovato, pubblicata su Rovato.org

Se volete scriverci con le vostre opinioni potete farlo a rovatopuntoorg@gmail.com:

Gli editoriali del Sindaco di Rovato sul Giornale del Comune “Il Leone”, oltre che stimolanti, per il suo schietto modo di argomentare, sono anche faceti quando non sa tenersi lontano dalla tentazione di essere pungente. Ecco allora che una volta ce l’ha (chissà perché) con  i calicisti della Piazza, mentre nel recente editoriale di dicembre, dedicato alle Festività, se la prende coi cretini, non sappiamo se con determinati cretini o con i cretini in generale.

Sappia in ogni modo che il termine “cretino” è di derivazione etimologica da “cristiano” e auspici i buoni sentimenti che ravvivano il Natale ogni intento irrisorio si è vanificato con buona pace di tutti dovendo comunque considerare che purtroppo anche i cretini hanno un’opinione.

Dopo avergli fatto dono delle mie lettere (e del mio vino), iniziando un nuovo appuntamento con i lettori, gli rivolgo i miei auguri, oltre che personali di felice anno, di buona e proficua amministrazione, conscio delle difficoltà che può incontrare un Sindaco chiamato a guidare un Comune importante e complicato come il nostro.

Inizio l’anno col dargli merito di quanto scrive sul menzionato editoriale perché finalmente si decide ad uscire dal guscio e affrontare, uno dei temi determinanti del nostro Comune: la riorganizzazione del Centro.

Dopo una crescita convulsa e disordinata che ha portato il paese Rovato a diventare Città, non tanto per meriti amministrativi ma piuttosto per l’eccessivo brusco incremento della popolazione, ora c’è bisogno di adeguare la realtà rovatese al suo status riconosciuto di Capitale della Franciacorta non solo nominalmente ma concretizzando progetti che la qualifichino, puntando sulla sua capacità di attrazione, sulla qualità della vita, sulla bellezza.

In questa prospettiva, il proposito del Sindaco volto a riconsiderare fra le tante, la Piazza, le Mura venete e il Foro Boario diventa una importante occasione e base di discussione e di confronto.

Continua a leggere