Rovato: la Protezione civile pronta a cambiare casa. Andrà in piazzetta Vantini.

La Protezione civile di Rovato è ormai pronta a cambiare casa. L’Ats (ex Asl) ha definitivamente preso possesso dell’ex Pretura di via Matteotti, dove avevano sede il giudice di pace (che lascia Rovato) e proprio il gruppo di volontari capitanato da Roberto Barbera.

Mentre all’ex Pretura proseguono i lavori per ospitare una trentina tra medici e funzionari di vari uffici Asl (dall’Igiene al Lavoro), la Protezione civile si sposterà in piazzetta Vantini, alle spalle della biblioteca Cesare Cantù e accanto al civico corpo bandistico “Luigi Pezzana”.

I lavori, iniziati nel primo scorcio d’estate, sono ormai in dirittura d’arrivo.

L’inaugurazione della nuova sede della Protezione civile (nella foto impegnata durante l’ultima tempesta di acqua, vento e grandine che ha colpito Rovato una settimana fa, il 10 agosto 2017) dovrebbe avvenire già a settembre.

A spiegare i passaggi è stato il consigliere delegato dalla maggioranza Stefano Venturi: “i lavori si sono suddivisi in due stralci, il primo già terminato, è stato quello di rimettere in sicurezza tutto lo stabile (rifatto il tetto, sistemato il muro esterno, ecc), il secondo stralcio iniziato da poco, riguarda la sistemazione interna”.

Il coordinatore del gruppo Roberto Barbera ringrazia invece “l’Amministrazione Comunale di Rovato per metterci a disposizione questa nuova sede più funzionale ed adeguata che ci consentirà di organizzare il nostro lavoro nel migliore dei modi”.

E’ sempre possibile diventare volontarie e volontari della Protezione civile a Rovato: per sapere come è sufficiente cliccare qui .

 

Rovato: nelle scuole e in biblioteca si naviga con la fibra ottica a 30 Mbps.

Nelle scuole e alla biblioteca Cesare Cantù di Rovato arriva la fibra ottica per una connessione sempre più veloce, rivolta a docenti, alunni e frequentatori del polo culturale di corso Bonomelli.

Nel mese di luglio, dopo diversi sopralluoghi, il Comune di Rovato ha provveduto a cambiare i collegamenti internet delle scuole, dotandole di allaccio in fibra a 30 Mbps. “Un cambiamento non più rimandabile e migliorativo, visto il flusso di informazioni del registro elettronico e le comunicazioni tra la scuola e le utenze” dice l’assessore alla Pubblica Istruzione Agnelli.

“Questa miglioria, insieme al portale elettronico dei servizi scolastici entrato in funzione da qualche mese, permetterà di snellire le pratiche scolastiche e le iscrizioni a mensa, eliminando carta e risparmiando tempo”

Nel frattempo si lavora anche in biblioteca. Approfittando del periodo di chiusura per ferie (la Cantù riaprirà lunedì 21 agosto), in questi giorni si sta provvedendo ad attivare il nuovo allacciamento internet in fibra ottica. Il collegamento passerà così da una classica Adsl a una fibra ottica a 30 Mbps, migliorando le prestazioni delle postazioni internet e del wi-fi.

 

Rovato: furto con tentata…doppietta a Valtellini Abbigliamento.

Furto con…bis (tentato) da Valtellini Abbigliamento, nel pieno centro storico di Rovato.

Come racconta Il Giornale di Brescia, lo scorso 3 agosto una coppia è entrata nello storico negozio di abbigliamento, attivo dal 1983, provando alcuni capi e uscendo poi senza fare acquisto.

Poche ore dopo, però, le titolari si sono accorte della sparizione di alcuni indumenti, per un valore stimato di 500 euro.

Dopo la denuncia, una settimana dopo, la coppia è tornata in negozio. Da qui l’avviso a Carabinieri e Polizia locale che, avendo visionato le telecamere interne al locale e quelle dell’acquedotto di corso Bonomelli, hanno tratto in arresto i due.

Lunedì mattina, al Tribunale di Brescia, la direttissima, con i due tornati in libertà dopo 48 ore sotto custodia.

Su di loro resta l’accusa del furto del 3 agosto, oltre ad altri precedenti specifici.

Rovato: nel quartiere di San Rocco tre giorni di festa e devozione popolare.

Torna a Rovato la Festa patronale di San Rocco, nell’omonimo quartiere popolare subito a est del centro storico.

Il programma dura tre giorni, da lunedì 14 a mercoledì 16 agosto 2017, grazie al lavoro dei residenti del Comitato San Rocco, in collaborazione con la Parrocchia Santa Maria Assunta e il Comune di Rovato.

Ma perchè Rovato, il cui patrono è San Carlo Borromeo, ha una festa patronale dedicata a San Rocco?

Una spiegazione la fornisce il sito del Comune di Rovato, ricostruendo così la storia dell’omonima chiesa:

Le cronache locali ci dicono che l’attuale chiesa di S. Rocco di Rovato era da tempi immemorabili dedicata a S. Martino, il vescovo di Tours padre del monachesimo prebenedettino. Questo culto si diffuse probabilmente nel periodo longobardo e resistette fino al XV secolo quando venne sostituito da quello attuale. Le motivazioni di questo cambiamento si trovano da un lato nell’affievolirsi degli influssi monastici e quindi di culti e devozioni proprie, e dall’altro dal continuo ripetersi di epidemie e calamità, in particolare la peste, rispetto alla quale S. Rocco era riconosciuto come protettore e liberatore. Nel 1477 , dieci anni dopo la devastante epidemia di peste del 1467-1468, un’invasione di locuste portò un’altra epidemia per cui, a imitazione della scelta di Brescia di votarsi a S. Rocco, anche Rovato dedicò la sua chiesa al santo...”

Di seguito, il programma della Festa di San Rocco a Rovato:

FESTA PATRONALE S. ROCCO

14 – 15 – 16 AGOSTO 2017

Continua a leggere

Rovato: tutto pronto al Foro Boario per la festa estiva degli alpini. Da venerdì a lunedì.

Arriva fine luglio e a Rovato è tempo, come di consuetudine, della Festa degli Alpini, nell’area all’aperto (ma coperta) del Foro Boario di piazza Garibaldi.

 Si parte venerdì 28 e si va avanti fino a lunedì 31 luglio: quattro serate tra buon cibo, giochi, musica e danze.

La musica: venerdì 28 con l’orchestra “Gian Band”; sabato 29 “Mara il suo gruppo”. Domenica 30 pranzo a mezzogiorno e spiedo con polenta per soci, simpatizzanti e famigliari (si prenota in festa), mentre in serata si danza con l’orchestra “Stefano e i tre Nòni”.

Si chiude lunedì 31 luglio con Oscar Di Stefano.

LE PENNE NERE..SUL WEB – La storia alpina, a Rovato, data almeno 1925, anno del primo documento ufficiale dove si parla di un gruppo dell’A.N.A., l’associazione nazionale alpini.

Sul sito, aggiornato e ben curato, degli Alpini di Rovato si legge che:

“Il Gruppo Alpini di Rovato nasce ufficialmente nel 1925, come confermato dalla documentazione presente nell’archivio storico del Comune di Rovato.

Da testimonianze dirette di soci anziani si riconosce come fondatore e primo Capogruppo l’alpino Giacomo Cecca, Cavaliere di Vittorio Veneto decorato con la Croce di ferro al V. M., scomparso nel 1973. All’inizio le riunioni dei soci furono tenute nello storico Bar Croce Bianca, di proprietà dello stesso Cecca, successivamente dagli anni ’60 in avanti la sede si spostò presso la Trattoria Del Gallo, poi alla Trattoria “4 Rose” ed infine nella Trattoria Miramonte.

Continua a leggere