“Guitaromanie”: a Rovato con la Strickler arriva il meglio delle sei corde

rovato chitarra strickler corsi Si apre il 27 ottobre prossimo a Rovato il ciclo di incontri domenicali della Guitaromanie presso la “Scuola di Armonia H. Strickler”, che si terranno da ottobre 2019 ad aprile 2020, una serie di appuntamenti che intendono offrire a professionisti ed amanti della chitarra, oltre che un’opportunità di confronto tra i partecipanti.

Un’occasione preziosa di approfondimento e di crescita, sotto la guida di personalità rilevanti del mondo chitarristico e musicale. Nelle domeniche fissate in calendario i partecipanti frequenteranno Masterclass tenute da importanti Maestri (la clavicembalista Emilia Fadini, il chitarrista Tilman Hoppstock ed il duo di chitarre ottocentesche Maccari-Pugliese), al fine di approfondire la tecnica e lo stile interpretativo di diversi periodi storici , oltre a lezioni di yoga e respirazione (Pranayama), elaborate in base alle esigenze specifiche di chi pratica uno strumento musicale, e conferenze, tenute dagli stessi docenti della Masterclass.

Le lezioni avranno la struttura di laboratori di analisi ed interpretazione, nei quali il docente sceglierà tematiche specifiche e trasversali da approfondire in rapporto ai brani presentati dagli allievi.

Le conferenze, tutte legate al filo rosso dello stile interpretativo, si svolgeranno col seguente calendario:

Continua a leggere

Annunci

Parroci: ecco chi va e chi…viene tra Rovato e Lodetto.

parroci rovato Il Comune di Rovato, sulla propria pagina Facebook, segnala l’avvenuto arrivo nella capitale della Franciacorta di due nuovi sacerdoti, dopo la recente partenza di don Gigi Moretti e don Valerio Mazzotti.

“Domenica scorsa – si legge sulla pagina social dell’Amministrazione – , con la messa delle ore 9.30 nella chiesa parrocchiale, la comunità rovatese festosa ha salutato l’arrivo di don Giuseppe e don Flavio.

I due sacerdoti fanno così il loro ingresso ufficiale nella città di Rovato.

L’Amministrazione ha voluto riceverli con alcuni semplici doni, frutto del lavoro dell’Atf, l’Associazione tornitori della Franciacorta, una delle realtà che rendono ricca e speciale Rovato.

I migliori e più sinceri auguri di un buon lavoro!”

I due sacerdoti neo-rovatesi sono quindi don Giuseppe Baccanelli e don Flavio Saleri.

A breve, inoltre, in frazione Lodetto arriverà un nuovo curato, don Gianpietro Doninelli, in arrivo dalla parrocchia di Corticelle Pieve, frazione di Dello.

Piante e infiorescenze di cannabis in casa: denunciata 50enne di Rovato

Denunciata a piede libero una 50enne residente a Rovato. L’accusa è quella di coltivare piante di marijuana. I carabinieri di Rovato, nell’abitazione della donna, hanno trovato poco più di mezzo chilo di infiorescenze essiate, oltre  a una decina di piante di cannabis.

Dall’esterno dell’abitazione i Carabinieri della capitale della Franciacorta hanno visto la coltivazione, dalle caratteristiche e inconfondibili forme, oltre all’odore.

La perquisizione ha fatto ritrovare anche una ventina di vasetti. All’interno, 550 grammi di infiorescenze.Per questo è scattata la denuncia a piede libero.

Piante e contenuto dei vasetti sono stati prelevati e sequestrati dai militi dell’Arma, della stazione di via Martinengo Cesaresco.

Cogeme: nasce a Rovato ARSE, Associazione Riscaldamento Senza Emissioni

dario lazzaroni presidente cogeme lgh rovatoAnche Cogeme di Rovato tra i fondatori di ARSE.

Favorire la transizione verso sistemi di riscaldamento e climatizzazione sostenibili in grado di azzerare le emissioni in atmosfera e promuovendo una nuova cultura del riscaldamento degli edifici per migliorare qualità dell’aria e salute dei cittadini. Questa la mission di ARSE, Associazione Riscaldamento Senza Emissioni, fondata a Milano da Cogeme Nuove Energie, insieme ad E.Geo, TEON e Georicerche.

Nello specifico, ARSE vuole incoraggiare l’utilizzo dell’energia rinnovabile dalla terra, ottenibile dalla piccola geotermia, quale alternativa concreta ad altre fonti energetiche altamente inquinanti.  Nel breve e medio periodo l’Associazione fornirà alle comunità locali e agli stakeholder istituzionali il bagaglio informativo e le proprie competenze per combattere e annullare il ricorso ai combustibili fossili anche nel settore del riscaldamento. Eventi, workshop, studi e collaborazioni con enti di ricerca saranno tra le attività di punta di ARSE.

Cogeme Nuove Energie – sottolinea Dario Lazzaroni, Presidente di Cogeme e amministratore unico di Cogeme Nuove Energie – prosegue anche in ambito associativo quello che è il proprio impegno industriale nel teleriscaldamento: la costante ricerca e innovazione, che per Cogeme è rappresentata dal teleriscaldamento freddo, al servizio delle comunità locali e dei territori. Con la nascita di ARSE vogliamo dare un ulteriore contributo, portando la nostra storia e la nostra esperienza.

Continua a leggere

Rovato: Punto Fermo riapre dopo l’incidente automobilistico di luglio.

piadineria artigianale punto fermo rovato riaperturaRiapre a Rovato la Piadineria Artiginale Punto Fermo di via Toscana, 2, all’angolo con via XXV Aprile in direzione del Comune di Coccaglio.

A fine luglio la piadineria era stata, suo malgrado, al cento delle cronache. Un’autovettura, lanciata a forte velocità, aveva perso il controllo, finendo la sua corsa direttamente al bancone del Punto Fermo, dopo avere distrutto la vetrata d’ingresso e tutto quanto incontrato sulla sua strada: tavoli, sedie, l’arredamento interno dello storico locale rovatese.

Solo per un caso fortuito non c’erano state vittime: una famiglia, pochi minuti prima dello schianto, aveva cenato nella zona dove poi è arrivata l’autovettura. Fortunatamente, si erano poi spostati nell’area giochi per bambini.

Ora, dopo due mesi di stop forzato, i locali completamente rinnovati hanno riaperto i battenti.

Dal 26 settembre Punto Fermo Rovato è quindi tornata a offrire i suoi prodotti tipici. Venerdì 4 ottobre si terrà l’inaugurazione ufficiale con karaoke, musica e birra alla spina.

Viva la…mamma. E la sua auto! Domenica trofeo “MDM” a Rovato con Vincenzo Regis e Alex Caffi

trofeo mdm rovato foro boario vincenzo regis e alex caffiRombano i motori. Ma quelli…della mamma, domenica 29 settembre, al Foro Boario di piazza Garibaldi a Rovato, dal mattino e fino al tardo pomeriggio.

Un trofeo tutto…particolare, come spiegano gli stessi organizzatori: “Il trofeo MdM – dicono infatti – nasce dall’idea del comico bresciano Vincenzo Regis e del pilota rovatese doc Alex Caffi di portare in pista automobili che non hanno avuto mai momenti di gloria.

L’acronimo MdM sta per “Macchina della Mamma” e si riferisce alla storia di molti giovani che non avendo budget hanno dovuto condividere o condividono tutt’ora l’auto con la propria madre!

Per un caso non voluto di associazione di idee MdM per molti si potrebbe tradurre in “macchina di me…” ma noi pensiamo che tutte le auto siano belle!”

In gara potranno esserci solamente autovetture che hanno almeno dieci anni di vita alle spalle e un massimo di 90 CV. Piloti e navigatori devono essere entrambi maggiorenni.

Informazioni, iscrizioni e contatti attraverso l’apposita pagina social: CLICCA QUI

Per conoscere invece il programma completo della domenica rovatese dedicata al trofeo MDM, si può cliccare di seguito -> QUI

“Verso un’economia circolare”: Rovato e Cogeme in prima fila per la sostenibilità

economia circolare cogeme franciacorta rovato terzo premio“Verso un’economia circolare”: al via le candidature per il concorso nazionale giunto alla sua terza edizione promosso dalla sede di Rovato dalla Fondazione Cogeme Onlus in collaborazione con Kyoto Club.

Prosegue così il progetto di diffusione dell’economia circolare iniziato quattro anni fa nel territorio bresciano, tra la Franciacorta e la Pianura. Il concorso si rivolge a Enti locali e aziende di tutta Italia che nel biennio abbiano realizzato, avviato, o anche solo approvato ed autorizzato, interventi di diminuzione dei rifiuti e di uso efficiente dei materiali di scarto.

Iscrizioni aperte fino al 31 ottobre 2019.

Il bando appena pubblicato vuole puntare ancora l’attenzione, dando spazio a quelle realtà, Enti locali, Aziende, Università e centri di ricerca che, nel biennio 2018-19, abbiano realizzato, avviato, o anche solo approvato ed autorizzato, interventi di diminuzione dei rifiuti e di uso efficiente dei materiali di scarto, favorendo percorsi verso sistemi eco-industriali che limitino al massimo i sottoprodotti non utilizzati, il loro smaltimento e la conseguente dispersione nell’ambiente.

Continua a leggere